Lagom: il segreto svedese per una vita serena

    A cura di Enza Petruzziello

    Nessun eccesso ma neanche mancanze. Una vita serena e felice si trova nel mezzo. In quello che potremmo definire q.b., il quanto basta. E proprio come in cucina, gli ingredienti della ricetta della felicità vanno misurati e dosati accuratamente. Ne sono convinti gli svedesi che hanno, così come i loro vicini di casa danesi, coniato un termine che racchiude la loro chiave per la serenità. Se in Danimarca spopola il metodo hygge, in Svezia è tutta una lagom-mania.

    E già perché il “Lagom”, questo il nome del segreto svedese della felicità, è uno stile di vita che permette alle persone di vivere in maniera serena la propria esistenza senza esagerazioni. Consiste nell’affrontare i bisogni quotidiani senza troppi eccessi e senza troppe rinunce. Una filosofia di vita che vede come protagonisti l’ordine e l’essenzialità delle piccole cose.

    LA FELICITÀ? STA NEL MEZZO. LAGOM: IL SEGRETO SVEDESE PER UNA VITA SERENA

    Letteralmente “la giusta quantità”, il lagom invita alla sobrietà, fondamentale per condurre una vita moderata, apprezzando la giusta misura e rifuggendo ogni eccesso. Molti potrebbero, certo, storcere il naso. Perché accontentarsi quando posso puntare in alto? Il concetto di lagom è però più complesso e, proprio come l’hygge, è difficilmente traducibile. Per provare a spiegarlo riprendiamo il motto svedese «Lagom är bäst» ovvero «non troppo, non troppo poco, il giusto».

    →→→ Scopri come trasferirsi a vivere in Svezia: costo della vita, pro e contro ed altri consigli ✌

    Mentre l’hygge implica un fare (come ad esempio creare un’atmosfera accogliente), al contrario il lagom – anche se in un’accezione sempre positiva – è quasi l’opposto. Indica qualsiasi cosa sia dotata di moderazione e il rifiuto di ogni esuberanza o esagerazione: nell’abbigliamento come nelle esternazioni pubbliche, passando per l’arredo della casa. Eccessi e vistosità gratuite, agli svedesi infatti non piacciono proprio.

    Ad esempio se qualcuno a tavola chiede: “Quanto cibo vuoi?”, la risposta svedese sarà “lagom“, ovvero né troppo e né troppo poco, ma la giusta quantità per sfamarsi. Lo stesso vale per il divertimento, il lavoro, i vestiti e l’arredamento della casa. Attenzione però, questo non significa accontentarsi. Vuol dire vivere una vita semplice, ed essere felici con poco, senza stravaganze e vizi. Lo spiega bene il libro “Lagom, la ricetta svedese per vivere con meno ed essere felici”, di Lola Akerström. Fotografa e giornalista direttrice del sito di viaggi Slow Travel Stockholm, la Akerström sostiene che il lagom è il segreto per uno stile di vita improntato alla consapevolezza sociale, alla moderazione e alla sostenibilità.

    Ma questo – puntualizza – non significa mirare a esser perfetti, anzi: bisogna trovare la soluzione ottimale, la lunghezza d’onda più armoniosa in base alla quale possiamo comportarci. La misura del lagom è insomma diversa per ciascuno di noi. Una vita lagom è vissuta serenamente, senza ansia di emergere e senza la necessità di conformarsi troppo alla massa.

    Vuoi provarci anche tu? Ecco allora i 5 trucchi per rendere la tua vita un po’ più lagom.

    1. Dire no. Uno dei modi per essere lagom è imparare a dire “no”, a delegare e svolgere meno compiti. Prima di rispondere sì a una proposta, valutiamo effettivamente se quello è un lavoro necessario. In questo modo eviteremo di svolgere compiti superflui sprecando tempo prezioso, magari da impiegare per noi stessi. Dire no, è inoltre un sintomo di onestà circa le proprie capacità. E soprattutto cerchiamo di lasciare il lavoro in ufficio. In che modo? Disattivando le notifiche e attivando la risposta automatica. Questo vale sul lavoro ma anche nella vita privata. Prendersi una pausa e concedersi del tempo per se stessi ci consente di rallentare e restare soli con i nostri pensieri, una rarità nel mondo rumoroso in cui viviamo oggi.

    2. L’importanza dell’ascolto. Quando si conversa con uno svedese si noterà che raramente interrompe o parla a chiunque altro. Le voci vengono mantenute su toni uniformi e le pause nella conversazione sono completamente accettabili. Per noi, spesso, restare in silenzio è imbarazzante. Siamo così preoccupati di una lacuna nella conversazione che ci sovrapponiamo costantemente prima che la gente abbia completato la frase. Anche gli svedesi si sentono un po’ imbarazzati in questi momenti di silenzio, ma piuttosto che riempire disperatamente il vuoto preferiscono sospirare o in alternativa sussurrare un “hmmm”. Questo dà loro il tempo di riflettere su qualcosa di significativo per poter contribuire al discorso. Una volta entrati in un ritmo più lento, scopriremo che è molto più rilassante parlare senza timore di interruzioni. E potremo semplicemente imparare alcune cose nuove e affascinanti sulla persona con cui stiamo parlando.

    3. Creare un capsule wardrobe. L’armadio svedese potrebbe essere paragonato a un “capsule wardrobe”, letteralmente armadio a capsula. Minimalista e molto pratico, si tratta di un armadio realizzato eliminando indumenti indesiderati o inutilizzati e sostituendoli con un numero limitato di capi amati e altamente versatili, che alla fine possono essere indossati insieme. Un capsule wardrobe rende facile scegliere un vestito, elimina lo stress di decidere cosa indossare, e permette di dedicare molto meno tempo ed energie allo shopping e al bucato. Inoltre è anche più economico, e chi lo prova dice che lo fa sentire più felice.

    ✍ La guida per trovare lavoro in Svezia: stipendio medio, professioni più richieste e molto altro! ✍

    cambiamento

    4. Arredare la casa con semplicità. Il design svedese ha già da tempo avuto un enorme impatto sull’arredamento di interni in tutto il mondo, basti pensare al marchio Ikea. Nell’arredamento il concetto di lagom si traduce in semplicità, risorse naturali e armonia. Gli ambienti sono privi di oggetti futili e tutto è organizzato in maniera funzionale e logica. I mobili sono contraddistinti da linee pulite e sono scelti in base alla loro resistenza nel tempo e alla loro praticità. I materiali coerenti con la filosofia lagom sono quelli di origine naturale. Uno dei capisaldi di questo stile di vita è, infatti, il rispetto per l’ambiente.

    5. Non sprecare denaro. Il lagom non ci chiede di essere spilorci, ma di tenere d’occhio il nostro denaro e di avere un’idea precisa di quanto spendiamo così da concederci qualche sfizio e vivere in modo equilibrato. Bando insomma agli acquisti superflui e non necessari. In questo modo, infatti, potremmo sempre mettere qualcosa da parte soprattutto per i periodi difficili così da non trovarci completamente a secco. Risparmiare un po’ di soldi ogni mese e metterli da parte allieva lo stress, le preoccupazioni e i sensi di colpa. Non solo. Secondo gli svedesi, il ridurre alcune spese crea la possibilità di vivere esperienze più significative e di valore.