Cambio vita e vado a vivere in Kenya

Di Roberto Stanzani

Nella rubrica CAMBIO VITA E VADO A VIVERE… di Voglio Vivere Così Magazine vengono analizzati, volta per volta, tutti i pro e i contro dei vari paesi del mondo, in modo chiaro e schematico.

Oggi descriverò i caratteri peculiari del Kenya una terra meravigliosa che conserva ancora moltissimo della sua natura selvaggia. Chiudi gli occhi e immagina un safari. Ecco quello che stai vedendo è il Kenya, con zebre, giraffe, elefanti, ghepardi e con una popolazione indigena dai tratti inconfondibili.

Probabilmente conoscerai il Kenya per le sue rinomate spiagge di candida sabbia e per il suo mare turchese. Leggendo questo articolo certamente arricchirai di nozioni fondamentali il tuo bagaglio personale.

Vivendo in Kenya ciò di cui subito ti accorgerai è la profonda differenza nel modo di vivere rispetto ad una persona nata e cresciuta nel continente europeo. Uno dei detti kenioti più famosi è Hakuna Matata che significa “niente preoccupazioni”. In Kenya tutti cercano di vivere una vita tranquilla e senza stress. Perché cercarsi delle preoccupazioni se è possibile evitarle? Un altro modo di dire è “Pole Pole” (piano piano). Entrambi questi detti mostrano il modo rilassato di condurre la propria vita, la giornata è scandita dal lento incedere del sole, dall’alba al tramonto. È la natura a dare la cadenza. Il Kenya è un paese in cui non ci si rinchiude tutto il santo giorno tra quattro mura, ma si preferisce vivere a stretto contatto con l’ecosistema.

Ma il Kenya non è solo natura e relax. L’economia oggi si basa soprattutto sulle esportazioni agricole e sul turismo, due attività molto sviluppate, anche se un tempo (dopo la colonizzazione inglese) il sistema economico era davvero fiorente ed oggi è progressivamente peggiorato.

La popolazione e variopinta e non lascia mai indifferenti. Ci sono svariate peculiarità che tratteggiano il carattere della popolazione keniota. Basti pensare che la poligamia è una realtà presente tuttora, anche se con la diffusione della religione cristiana questa usanza sta via via diminuendo.

Il Kenya è davvero unico nel suo genere, così come lo è la sua gente. Certo, quanto fin qui detto non può rendere un quadro soddisfacente di questa Nazione. Così dopo aver analizzato le 50 tematiche chiave che influenzano la vita di ogni expat (che si trovano nell’e-book Eden, trova il Tuo Paradiso Terrestre) tra cui Clima, Rischio Sismico, Costo della Vita, Livello Salariale, Criminalità, Pericolo di Guerre, Qualità della Sanità, Rispetto dei diritti Umani (e molti altri), ho selezionato i punti per i quali questa Nazione davvero primeggia (le qualità migliori) o al contrario pecca gravemente (le qualità peggiori).

kenya

Iniziamo subito con le qualità migliori del Kenya

RISCHIO URAGANI

Pensando ad un paese esotico come il Kenya potresti avere il dubbio che periodicamente possa essere battuto da tremendi uragani, terribili e violente tempeste che quando arrivano portano solo paura e distruzione. Gli uragani si verificano ciclicamente in determinate regioni del globo. Il Kenya sorge in un’area molto fortunata, infatti questo magnifico paese non è mai stato toccato da un uragano.

COSTO DELLA VITA

Secondo la mappa mondiale del costo della vita (contenuta all’interno dell’opera Eden, trova il Tuo Paradiso Terrestre) realizzata grazie ai dati raccolti ed elaborati dalla World Bank, si evince che in Kenya per mantenere il medesimo stile di vita che attualmente si ha in Italia, si spende meno della metà. Nello specifico, se in Italia si spendono mediamente 1015 Euro al mese, in Kenya, pur mantenendo lo stesso tenore di vita, se ne spenderebbero 452. Niente male

FUMO

✍ Approfondimento: i Pro e Contro e tutto quello che c'è da sapere per andare a vivere in Africa

Mentre il problema del fumo è molto presente in tantissime nazioni del mondo, in Kenya pare quasi non esista. Soprattutto per le donne. Nella Nazione dei Masai è quasi impossibile vedere una donna con la sigaretta in mano. Infatti solo il 2% delle donne fuma (contro per esempio il 20% delle fumatrici abituali italiane). Più simile invece il numero riferito agli uomini con un 25% dei fumatori kenioti contro un 30% di quelli italiani.

QUANTE DONNE PER 100 UOMINI

Dopo che avrò segnalato questa particolare caratteristica del paese, ci sarà qualcuno (più facilmente qualcuna) che mi taccerà di maschilismo. Ad ogni modo è una caratteristica del paese e voglio segnalarla. Mondialmente esiste una sostanziale parità numerica tra uomini e donne. Per essere precisi ci sono un po’ più maschi rispetto alle femmine. In Kenya avviene il contrario. Se per esempio prendiamo la fascia d’età che va dai 25 ai 29 anni, qui troviamo ben 111 donne ogni 100 uomini. Per fare un raffronto, in Italia ogni 100 uomini troviamo solo 98 donne. Per i maschietti questo può certamente rappresentare uno stimolante motivo per prendere in considerazione il Kenya come possibile futura dimora.

CENTRALI NUCLEARI

Se come me hai il terrore delle centrali nucleari e delle possibili conseguenze legate ad un disastro come quello di Chernobyl o Fukushima, sappi che in Kenya potrai dormire sonni davvero tranquilli. Non solo sul territorio keniota non esistono impianti nucleari, ma nell’intero continente africano è presente un solo impianto (in Sudafrica) a più di 4000 km di distanza dal Kenya.

QUALITA’ DELL’ARIA

Viviamo in un mondo sempre più inquinato. A meno che tu non abiti in alta montagna, l’aria che stai respirando in questo momento è di sicuro malsana. Trovare un luogo dove respirare aria pura è sempre più difficile. Secondo la mappa mondiale della qualità dell’aria (contenuta all’interno dell’opera Eden, trova il Tuo Paradiso Terrestre) il Kenya (soprattutto la parte costiera), beneficia di un’aria dalla qualità eccellente. Aria così pura è possibile trovarla solamente in una ventina di Nazioni al mondo (20 Stati su 196).

Ed ora vediamo quali sono le qualità peggiori del Kenya

DISOCCUPAZIONE

In precedenza ho parlato del favorevole costo della vita di questa splendida Nazione. Se hai la fortuna di avere una rendita costante proveniente da altre fonti, non avrai nessun problema. Se invece dovrai contare sul tuo lavoro da dipendente, qui in Kenya il discorso è profondamente diverso. A parte il livello salariale particolarmente basso (per esempio un cassiere di supermercato fatica ad arrivare a 400 Euro al mese), è il livello di disoccupazione del paese che dovresti tenere in seria considerazione. Infatti questi raggiunge l’impressionante cifra del 40%, come dire che in Kenya sarà davvero difficile per chiunque trovare un lavoro regolare, a meno che tu non possa contare su particolari entrature e conoscenze.

CORRUZIONE

Un altro tasto dolente di questo Stato africano è il preoccupante livello di corruzione, a tutti i livelli. Nei paesi meno corrotti, per fare un esempio, non siamo abituati a dare una mazzetta al poliziotto che ci ha fermati per farci una contravvenzione. Non siamo abituati a pagare un giudice perché ci assolva durante un processo. Ci sono paesi nel mondo dove invece questo tipo di azioni non rappresenta un’eccezione ma bensì la regola. In Kenya la corruzione è davvero altissima. Se sei nato qui ci potrai anche aver fatto l’abitudine, se invece provieni da un paese dove questa piaga non è così estesa, potresti vivere davvero male la tua quotidianità.

AIDS

Questa malattia infettiva è particolarmente presente in Kenya, così come in quasi tutti gli Stati sub-sahariani. Questo flagello è pericolosamente presente tra la popolazione tanto che qui, 1 persona su 15 è stata infettata dal virus dell’HIV. Per avere un termine di raffronto, in Italia solamente 1 persona su 330 è sieropositiva. Anche questo può rappresentare una tematica da tenere in considerazione se si pensa ad un trasferimento permanente.

Ecco quindi che a seguito della disamina delle 50 tematiche chiave che, piaccia o non piaccia, condizionano la vita di ogni persona che decide di andare ad abitare in Kenya, ho voluto mettere in evidenza i 9 aspetti che a mio modo di vedere caratterizzano questo Stato, sia in positivo che in negativo. Le nazioni del mondo sono quasi 200 e non è per niente sensato sceglierne una per viverci senza aver prima analizzato tutti gli aspetti e le tematiche che influiranno la tua vita.

Secondo i dati appena analizzati, il Kenya rappresenta un luogo indubbiamente interessante dove vivere la propria esistenza, certamente c’è qualche aspetto negativo da tenere in considerazione, ma ce ne sono anche tanti altri positivi che rendono la vita in questa meravigliosa terra degna di essere vissuta.

In definitiva il Kenya è un paese che offre tantissimo e che difficilmente delude. Un luogo adatto a chi vorrebbe abbandonare la vita frenetica scandita dai stressanti ritmi casa-ufficio per abbandonarsi ad una nuova esistenza più distensiva all’insegna dell’Hakuna Matata.

Per ulteriori approfondimenti visita mypersonaleden.com