Endi: sono andato a Malta per vivere un’esperienza all’estero

A cura di Maricla Pannocchia

Stanco dell’Italia, Endi, originario di Pordenone, ha deciso di provare un’esperienza all’estero ed ecco che è partito alla volta di Malta per migliorare il suo inglese. “Farlo qui costa meno rispetto a molti altri Paesi europei”, racconta Endi, “In più, qui non siamo a Oxford e arrivando con un inglese scolastico la cosa viene tollerata meglio che altrove”.

Nella scuola che ha frequentato per mesi, Endi ha avuto modo di conoscere persone da tutto il mondo, aspetto che gli ha permesso di capire quanto siamo fortunati, in Europa, ad avere come “vicini di casa” persone che vivono in modi diversi dal nostro e ci possono arricchire con le loro culture e tradizioni.

Malta è bellissima, il prezzo del gasolio è più basso rispetto a quello in Italia e anche pagare le bollette costa meno. Per i liberi professionisti, poi, c’è da sapere che le tasse sono più basse rispetto all’Italia. Non tutto però è fantastico, “altrimenti Malta sarebbe il Paese perfetto”, perché l’isola è sporca e le strade sono poche e sempre trafficate.

Adesso che si è integrato meglio potendo parlare l’inglese senza difficoltà, Endi non esclude di rimanere sull’isola “per sempre”, magari frequentando un corso di Fisioterapia all’università per progredire nella sua carriera.

una nuova vita a malta

★ Non perderti la nostra guida completa per trovare lavoro a Malta

Ciao Endi, raccontaci qualcosa di te. Chi sei, da dove vieni…

Ciao, sono un ragazzo della provincia di Pordenone, in Friuli. I miei genitori sono dell’Albania e sono arrivati in Italia ormai più di 25 anni fa. Sono appassionato di sport e come lavoro faccio il Personal Trainer.

Come mai hai lasciato l’Italia?

Ho sempre avuto questa voglia di lasciare tutto e partire, nonostante non mi mancasse niente. Siccome non avevo mai fatto un’esperienza lavorativa all’estero, a 26 anni ho pensato di provare, prima che fosse tropo tardi.

Senti la mancanza di qualcuno o di qualcosa?

Sicuramente dei miei famigliari e dei miei amici e poi della natura, del verde che qui a Malta manca. Un’ altra cosa bizzarra, che a molti farà ridere, sono le strade. Siccome vado spesso a correre, mi manca correre su una superficie piana e asfaltata bene.

Come mai hai scelto di vivere proprio a Malta?

In realtà scelsi Malta prima di tutto per migliorare il mio inglese, senza la prospettiva di fermarmi a vivere qui. Poi, dopo due mesi di scuola, ho trovato subito un lavoro e ho deciso di stabilirmi qui.

Quali sono, secondo te, i punti di forza e quali i difetti, se possiamo chiamarli così, di questo Paese?

La cosa che mi è più piaciuta da subito è la presenza di persone da tutto il mondo. Tanti sono giovani studenti con ambizione e voglia di cambiare in meglio la loro vita. La seconda è il clima e le bellezza dell’isola, nonostante sia molto piccola e forse alla lunga mi starà stretta. La terza sono le tassazioni, che per un libero professionista come me fanno la differenza a fine mese. In più, i prezzi delle bollette e gasolio sono molto bassi.

I contro purtroppo ci sono, sennò sarebbe tutto perfetto. L’isola purtroppo è molto sporca. È piena di turisti e gente poco educata. I costi degli affitti sono molto alti e gli stipendi medi sono bassi. Gli spostamenti sono un problema, ci sono poche strade e sono sempre trafficate.

Come hanno reagito amici, parenti e conoscenti davanti a questa tua decisione?

Sono stati contenti perché andarsene dall’Italia è sempre una bella scelta.

☞ Scopri la nostra Guida su come trasferirsi a vivere a Malta

Di cosa ti occupi?

Lavoro in un centro Fitness come Personal Trainer e seguo anche diverse persone in Italia tramite il Coaching Online.

Che consigli daresti alle persone che vorrebbero avere uno stile di vita simile al tuo ma non sanno da che parte cominciare?

Io mi son seduto, ho preso un foglio e ho scritto i pro e i contro sulla scelta di cambiare vita. Alla fine hanno vinto i contro, ma eccomi qua. Conta quello che senti dentro di te.

una nuova vita a malta

Quali sono i consigli pratici da dare a chi vorrebbe cambiare vita?

Mettere soldi da parte è fondamentale. Se non si sa gestire dei soldi quando si è in casa propria è meglio non cambiare niente. Informarsi bene su tutto, senza fare scelte azzardate. Focalizzarsi sull’obiettivo e fare di tutto per raggiungerlo, anche a costo di fare dei sacrifici.

E quali quelli, anche pratici, per chi vorrebbe trasferirsi a Malta?

Prima di tutto imparare bene l’inglese. Non serve essere perfetti a livello grammaticale, l’importante è farsi capire ed essere convinti di quello che si dice. Informarsi bene su tutto, magari cercando di contattare chi vive già qui attraverso i gruppi Facebook. Fare un periodo in una scuola d’inglese è davvero un’esperienza che consiglio a tutti, a qualsiasi età.

A chi consiglieresti un trasferimento a Malta?

A chi vuole studiare l’inglese perché farlo qui è economico rispetto ad altri Paesi, o a chi vuole provare un’esperienza all’estero perché Malta è vicina all’Italia.

Come si vive a Malta quando pensiamo alle attività e anche alle incombenze di tutti i giorni?

Per fare la spesa diciamo che, dopo gli avvenimenti in Ucraina, i prezzi sono simili all’Italia. Magari qualcosa costa leggermente di più. Bollette, gasolio e tasse molto bassi.

Quali sono state le principali difficoltà che hai dovuto affrontare e come le hai superate?

☞ Potrebbe interessarti anche ☞ Come lavorare nel gaming a Malta

All’inizio il mio inglese era pessimo. Capivo tutto ma facevo fatica a esprimermi. Il primo mese mi son o messo sotto tra scuola e studio e poi è diventato tutto più easy.

Quali, invece, i momenti più belli vissuti finora?

I primi due mesi di scuola sono stati stupendi. Ho conosciuto tante belle persone con cui ho condiviso la mia cultura, imparando di più sulle loro, e con cui ho scoperto l’isola. Convivevo con un ragazzo turco, due giapponesi e un colombiano. Poi il fatto di essere studente mi ha fatto ritornare adolescente e mi son divertito come non mai.

Ci sono delle persone che hai incontrato nel corso della tua residenza a Malta e che ti hanno lasciato qualcosa di speciale?

Qui ho conosciuto la mia attuale fidanzata. Lei è venuta qui dalla Colombia per studiare l’inglese con l’obiettivo di migliorare il suo futuro. Vivendo con persone da tutto il mondo mi sono reso conto di quanto siamo fortunati qui in Europa.

Quali luoghi, turistici e non, consiglieresti a chi vuole visitare Malta?

Partirei con Valletta, la capitale. Nonostante ci sia ormai andato più di 10 volte, non stufa mai, anzi, ci sono sempre cose nuove da scoprire. Poi, le varie spiagge del Nord e soprattutto Comino e Gozo.

Progetti per il futuro?

In questo momento sto valutando se iniziare un percorso di studi nella facoltà di Fisioterapia per fare uno step in più nella mia carriera.

Per seguire o contattare Endi:

Facebook: www.facebook.com/endi.laveizi/

Instagram: www.instagram.com/endilaveizi/?hl=it