Alla scoperta delle tradizioni natalizie tedesche

Di Gianluca Ricci

 

Non c’è angolo di terra permeato dalle tradizioni cristiane in cui il Natale non rappresenti la festività per antonomasia.

Tuttavia in Germania, se possibile, questo particolare momento dell’anno è ancora più sentito che altrove.

Non per nulla pare che l’abitudine di decorare l’albero sia nata proprio a quelle latitudini, anche se a contendersi la primogenitura dell’idea sono in realtà molte altre culture.

Sarà per il clima particolarmente rigido a cui ben si adattano tutti i riti della tradizione, sarà per l’elevato livello di benessere medio raggiunto negli ultimi decenni dal Paese, fatto sta che se si vuole vivere l’atmosfera natalizia in tutta la sua pienezza è in Germania che si deve andare.

➤ Costo della vita, pro e contro e molto altro... Scopri come vivere in Germania ! ✔

Non tanto e non solo nel momento cruciale, quello a cavallo fra 24 e 25 dicembre, quanto piuttosto durante l’intero mese che precede quella data, ovvero l’Avvento.

Al di là dei mercatini, che sono proliferati anche in Italia con rapidità sorprendente a imitazione dell’originale tedesco, vale la pena respirare l’aria che spira in quelle quattro settimane in cui tutte le case si trasformano: tra gli addobbi un ruolo di primo piano lo svolge senza dubbio la corona dell’Avvento, formata dai rami intrecciati di piante sempreverdi in cui sono collocate quattro candele, una per ogni domenica che precede il giorno fatidico, a simboleggiare la vittoria della luce sulle tenebre.

Ogni domenica mattina la famiglia si ritrova intorno alla corona per una robusta colazione, quasi a cementare i valori tradizionali su cui si fonda la società germanica.

Sulla tavola non possono mancare i Plätschen, ovvero biscotti fatti in casa secondo le ricette che ogni famiglia si trasmette di generazione in generazione, oppure i Baumkuchen, biscotti a forma di albero dalla lavorazione piuttosto complicata, al punto che sono sempre più coloro che anziché produrli in casa li vanno ad acquistare in pasticceria.

⇢  Leggi la nostra GUIDA per trovare lavoro in Germania ⇠

Terminato di mangiare, i bambini si gettano poi sul calendario che scandisce il trascorrere dei giorni con finestrelle all’interno delle quali si trovano piccoli giochi o dolci di ogni tipo, anche se un tempo, quando le finanze familiari non lo permettevano, gli oggetti nascosti all’interno erano piccoli segni, frutto della fantasia dei genitori.

Un modesto viatico per tenere a freno l’ansia crescente dell’attesa del momento in cui per l’ennesima volta si sarebbe rinnovato un rito divenuto ormai imprescindibile per la società occidentale.