Maragogi

E’ questo il nome di una località situata nello stato di Alagoas, nel nordest del Brasile, che sta diventando famosa in questi ultimi anni a causa delle sue piscine naturali in pieno oceano. Abbiamo realizzato una escursione a Maragogi allo scopo di valutare quanto erano veritiere le informazioni che avevamo sulle possibilità turistiche del luogo. La cittadina brasiliana si trova a nord di Maceiò, capitale dello stato  alagoano, quasi a metà strada tra detta città e Recife che invece è la capitale dello stato di Pernambuco. A leggere alcuni depliant turistici ci eravamo immaginati una piccola e caratteristica cittadina di pescatori più o meno isolata lungo la costa nordest. Invece Maragogi fa parte di un complesso turistico costituito da parecchi villaggi situati uno adiacente all’altro e tutti affacciati sull’oceano.  Noi stavamo provenendo dall’interno passando attraverso una località di importanza storica che si chiama Palmares dos Indios.

Qui, ai tempi della colonizzazione portoghese, vennero a rifugiarsi moltissimi schiavi africani che erano riusciti a fuggire dalle varie fazendas portoghesi o olandesi. Intorno alla metà del 1600 la comunità africana di ex schiavi aveva raggiunto proporzioni notevoli tali da preoccupare i vari governi locali coloniali i quali organizzarono diverse spedizioni militari allo scopo di distruggere gli insediamenti dei rivoltosi. Ma i quilombos (cosi si chiamavano i villaggi di ex schiavi) si erano coalizzati e organizzati e riuscirono a resistere per più di 80 anni ai vari assalti delle forze cosiddette regolari. Tra i vari personaggi di spicco si ricorda di un certo Zumbi dos Palmares che fu un capo importante della resistenza africana, tanto che ancora oggi in Brasile si celebra il 20 di novembre (data in cui Zumbi è stato ucciso) come data della “Consciencia Negra”.

maragogi - brasile

Proseguendo il cammino si arriva alla strada litoranea che attraversa, appunto, vari paesini un tempo abitati solo dai pescatori e oggi riciclatisi all´accoglienza turistica. Il vantaggio di tutto questo tratto di costa è la prossimita’ di una barriera corallina quasi ininterrotta per decine di chilometri. Quando la pista, provenendo da nord, ritorna sulla costa il primo paese che si incontra è São Josè da Coroa Grande che possiede una bella spiaggia, poi si incontra Ponta do Mague e,  successivamente, Barra Grande. Per finire si arriva a Maragogi. Devo dire che sia come spiagge che come alloggiamenti la periferia nord della cittadina è decisamente meglio rispetto al centro storico. Consiglio infatti a chi volesse soggiornare in loco di scegliere una sistemazione fuori dal paese. Il punto più interessante a livello di spiaggia si chiama Praia de Antunes, la spiaggia centrale di Maragogi infatti non è ben tenuta e quindi è meglio dedicare le proprie attenzioni alle spiagge immediatamente a nord o a sud.

Leggi ☞ Vivere in Brasile: pro e contro, costo della vita e altri consigli

La spiaggia di Antunes, tra l´altro, è totalmente libera eccezion fatta per un piccolo chiosco che si trova proprio sulla battigia appena fuori il bosco di palme da cocco che contorna la spiaggia e che offre un ottimo riparo dal sole delle ore più calde. I proprietari del chiosco offrono inoltre una piacevole traversata in motoscafo fino alla barriera corallina e alle famose piscine naturali a prezzi decisamente concorrenziali rispetto ai centri di immersione situati nel centro cittadino. Il prezzo per persona per una uscita alle zone di acqua bassa e cristallina è di circa 60/65 reais mentre i centri turistici della zona antica di Maragogi si posizionano sui 75/80 reais. Il paese alagoano è stato scoperto dal turismo solo pochi anni fa e di ciò si trova evidenza nella poca organizzazione e cura del litorale e delle case. Il turismo che arriva qui, infatti, non è ancora un turismo di massa nè un turismo di elite. Ciò rappresenta, dall’altro lato della medaglia, un vantaggio perchè a fronte di disorganizzazione e scarsa cura urbanistica si respira un´aria piuttosto genuina e un pò pionieristica.

I prezzi di pousadas e ristoranti sono ancora abbastanza abbordabili ed è facile incontrare promozioni e anche contrattare per ottenere sconti. Anche se l’agglomerato urbano di Maragogi non è un granchè, potrete sempre fare delle brevi escursioni lungo la costa, visitando tutti i paesini citati in precedenza. Anzi potreste anche provare a trovare alloggio proprio in queste località che offrono spiagge migliori e meglio tenute. In definitiva Maragogi vale la pena principalmente per chi ama effettuare immersioni e snorkeling in quanto la barriera corallina offre spettacoli davvero emozionanti alla portata di tutti come potete vedere dalle foto.

maragogi stefano gentile

Ma ricordate sempre di informarvi sugli orari utili per le uscite in mare, che dipendono dalle condizioni di marea. Infatti si puo´ uscire sulla barriera corallina solo quando c’è bassa marea.

Contrattate sempre il prezzo soprattutto se siete in gruppo perche’ potrete ottenere forti sconti specie se andate in periodi di bassa affluenza turistica; e non aspettatevi una vita notturna esagerata perchè la località non offre molto da questo punto di vista.

Ricordate che in Brasile, prima di acquistare qualunque bene o servizio, è importante (lo fanno tutti quindi non sentitevi imbarazzati) chiedere sempre il prezzo e contrattare uno sconto. Il fatto di essere europei non aiuta, anzi, perchè i brasiliani con gli stranieri ci provano quasi sempre a sparare prezzi più alti del normale…

Stefano Gentile

[email protected]