Maria: amo Londra e aiuto gli studenti italiani a venire qui

A cura di Maricla Pannocchia

Maria ha lasciato il sole della sua Puglia per trasferirsi a Londra 9 anni fa. “Qui mi manca il sole” ci racconta, “ma, per il resto, non saprei trovare dei difetti a Londra”. Maria descrive la capitale inglese come una città frenetica che però offre possibilità in qualsiasi ambito dove, con il duro lavoro, è possibile raggiungere grandi traguardi anche in tempi brevi.

Dal trasferimento, Maria ha sempre lavorato nel settore del Customer Service e Sales, con un focus sull’International Education, e ha da poco lanciato il suo progetto, Mission Study Abroad, con lo scopo di aiutare gli italiani che vogliono andare a studiare nelle università britanniche.

Visto che ha da poco comprato casa, Maria è determinata a restare a Londra ancora per un bel po’, “ma è stata proprio questa città a insegnarmi a non precludermi niente. La vita è imprevedibile!”

✔ Come si vive e quanto costa vivere a Londra? Ve lo raccontiamo nella nostra guida! ✔

Maria Nunzia Visaggio londra

Ciao Maria, raccontaci qualcosa di te. Chi sei, da dove vieni…

Sono una giovane pugliese di 34 anni che, nonostante un amore incondizionato per la propria terra, diversi anni fa ha deciso di partire alla volta di Londra per arricchire il proprio CV e fare un’esperienza di vita all’estero, scegliendo proprio una delle città più multietniche del mondo.

Come mai hai scelto proprio quella città?

Mi sono trasferita a Londra a gennaio del 2014 quando, dopo aver conseguito una laurea magistrale in Filologia classica, ho deciso di fare un’esperienza di vita all’estero. La scelta è ricaduta su Londra perché nei mesi successivi alla mia laurea, attraverso il bando ‘Ritorno al Futuro’, indetto quell’anno dalla Regione Puglia, avevo vinto una borsa di studio che mi ha dato la possibilità di frequentare un Master presso la Regent’s University.

☞ Investimenti all'estero? Scopri come fare per aprire un'attività a Londra! ♕

Di cosa ti sei occupata per tanti anni e di cosa, invece, ti occupi adesso?

Da quando sono a Londra ho sempre lavorato nel Customer Service e Sales, soprattutto nel settore dell’International Education. Negli ultimi anni, infatti, ho lavorato come Student Recruitment Manager presso varie scuole e università inglesi e attualmente ho lanciato un mio progetto, Mission Study Abroad, attraverso il quale sto fornendo servizi di orientamento e di supporto a tutti quegli studenti Italiani interessati a intraprendere un percorso universitario all’estero. Per esempio, sulla mia pagina Instagram @missionstudyabroad – che ho creato qualche mese fa – condivido un sacco di contenuti che credo possano tornare molto utili a coloro che vogliono intraprendere questa strada.

Com’è la tua vita quotidiana?

Frenetica! A Londra c’è sempre tantissimo da fare e le mie giornate si dividono tra il lavoro, la famiglia, gli amici e le lunghe passeggiate con il mio Labrador Retriever.

Sappiamo tutti come oggi, rispetto anche solo a qualche anno fa, sia diventato molto difficile, per tanti italiani, andare a Londra in cerca di fortuna. Che consigli daresti a chi vorrebbe fare il grande passo?

Il mio consiglio più grande e quello di documentarsi il più possibile prima di fare il grande passo. Il sistema d’immigrazione è molto rigido e, pertanto, è fondamentale capire se il proprio profilo possa rientrare tra le categorie a cui è permesso di trasferirsi nel Regno Unito attraverso lo schema dello skilled worker visa. Per quanti, invece, volessero intraprendere un Bachelor o un Master qui nel Regno Unito ottenere un UK Student Visa potrebbe essere meno complesso ma, in questo caso, bisogna rispondere a tutta una serie di criteri sanciti dalle varie università e dall’Home Office e, soprattutto, bisogna essere davvero intenzionati a recarsi nel Regno Unito per motivi di studio.

Potrebbe interessarti: tutto ciò che c'è da sapere per frequentare un Master a Londra

Quali sono, secondo te, gli ostacoli più grandi nel vivere e lavorare a Londra?

Io adoro questa città, pertanto faccio fatica a trovarle dei lati negativi. Una cosa che continua a pesarmi parecchio, nonostante siano passati 9 anni dal mio trasferimento, è sicuramente il clima. Mi manca tantissimo il sole della mia Puglia e, d’estate, le giornate trascorse in spiaggia.

Quali gioie e soddisfazioni hai avuto finora?

Londra è la città delle opportunità. È un luogo dove, con il giusto impegno e la giusta determinazione, si possono davvero raggiungere traguardi incredibili in un arco di tempo relativamente breve.

Londra è una città multiculturale, che consigli daresti per viverne questo aspetto?

Imparare a essere rispettosi e aperti verso le altre culture, tradizioni e stili di vita è imprescindibile se ci si vuole integrare in questa città. Il mio consiglio è quello di abbandonare stereotipi e pregiudizi ed essere il più possibile curiosi e desiderosi d’imparare cose nuove.

Nella tua opinione, qual è il budget minimo che una persona deve preventivare, mensilmente, per vivere a Londra (considerando uno stile di vita “normale”)?

Se parliamo di uno stile di vita stile “normale”, credo che con uno stipendio mensile di £1500 si possa riuscire a vivere dignitosamente, senza troppi problemi.

Quali sono, secondo te, i luoghi più famosi della città che meritano una visita e quali quelli meno conosciuti ma ugualmente belli?

Potrebbe interessarti → 🌊  Guida per andare a vivere al mare ☀️

Non saprei davvero da che parte iniziare, perché ce ne sono tantissimi! Credo però che una visita a posti come il British Museum, il Big Ben, il Tower Bridge e Buckingham Palace sia doverosa. Tra i posti meno conosciuti, invece, consiglierei sicuramente la Epping Forest per chi ama il contatto con la natura e le lunghe passeggiate nei boschi.

Hai avuto modo di visitare altre aree del Paese? Che differenze hai riscontrato con Londra?

La campagna è meravigliosa. Un posto, poi, che mi ha davvero stregata è stato la Cornovaglia, con le sue spiagge incantevoli. Sicuramente, rispetto a Londra si tratta di posti dove lo stile di vita è molto più tranquillo e rilassato e che, per certi aspetti, mi hanno ricordato molto la mia vita in Puglia.

Quali gite fuori porta consigli a chi visita la capitale?

Cambridge e Oxford, senza ombra di dubbio!

Pensi di rimanere a vivere lì “per sempre”?

“Per sempre” non saprei, la vita è imprevedibile e proprio qui a Londra ho imparato a non precludermi o scartare nessuna possibilità. Quello che so per certo, però, è che avendo da poco comprato casa credo proprio che ci resterò ancora per un bel po’!

Per seguire e contattare Maria:

Facebook:https://www.facebook.com/profile.php?id=100083325153026

Instagram:https://www.instagram.com/missionstudyabroad/

Sito web: www.missionstudyabroad.com

E-mail: info@missionstudyabroad.com