Lavorare in un faro

Di Enza Petruzziello per Voglio Vivere Così Magazine

 

Svegliarsi presto la mattina e iniziare la giornata. Aprire la finestra per far entrare la brezza salata, in pace tra il suono delle onde.

Guardare l’oceano mentre l’alba dipinge il cielo di un colore incredibile, che si riversa sul resto della baia.

Aggiungeteci 130mila dollari (più o meno 114mila euro) e questa immagine non potrebbe apparire più idilliaca.

Arriva da un’isola della California, negli Stati Uniti, una delle proposte più allettanti degli ultimi tempi: prendersi cura di un faro centenario, riconvertito in bed&breakfast, diventando il nuovo custode e mantenendo attiva e funzionante questa storica struttura.

Dove sta l’inghippo? Lo stipendio – e quindi anche il lavoro – dovrà essere diviso con un’altra persona. Ma se siete in coppia e siete alla ricerca della vostra grande occasione per fuggire da tutto e tutti, questa proposta allora è perfetta per voi.

 EXTRA! ✎ Le nostre linee guida su come scrivere un buon curriculum di lavoro

LAVORARE IN UN FARO california

L’isola si trova vicino a Richmond, nella baia di San Pablo, ed è parte della più grande baia di San Francisco. Il faro che risale al 1874, è stato costruito per aiutare i marinai a navigare nelle acque nebbiose che circondano la città. Attualmente di proprietà della Guardia costiera statunitense, è gestito dal gruppo no-profit East Brother Lighthouse.

«Per molto tempo è stato abbandonato – spiega il sindaco di Richmond Tom Butt alla CNN-. Lo abbiamo riabilitato cercando un modo per produrre entrate continue pur di mantenerlo attivo».

Dal 1979, infatti, il faro è stato trasformato in un bed and breakfast, aperto quattro giorni alla settimana. I fondi guadagnati dalla locanda servono proprio per il restauro e la manutenzione dello storico edificio.

Butt, che è a capo anche dell’organizzazione che gestisce la locanda, aggiunge: «Si trova in una posizione unica, nella baia di San Francisco ed è uno dei pochi – forse l’unico – B&B che opera su un’isola all’interno di un faro».

Il sito web di East Brother descrive la visita al faro come «un’esperienza avventurosa all’aperto». Ci sono cinque camere disponibili, tutte con il nome della vista dalla finestra della camera: dalla Marin alla San Francisco room.

L’acqua purtroppo è limitata, quindi l’uso delle docce è riservato a chi soggiornerà almeno una notte nel faro. Oltre ad avventure acquatiche, East Brother è orgogliosa di offrire anche specialità culinarie di alta qualità. Il piatto forte della casa è un delizioso Soufflé di pane tostato francese.

Requisiti per candidarsi

E proprio servire cibo di qualità è uno dei requisiti richiesti ai nuovi “custodi”. Come si legge sull’annuncio i candidati ideali dovrebbero essere una coppia, anche se non necessariamente. Dal momento, però, che condivideranno un rapporto ravvicinato, è consigliabile candidarsi con qualcuno con cui ci si trovi bene. Uno dei due, inoltre, dovrà essere in possesso di una licenza nautica per trasportare gli ospiti in barca.

☞ Leggi la nostra guida completa per trasferirsi a vivere in California

Il lavoro, infatti, richiede anche il servizio di traghetti per gli ospiti. In generale i due saranno responsabili della gestione della locanda di cinque stanze, che comprende sia la cena che la colazione, e di tutte le attività relative all’accoglienza, compreso il servizio di pulizia.

I fortunati prescelti inizieranno a metà aprile, dopo due settimane di formazione.

Lavoreranno quattro giorni a settimana, con tre giornate di riposo. Lo stipendio di 130mila dollari include un piano sanitario e l’alloggio sull’isola. Niente male, no?

Affrettatevi, le richieste stanno arrivando da tutto il mondo!

Per candidarsi ecco il link in cui vengono spiegati tutti i dettagli:

www.ebls.org/about/keepers-search.html.