Alessio presentati ai nostri lettori…

Mi chiamo Alessio Federico, ho 29 anni e sono originario di un piccolo paese dell’alto casertano, ubicato in un’ottima posizione che permette di raggiungere con facilità ed in pochissimo tempo Napoli e dintorni. Sin da piccolo mi è stata data l’opportunità di viaggiare. All’età di 7 anni ho cominciato con il Regno Unito e a 9 con gli Stati Uniti dove ho passato un po’ di tempo ed imparato la mia prima lingua straniera, l’inglese. Mi è bastato pochissimo ad impararlo così i miei genitori, ai quali devo tutto quello che sono oggi, hanno deciso che il mio percorso non doveva terminare li, ed ho continuato a viaggiare e ad imparare lingue vivendo in posti lontani dalla mia terra natia e ad oggi parlo 6 lingue grazie alle esperienze di viaggio e lavorative che ho accumulato durante questi anni di vita.

poliglotta

Curiosità: Scopri la Classifica Ufficiale delle 25 Lingue più parlate al Mondo!

All’età di 14 anni ho cominciato ad imparare il tedesco al liceo, era una lingua che odiavo, la odiavo talmente tanto che grazie alla mia testardaggine e determinazione decisi di trasferirmi un anno in Germania, dove ho frequentato poi il 4° anno del liceo soggiornando presso una piccola cittadina vicino Stoccarda ospitato da una famiglia tedesca, che ancora oggi ricordo con tanto affetto. Dopo il liceo sono stato chiamato ad eseguire il servizio militare di leva, ero impaurito e la maggior parte di quelli che conoscevo cercavano vie di fuga per non partire, io pensai che anche quella come le altre sarebbe potuta essere un’esperienza importante della mia vita ed effettivamente è stato così. L’anno successivo ho lavorato per la MSC crociere per un breve periodo prima di iscrivermi poi all’università di interprete, dove ho conseguito una laurea nel 2010, e mi sono quindi concesso la mia vacanza ai Caraibi, proprio qui a Bayahibe, dove mi trovo in questo momento. Dopo 15 giorni di vacanza in questo posto una volta tornato a casa ho sentito che una parte di me era rimasta qui, così pensai di ripartire alla ricerca di me stesso stavolta per restare cercando un lavoro che mi permettesse di vivere decentemente e fu così che cominciai a lavorare al front desk per la catena “Viva Wyndham Resorts”, per poi essere trasferito dalla stessa a Freeport, Bahamas dove però occupavo la posizione di guest service. All’epoca ero molto indeciso su cosa fare e dove vivere e nel frattempo mi fu offerto un posto come Manager di un ristorante sempre sulla stessa isola. Era un posto meraviglioso e tutti i giorni arrivavano persone a vedere lo “SHARK FEEDING” (c’era una persona addetta a dare da mangiare agli squali che arrivavano fin sotto al ristorante e questo attraeva tanti turisti). Come dicevo in quel periodo ero molto confuso su dove vivere e la voglia di conoscere era tanta da pensare di lasciare quel posto e trasferirmi a Miami, a solo mezz’ora di volo da li. A Miami sono stato per pochi mesi ed ho conosciuto tante persone meravigliose, tra cui anche te Mary, che ricordo con affetto.

Ti potrebbe interessareTOP 16 Strumenti per le lingue: come imparare le lingue Online ✌

poliglotta

Dopo il periodo a Miami qualcosa mi diceva di tornare in Repubblica Dominicana, e così tornai e rimasi qualche mese prima di decidere poi di andare a Florianòpolis, Brasile, che chiamano “l’isola della magia” ed è proprio vero che è magica perché in pochi minuti di macchina ti sposti in luoghi completamente diversi l’uno dall’altro come se avessi preso un aereo e viaggiato dall’altra parte del mondo. Dopo quell’esperienza tornai in Italia e passai un’estate, ma il pensiero fisso era sempre lo stesso, quello di voler tornare in Repubblica Dominicana, così senza pensarci troppo feci un biglietto e decisi stavolta di avviare le pratiche per la residenza ed oggi mi trovo qui su quest’isola meravigliosa e povera ma ricca di turismo e non penso minimamente di lasciarla.

Quali sono per te i pro e i contro del tuo mestiere?

Ovviamente oltre alle note positive ce ne sono delle negative; È vero che qui c’è caldo tutto l’anno ma è anche vero che nei posti in cui c’è freddo si ha una migliore sanità, qui c’è più rischio di malattie e la sanità non è all’avanguardia come la nostra, nonostante ci siano comunque dei centri specializzati. Quindi è vero che vivere sul mare tutto l’anno è bello ma bisogna prendere le giuste precauzioni.

Potrebbe interessarti anche → 🎬 Migliori serie TV e film per imparare l'inglese 🇬🇧

poliglotta

Che cosa ti manca dell’Italia?

L’Italia per me è il paese più bello al mondo, e non lo dico perchè ci sono nato, lo dico perchè avendo viaggiato tanto posso permettermi di dare questo giudizio. Sicuramente dell’Italia mi manca il cibo, la moda, il sapore del pesce mediterraneo e l’atmosfera natalizia che qui non si sente neanche minimamente rispetto al nostro paese. Non mi manca invece la disastrosa situazione politico economica che purtroppo stiamo affrontando, spero con tutto il cuore che torni ad essere il paese che tutto il mondo ha sempre invidiato come lo ricordo io.

Come ti vedi tra dieci anni?

Tra dieci anni è difficile rivedersi, sono uno che vive alla giornata, felice del proprio passato e con una gran voglia di vivere il proprio presente, senza porsi troppi dubbi sul suo futuro. Per il momento mi godo quello che ho, e chissà magari un giorno tornerò a vivere anche nel “bel paese”.

Per scrivere ad Alessio: ale.federico@virgilio.it