Monia Dionigi, consulente di viaggi per Evolution Travel, si è avvicinata al network in un momento in cui stava tirando le somme sulla propria vita lavorativa. Dopo aver lavorato per un’agenzia di viaggi prima e per un hotel di lusso poi, ha valutato la possibilità di entrare a far parte del mondo Evolution Travel, per svolgere un lavoro che le permette di fare quello per cui è nata: regalare il viaggio dei sogni. Caraibi, Seyschelles e Maldive, questi i Paesi in cui è specializzata. Il suo consiglio a chi desidera avvicinarsi a questa professione: “Niente si ottiene senza investire, senza formarsi, senza impegnarsi. Consiglio di non avere fretta e di non abbattersi alle prime difficoltà, perché poi la soddisfazione che ne deriva è gratificante”.

Monia Dionigi,

Monia, quando e per quale motivo ti sei avvicinata al mondo di Evolution Travel?

Mi sono avvicinata al mondo di Evolution Travel in un momento in cui stavo tirando le somme sulla mia vita lavorativa. Circa due anni fa, infatti, il mio lavoro precedente stava prendendo una brutta piega. Ho lavorato per nove anni in un hotel di lusso occupandomi del commerciale estero e della normale amministrazione alla reception e mi dispiaceva tantissimo abbandonare il mondo del turismo visto che, prima ancora di essere impiegata in hotel, ho lavorato diversi anni in una classica agenzia viaggi. Quindi, alla fine, sono ben 18 anni che aiuto i clienti a regalarsi il proprio sogno di vacanza. Un giorno, leggendo tra le diverse mail, una in particolare attirò la mia attenzione. Era proprio quella che presentava l’azienda Evolution Travel. Scaricai subito l’allegato e lessi tutto d’un fiato la presentazione. La decisione la presi dopo qualche settimana e dopo aver parlato con Francesco Schettini, responsabile del commerciale. Da lì è partita la mia nuova avventura fatta di formazione, impegno, qualche arrabbiatura come in tutti i lavori e tanta, tanta soddisfazione.

Quali sono le principali differenze che hai riscontrato tra le due modalità di vendita?

Poiché, come dicevo, avevo già un’esperienza precedente nel turismo più “classico”, ho notato delle differenze sostanziali: prima fra tutte, il grande vantaggio di avere un team di consulenti specializzati nelle diverse destinazioni, che mi aiutano nel momento in cui non so rispondere con certezza a domande specifiche su un determinato prodotto. E’ chiaro che, come in tutti i lavori, è necessario fare esperienza per aumentare la propria conoscenza. Infatti all’inizio è stata un po’ dura, ma poiché la passione supera di gran lunga la paura di fallire, ho deciso di continuare questo mio viaggio per fare ciò per cui sono nata: regalare sogni. Quando poi arriva il cliente che nota con quanta professionalità offra la mia assistenza, questo mi ripaga dei momenti di difficoltà, che qualunque è professione comporta.

☞ Scopri come aprire un’agenzia di viaggi: tutte le info e i consigli utili ✍

Di quali zone ti occupi? E perchè?

Ho iniziato questo percorso con il prodotto Caraibi e lo sto seguendo tuttoggi; nel frattempo mi sono specializzata anche sulle Seychelles, mi sto specializzando sulle Maldive e spero di allargare sempre di più il mio bacino, poiché non rinuncio mai a lavorare su qualsiasi destinazione sognata dai miei clienti. Questo è possibile solo perché, con determinazione e costanza, seguo gli approfondimenti che la sede ci mette a disposizione quindi, non arrivo mai impreparata alla telefonata che farò. Quello che sogno per il futuro è appunto ampliare sempre di più le mie conoscenze e, visto che non si lavora solo per sfamare le proprie passioni ma anche la propria famiglia, mi impegnerò affinchè, anno dopo anno, possa aumentare sempre di più il mio fatturato.

Qual è il più bel viaggio che hai organizzato?

Il viaggio più bello che ho organizzato, quello che mi viene in mente per primo, è un tour delle città coloniali di Cuba con estensione mare a Cayo Largo. I clienti sono tornati completamente ubriachi di felicità, sostenendo che questa vacanza è stata in assoluto la più interessante della loro vita.

Cosa consiglieresti a coloro che desiderano intraprendere un percorso professionale simile al tuo?

A coloro che intendono intraprendere questa carriera, senza nascondermi dietro a false illusioni, suggerisco ciò che suggerirei a chiunque desideri aprire un’attività in proprio: niente si ottiene senza investire, senza formarsi, senza impegnarsi. Consiglio di non avere fretta e di non abbattersi alle prime difficoltà, perché poi la soddisfazione che ne deriva è gratificante. Quello che ripeto a me stessa è una citazione, non è mia, ma che mi appartiene: “La salita è dura, ma quando arrivi in cima, il panorama è fantastico.”

Vuoi sapere esattamente come funziona il mestiere del Consulente di viaggi online e valutare se fa per te? Clicca qui!

Vuoi conoscere Monia?Ecco il suo sito di viaggi e vacanze!

Nicole Cascione