Luca, vivere low cost a Londra

Di questi tempi si parla molto di giovani che, data la mancanza di sbocchi lavorativi in Italia, prendono la decisione di andar a cercar fortuna all’estero. Ne cercavate uno? Beh é il vostro giorno fortunato lo avete trovato! Io mi chiamo Luca ed accompagnato da trolley Samsonite, neppure troppo pieno, sono sbarcato in Inghilterra quasi 5 anni fa. La mia è una storia comune a centinaia e piú persone che ho incontrato durante questi anni qui a Londra, molti dei quali italiani altri provenienti dai piu svariati paesi d’Europa e non solo.

Londra vivere Low Cost

Quello che succede è molto semplice, finita l’universitá, periodo di romantico dolce-far-nulla, bisogna bussare alla porta del fantomatico “mondo del lavoro”. Ecco in Italia spesso al quel toc toc, od alla piú moderna scampanellata non risponde nessuno. Metafore a parte, essendo io rimasto a crogiolarmi nei chiostri dell’Universitá un po’ piú a lungo del dovuto, ho anche potuto assistere in prima persona ai tentativi di amici di mettere un piede nel mondo del lavoro. La trafila infinita degli stage non pagati, dei contratti a progetto dei “mi spiace lei ha dimostrato in questi mesi (non retribuiti!) di essere valido ma al momento non possiamo assumerla” l’ho avuta sotto gli occhi ed ho potuto decidere, con cognizione di causa, che non facesse per me.

Allora nulla di piú facile (mi sono laureato a tarda primavera) che prendere la palla al balzo per venire a Londra con la rodata scusa dell’imparare l’inglese. Con il senno di poi penso che neppure i miei genitori all’epoca abbiano seriamente creduto che si trattasse di qualche mese estivo e poi sarei tornato in Italia cercare lavoro. Fatto sta che avevano ragione loro ed io sono ancora qui a distanza di quasi 5 anni da quel volo Ryanair da 40€ preso in un’appiccicosa ed anonima serata di inizio estate. Appena arrivai a Londra ci si imbatte inevitabilmente in questioni “logistiche”, prima fra tutte quella del dove dormire. Spesso per i primissimi giorni si viene ospitati da un amico o conoscente ma, come si sa, “dopo tre giorni il pesce puzza”.

☞ Investimenti all'estero? Scopri come fare per aprire un'attività a Londra! ♕

Cosa fare? Ovviamente iniziare a cercare casa spulciando, telematicamente, i siti specializzati in house sharing cioé in affitto di stanze in case od appartamenti condivisi con altre persone; tra i siti piú usati gumtree,com and flatshare.com. Probabilmente come accaduto anche a me vi ritroverete a passare qualche notte in uno degli ostelli di Londra prima di riuscire a trovare una sistemazione decente ed a prezzo accettabile.

Tra tutti i consigli utili appena trasferiti a Londra che posso dare, uno dei piú utili è quello di non cercare per forza di vivere in zona 1.

Pub di Londra vivere Low Cost

Londra è una cittá enorme e fidatevi è molto meglio trovare una bella stanza a prezzi abbordabili in zona 2 o 3 vicino alla tube (la metropolitana di Londra ndr) che spendere soldi inutili per vivere in una stanza minuscola e super cara solo per stare in zona 1. Dato che stiamo parlando di tube e trasporti pubblici un’altra golden rule appena arrivati è quella di evitare calcoli del tipo quante volte prenderete il bus la tube, fatevi subito la vostra Oyster card(una tessera magnetica per i trasporti) ed il vostro abbonamento settimanale per zona 1 e 2. Il settimanale costa £25.80 ma fidatevi, continuare a caricare soldi sulla tessera vi costará di piú, vi fará perdere tempo e vi ritroverete a camminare ore per risparmiare qualche pound di bus.

Una volta trovata casa (anche prima in veritá) e risolto il problema del trasporto è tempo di fare un tuffo nella cultura tradizionale inglese. In poche parole siete pronti per fare un giro al vostro local pub, cioè il pub vicino alla vostra nuova casa. Al pub oltre a bere un paio di pinte di birra locale potrete, anzi dovrete, assaggiare il tradizionale pub food. Per quanto riguarda la birra lascio a voi la decisione per quanto riguarda il cibo invece mi permetto consigliarvi un buon bangels and mash ovvero salsicce con puré annegate nella gravy la tradizionale (buonissima) salsa inglese. Da italiano posso dirvi che il bangers and mash “ha il suo perché” molto piú del fish ‘n chips o del tradizionale burger con chips, ovviamente va tutto a gusti personali. Ovviamente a Londra troverete diversi tipi di ristoranti etnici e se sarete disposti a sperimentare vi consiglio di andare a mangiare in uno dei tanti ristoranti indiani in Brick Lane (tube Algate East) o in uno dei ristoranti vietnamiti di Shoreditch (tube Old Street): mangerete con non più di £10. Per il dopo cena insomma per una serata fuori ci sono parecchie aree perfette per la movida; se dovessi dare il mio consiglio vi direi di mettervi i vestiti piú eccentrici che vi siete portati ed immergervi nell’atmosfera di tendenza della zona di ShoreditchOld Street.

✔ Come si vive e quanto costa vivere a Londra? Ve lo raccontiamo nella nostra guida! ✔

Dove di preciso? Provate l’Aquarium appena fuori dalle stazione di Old Street, non farete fatica a trovarlo, il venerdí e sabato sera lo riconoscerete dalle fila di “personaggi”che fa la coda fuori. L’Aquarium ha la passione per le serate a tema perció vi capiterá di vedere decine di persone vestite anni ’70 o addirittura in pigiama o vestaglia da notte dipende dal tema della serata.

Abitare a Londra vivere Low Cost

Avrete capito che a Londra oltre a lavorare sodo ci si diverte “duro”. Quando mi chiedono cosa ti piace di più di Londra, rispondo mettendo insieme quelli che secondo me sono, allo stesso momento, gli aspetti positivi e negativi del vivere qui. Londra è una cittá che durante la settimana ti “spreme”, lavoro, mezzi pubblici e pranzi consumati alla scrivania ma tutto ció che ti “prende” durante la settimana lo restituisce con gli interessi durante il week-end. Differenza positiva rispetto all’Italia? Uscire la sera senza conoscere persone nuove è impossibile!! Ragioni per venire a Londra ce né piú d’una e se proprio siete indecisi pensate che in fondo si tratta solo di qualche mese in estate per imparare l’inglese. “Mi chiamo Luca aka Virgilio (di dantesca memoria) dopo una sudata laurea in Lettere moderne ad indirizzo geografico (vecchissimo ordinamento) mi sono trasferito a Londra. Da 3 anni lavoro per HostelBookers e da 8 mesi cioè da quando è stato lanciato il sito in italiano, ho il privilegio di occuparmi del contenuto del sito stesso. Correlato abbiamo anche uno splendido blog di viaggi dove, con regolaritá, pubblico articoli e curiositá per tutti coloro che cercano suggerimenti prima di partire e soprattutto per tutti coloro che sono appena tornati da un viaggio e giá pensano al prossimo.

Se avete specifiche domande su Londra o avete bisogno di altri consigli su come risparmiare a Londra o trasferirsi a Londra lasciate un commento sul wall e Luca sará pronto ad aiutarvi!

http://www.facebook.com/hostelbookers.italia