Crisi e pandemia: investire è semplice con gli ETF

Un po’ perché costretti dalla pandemia a passare più tempo in casa e un po’ perché messi alle strette dalla crisi economica, gli italiani hanno subito il fascino degli investimenti.

Il numero di chi si dedica al trading online aumenta sensibilmente ogni giorno, ma è importante muoversi con prudenza e studiare a fondo il mercato azionario. Inoltre, le conoscenze tecniche non bastano: serve anche molta pazienza e una buona dose di sangue freddo.

Avvicinarsi al mercato azionario

Il trading online è ampiamente accessibile a tutti. Esistono diverse piattaforme che offrono il trading gratuito di stock azionari e molti altri strumenti che agevolano i nuovi utenti, come la funzione di social trading, i conti demo gratuiti, o un’assistenza professionale con broker certificati. Il rischio di perdere grosse somme viene minimizzato e, con la piattaforma giusta, anche con i primissimi investimenti è possibile portarsi a casa dei piccoli successi.

☞ Hai un bel gruzzolo e vuoi farlo fruttare? Leggi la nostra guida su come investire 300000 euro! ♕

Questo non deve però mettere in secondo piano la formazione professionale, soprattutto dal momento in cui la maggior parte delle risorse sono gratuite o richiedono una spesa molto bassa: si può partire con leggendo libri, frequentando corsi online e seguendo account a tema sui social media.

Il passo successivo sono i corsi a pagamento forniti da broker e il supporto di analisti qualificati.

I primi passi con i conti demo

Una volta acquisite le conoscenze base, si può procedere con la creazione di un conto demo gratuito.

È consigliabile innanzitutto prendere confidenza con la piattaforma scelta, informarsi a fondo sul suo funzionamento ed esplorare tutte le funzioni disponibili. Successivamente, si può iniziare a monitorare i mercati e provare ad aprire delle posizioni favorevoli, stabilendo una strategia d’investimento e impostando un importo stop loss. Nei giorni a seguire, il valore delle azioni potrebbe variare anche sensibilmente: seguirne l’andamento e capire quando chiudere è il modo migliore per imparare.

Quando si vorrà passare al denaro reale, si potrà utilizzare la stessa piattaforma oppure cambiare se non ci si è trovati bene. Alcune sono infatti più indicate per gli investitori alle prime armi, altre si rivolgono ai trader esperti, altre ancora si focalizzano più su un mercato piuttosto che l’altro.
Qualunque sia la scelta, è fondamentale verificare le credenziali della società ed essere sicuri al 100% di volersi affidare a essa.

Studiare i trading online

Perché iniziare con gli ETF

Anche per quanto riguarda gli asset, alcuni sono più indicati per i nuovi investitori. Gli ETF sono fondi o SICAV a basse commissioni di gestione che hanno avuto un enorme successo tra i nuovi trader grazie alle seguenti caratteristiche:

1. Semplicità

Gi ETF sono strumenti passivi che replicano l’andamento dell’indice benchmark a cui si riferiscono (azionario, obbligazionario, di materie prime, ecc.) o alla strategia obiettivo (short e leverage). Possono essere acquistati e venduti come se fossero normali azioni.

【 Scopri i nostri consigli su come investire 10.000 euro

2. Trasparenza

Rispecchiando un indice di mercato, gli ETF consentono agli investitori di essere perfettamente consapevoli del rischio e del rendimento del proprio investimento. Il prezzo si aggiorna in tempo reale con l’indice di riferimento.

3. Flessibilità

Gli ETF non hanno scadenza e allo stesso tempo sono quotati in Borsa in tempo reale. L’investitore può quindi variare la durata dell’investimento in funzione dei propri obiettivi, andando dal brevissimo termine (trading intraday) al medio/lungo termine.

4. Economicità

La gestione passiva e la quotazione in Borsa eliminano i costi tipici della gestione attiva e della distribuzione. In più, il lotto minimo di negoziazione è pari a una sola quota e quindi è possibile aprire posizioni anche per importi ridotti.

5. Zero rischio emittente

Il patrimonio degli ETF è esclusivamente di proprietà dei possessori delle quote, quindi anche in caso di insolvenza delle società di gestione, amministrazione e promozione del fondo, il patrimonio dell’ETF non verrebbe intaccato.

Le potenzialità del trading

Al contrario dei pregiudizi, investire si rivela dunque un’attività alla portata di tutti. È possibile iniziare con importi bassi e affacciarsi su più mercati, purché ci si affidi a un intermediario autorizzato e si sia disponibili a imparare.