Vivere a Tenerife

Sei anni sono passati da quando Bina, insieme a suo marito, ha deciso di trasferirsi a Tenerife. A circa un anno dall’arrivo, hanno deciso di fondare un giornale italiano: LeggoTenerife. Un mensile gratuito e libero in cui vengono trattati diversi argomenti: dalla cucina alle notizie locali, da quelle legali e fiscali agli appuntamenti festivi sull’isola. Oltre a questo, Bina, attraverso la pagina facebook di un gruppo, offre consigli e aiuto a coloro che intendono trasferirsi a Tenerife.

▶ Qui trovi la nostra guida completa per trasferirsi a vivere alle isole Canarie  ◀

leggo tenerife - la fondatrice Bina

Bina, quando e per quale motivo hai deciso di trasferirti a Tenerife?

Sei anni fa ho deciso, insieme a mio marito, di trasferirmi su quest’isola innanzitutto perché la conoscevamo bene, ci piaceva molto il clima, distava solo 4 ore dall’Italia, ma soprattutto perché in patria già non si viveva più tranquilli tra furti, scippi e rapine. Inoltre, la cosa più importante, avevamo interessi al di fuori dell’Italia da parecchi anni. Ci occupiamo infatti, di Musei e manifestazioni culturali principalmente in Europa, quindi risiedere in un’isola dell’Oceano Atlantico o in Italia cambiava poco la nostra vita lavorativa.

☞ Scopri la nostra Guida su come fare per andare a vivere a Tenerife

Di cosa ti occupi al momento?

Dopo un anno di vacanza ad oltranza, girando palmo a palmo sia Tenerife che le altre isole dell’arcipelago, abbiamo deciso di “creare” un giornale italiano: così mi sono lanciata nell’editoria. Sembra incredibile, ma un mensile gratuito distribuito ogni primo del mese in tutta l’isola, impegna tutto il mio tempo.

✎ Cercare un lavoro a Tenerife: ecco come fare

Quali sono gli argomenti trattati in LeggoTenerife?

Nel giornale si trattano argomenti soprattutto locali, che possono coinvolgere la comunità italiana, ma anche tematiche politiche e di cronaca. La cosa di cui vado molto fiera è che LeggoTenerife è un giornale totalmente libero, non segue nessuna istituzione, crea dubbi e/o polemiche, ma sempre all’insegna dell’informazione VERA. Abbiamo delle pagine dedicate alla cucina sia locale che regionale italiana, delle pagine di notizie legali e fiscali, altre esclusivamente di notizie locali, e non manca il redazionale di prima pagina, ci sono gli appuntamenti per le feste del mese nelle varie cittadine dell’isola (e qui sono veramente tante, sono molto festaioli i canari).

Ti avvali dell’aiuto di collaboratori o riesci a gestire tutto da sola?

Mi avvalgo dell’aiuto di vari collaboratori, sia per la redazione degli articoli che per la distribuzione gratuita del giornale in tutta l’isola. Abbiamo anche diversi amici che dall’Italia mi inviano le notizie più salienti. La parte del web la seguo quasi interamente da sola.

» Dove vivere alle Canarie? Andiamo alla scoperta dell'arcipelago «

Hai detto che ti occupi anche di aiutare gli italiani che spesso, a Tenerife, sono vittime di truffe. Che tipo di truffe?

Purtroppo in questi anni (direi gli ultimi due) sono aumentate le truffe a carico di persone o famiglie che vogliono o vorrebbero trasferirsi a vivere qui. “Ladri di polli” che creano non pochi danni, non solo alla buona faccia della comunità italiana sull’isola, ma anche a carico degli sfortunati, un po’ ingenui, che cadono nelle loro grinfie. Le truffe per la maggiore riguardano le case in affitto: caparre inviate dall’Italia per bloccare l’appartamento, appartamento che poi risulterà non esistere, come non esisterà nemmeno il pseudo agente immobiliare a cui è stato fatto il bonifico. Oppure, e questo soprattutto ai più anziani, spesso pensionati, si propone di seguirli per le pratiche di residenza, ahimè a caro prezzo. Lo ripeto sempre, qui le pratiche sono veramente minimali, si possono fare da soli, e soprattutto, se ci si rivolge a qualche agenzia, l’aiuto non deve essere pagato a peso d’oro.

✴ La nostra guida con tutte le info per vivere alle isole Canarie da pensionato

In che modo cerchi di aiutarli?

Io sono admin di un grosso gruppo Facebook, con più di 20mila utenti, dove si cerca di consigliare la gente, si cerca di rispondere alle domande ed eventualmente di garantire alcune persone come sicure e affidabili, persone conosciute e già constatate. Poi seguo con altri admins altri gruppi importanti sempre sulle isole e sugli expat. Solo la mail del giornale riceve almeno 7/8 mail al girono di richieste, info e chiarimenti.

✧✧✧ Scopri come investire a Tenerife: i requisiti e i documenti, i costi e molto altro! ✧✧✧

Tenerife per tutti o per pochi?

Tenerife secondo me NON per tutti… qui si fatica molto a trovare un lavoro duraturo e ben pagato. Quindi Tenerife di sicuro per chi ha una pensione o una rendita fissa. Tenerife di sicuro per chi lavora online. Tenerife per chi ha la possibilità di investire in appartamenti (per esempio) e vivere di affitti.

Come si svolge una tua giornata tipo?

Punto dolente, non ce n’è mai una giornata uguale ad un’altra: inizio la mattina presto, intorno alle sette, a rispondere alle mail e ad organizzare le uscite online della pagina del giornale (visitata settimanalmente da circa 70/90 mila persone, con picchi fino a 300 mila). Poi in genere passo per l’ufficio/redazione per incontrare persone che hanno dubbi o richieste di aiuto. Poi pausa di qualche ora, aperitivo con amici, spesa e cucino. E poi rispondo al telefono…..il mio cellulare squilla almeno 50 volte al giorno anche a causa di un pessimo funzionamento del consolato onorario italiano di Tenerife, per cui la gente si rivolge a me anche per cose che non sono di mia competenza, spesso anche solo per essere rassicurate e/o consolate.

Vuoi lavorare alle Canarie? Leggi la nostra Guida!

Quali sono i pro e i contro del vivere a Tenerife?

Pro: un clima ottimo, tranquillità e sicurezza per le strade, panorami eccezionali e 4 ore dal resto d’Europa. Contro: prezzi degli affitti che ora sono saliti alle stelle, la scarsa reperibilità di alcuni prodotti, la qualità del cibo (non eccellente), la distanza delle famiglie, per alcuni la difficoltà con la lingua, il turismo spietato tutto l’anno, e negli ultimi tempi anche parecchio traffico e mancanza di parcheggi soprattutto a sud, nelle zone più frequentate. La poca scelta di teatri, manifestazioni e musei.

Quali sono le bellezze del luogo in cui vivi?

La bellezza secondo me è che si hanno panorami differenti ogni 20 km, mare a perdita d’occhio, montagna (il Teide è la più alta di Spagna), boschi e paesaggi desertici simil lunari, grandi alberghi e caos, ma anche la pace della natura dietro l’angolo. La facilità dei rapporti sociali con gente di tutti i tipi, inglesi, tedeschi, italiani e scandinavi. Qui veramente si vedono le grandi differenze culturali degli europei.

Quali sono i tuoi progetti futuri?

Non faccio mai progetti a lunga scadenza, mi piace la sorpresa del futuro, comunque sicuramente cercare di portare sull’isola qualche mostra, il mio lavoro in effetti, un bel museo…? Chissà!

Buena vida!

binabianchini@gmail.com

www.facebook.com/LeggoTenerife/

www.facebook.com/groups/42393588433/

www.leggotenerife.com

A cura di Nicole Cascione