Approfondire i propri studi europei in campo giuridico, economico e politico-amministrativo. Al via le selezioni per i corsi post-universitari del Collegio d’Europa, prestigioso istituto di studi europei con sede a Bruges e Natolin, rispettivamente in Belgio e in Polonia. Fondato nel 1949, ogni anno circa 450 studenti provenienti da 55 Paesi di tutto il mondo studiano qui per ottenere il master in studi politici, studi legali e studi diplomatici europei nel campus di Bruges e il master in studi interdisciplinari europei nel campus di Natolin. Gli studenti sono solitamente selezionati in cooperazione con il ministero degli Affari Esteri del loro Paese di nazionalità e l’ammissione è estremamente competitiva.

Possono partecipare ai master i cittadini italiani in possesso della “Laurea Magistrale” e i detentori del “Diploma di Laurea” (secondo il vecchio ordinamento universitario, ex-Legge 341/90). Potranno essere prese in considerazione anche candidature di detentori di Laurea (triennale) + Master (240 CFU). Sono ammessi anche laureandi a condizione che conseguano il titolo richiesto per l’ammissione prima dell’inizio dei corsi presso il Collegio d’Europa, quindi prima di settembre. Tra i requisiti: un’ottima conoscenza dell’inglese e del francese, non aver superato i 35 anni di età ed essere in possesso di un ottimo cursus studiorum e curriculum vitae. Per i laureandi si terrà conto della media delle votazioni riportate nelle prove di esame sostenute. Per accedere al Collegio d’Europa sono ammesse tutte le lauree con indirizzo giuridico, economico e politico-amministrativo, con speciale orientamento per studi relativi all’Europa centro-orientale. Gli studi prenderanno il via a settembre 2017 per terminare a giugno del 2018.

Ogni anno oltre il 70% degli studenti riesce a ottenere una borsa di studio grazie alla quale hanno la possibilità di seguire i programmi di studio del prestigioso istituto. In Italia è il ministero degli Esteri a offrire la chance a laureati e laureandi. Sono previste fino ad un massimo di 45 borse di studio parziali da suddividere tra i due Campus di Bruges e di Natolin. L’importo di ciascuna borsa è pari a 8.100 euro.

Tutte le attività si svolgono in inglese e in francese e i docenti provengono dalle diverse realtà del vecchio continente. Nella più recente sede di Natolin, a Varsavia, il percorso di studio include degli approfondimenti sull’allargamento dell’Unione ai Paesi dell’Est.

La candidatura va presentata entro il 18 gennaio 2017 sul sito del Collegio a questo indirizzo: www.coleurope.eu. Entro il 20 gennaio 2017 la domanda andrà inviata a mezzo posta anche al Maeci (MAECI, DGSP – Ufficio VII – Piazzale della Farnesina, 1 – 00135 Roma) insieme alla documentazione cartacea caricata nel portale del Collegio, comprensiva del formulario di candidatura. Nel mese di febbraio, la commissione giudicatrice farà una preselezione e stilerà una lista dei candidati idonei. Tra febbraio e aprile si terranno i colloqui presso il MAECI per sostenere una verifica orale nelle due lingue, alla presenza del Comitato di selezione. Tra maggio e giugno 2017 verranno infine definiti i vincitori delle borse di studio che riceveranno una comunicazione ufficiale.