LONDRA

Sono contenta della mia scelta e la rifarei sebbene sia stata una scelta forzata perché gia’ allora non si trovava un lavoro decente in Italia. Di fondo pero’ devo dire che non mi aspettavo fosse tanto difficile integrarsi, sicuramente questo dipendera’ dal fatto che fondamentalmente la cultura che sento mia e’ una cultura piu’ latina che anglosassone, di fatto a distanza di tanti anni gli amici inglesi che ho si contano sul palmo di una mano. Questa e’ una realta’ che condivido con moltissima gente proveniente da tutto il mondo, anche con chi ha sposato un/una inglese e tuttora non riesce ad adattarsi alla maniera diversa di vedere e vivere le cose.

E’ ovvio che ci sono moltissimi fattori che apprezzo di questa citta’ altrimenti non ci vivrei 🙂 Mi piace ad esempio il fatto che i giovani frequentino i college, che sia una consuetudine per i ragazzi lasciare la famiglia per vivere gli anni della scuola con i  coetanei: ne avessi avuto la possibilita’, avrei sicuramente trovato piu’ facile vivere i miei 20 anni sentendomi cittadina del mondo. I ragazzi viaggiano e fanno le loro esperienze, certamente facilitati dalla lingua ma questo non vuol dire cosi’ tanto alla fine..

☞ Investimenti all'estero? Scopri come fare per aprire un'attività a Londra! ♕

Sebbene la crisi sia assai sentita anche qui credo sia comunque facile trovare qualcosa se ci si adatta o meglio ancora se si hanno competenze specifiche. Non importa quanti anni hai e a che eta’ voglia ricominciare, il bello di questa citta’ a mio parere e’ la possibilita’ di studiare qualunque cosa e migliorarsi in qualunque momento, ho anche amici che occasionalmente fanno le comparse nei film con attori di livello internazionale.

LONDRA

Pero’ non aspettatevi l’Eldorado: come tutte le grandi citta’ Londra tende ad essere dispersiva e caotica, molti rapporti sono superficiali e le classi sociali pesano eccome. E’ inoltre cara e come detto sopra ci si puo’ sentire veramente soli nonostante le 1000 occasioni di incontri – anche online. Non aspettatevi di fare sempre le cose assieme a un amico o un familiare come succede spesso in Italia e anzi, chiedetevi se siete veramente pronti a “lasciare” indietro la famiglia e gli amici di sempre perché puo’ essere veramente difficile nonostante la relativa vicinanza geografica.

Un consiglio che vi do’ se volete trasferirvi cercatevi all’inizio un lavoro con vitto e alloggio: ad esempio una sistemazione au pair per le ragazze o un pub che dia anche la possibilita’ di dormire per i ragazzi. L’accommodation e i trasporti sono carissimi e all’inizio piu’ si risparmia e meglio e’, soprattutto se venite in avanscoperta. Immagino il consolato o l’ambasciata britannica possano fornire degli indirizzi di societa’ e compagnie serie.

✔ Come si vive e quanto costa vivere a Londra? Ve lo raccontiamo nella nostra guida! ✔

In genere lavorare per i grandi coffee shop e’ abbastanza facile: armatevi di un buon CV e presentatevi di persona, spesso ci sono degli open day anche settimanali dove presentarsi per un colloquio di gruppo. Oppure cercate i famosi jobcentre online (le agenzie di collocamento).

Io sono stata bene pero’ dopo tanti anni cerco un posto meno caotico, dove ci si conosce e ci si aiuta tra vicini di casa non perché si debba (qui sono bravi a inculcarti il senso del dovere) ma perché si desidera e soprattutto voglio un posto piu’ caldo perché il concetto di sun holidays lo ho imparato qui: e’ grigio per lo meno 10 mesi l’anno! Pero’ ora che ho piu’ di 30 anni mi spaventa l’idea di ricominciare daccapo: so quanto possa essere difficile. Sebbene avendolo gia’ fatto una volta (bene) si puo’ sempre fare una seconda…. in meglio!

Good luck readers xxx

Barbara

Per avere maggiori informazioni su Londra:

www.mollaretutto.com/cambiare-vita/europa/uk