Guadagnare 100000 euro in un anno

Guadagnare 100.000 euro in un anno è il sogno di molti. E come sappiamo, per riuscire a guadagnare cifre così alte non sempre basta essere bravi nel proprio lavoro. Bisogna spesso creare qualcosa, un business, cavalcare un’onda, rispondere a un bisogno, intuire una nicchia, avere coraggio e fortuna. E osare.

Esistono infatti diversi modi per guadagnare 100.000 euro in un anno, anche se non si ha alcuna esperienza. Eh no, sperare di ricevere un’eredità da uno zio americano di cui non sapevamo nemmeno l’esistenza non rientra tra le opzioni!

Di sicuro, è possibile guadagnare tanti soldi in poco tempo solo se si lavora molto duramente. In questo post vi mostriamo alcune delle migliori idee per guadagnare velocemente e raggiungere l’obiettivo. Abbiamo scelto di farlo raccontando anche le storie di chi ci è riuscito.

✍ Scopri i metodi più seri ed efficaci per guadagnare 5 euro al giorno online

1. Influencer

Lontani dai numeri e dai guadagni milionari di Chiara Ferragni, ci sono molti “influencer” che riescono a guadagnare 100.000 euro online in un anno (alcuni anche in un mese) grazie ai video, le foto e i post condivisi sui social.

Diventati famosi grazie a Instagram, YouTube, Facebook o un blog, gli influencer hanno negli ultimi anni conquistato la fiducia dei loro seguaci, condizionandone profondamente i gusti. I loro suggerimenti non sono, però, sempre disinteressati: spesso vengono pagati dalle aziende.

I brand infatti chiedono ai famosi del web di dare spazio ai loro prodotti nei post su Instagram o nei video YouTube, dietro un compenso: è la cosiddetta sponsorizzazione. Quanto si guadagna in concreto? Il tariffario non è fisso: cambia in base all’azienda, alla campagna pubblicitaria e a decine di altre variabili. Proviamo però a darvi un’idea.

  • Influencer con 100mila follower: guadagna da 0 a 500 euro a collaborazione; dove per zero intendiamo omaggi e gadget;
  • Influencer con 500mila follower: da 500 euro a 5mila euro;
  • Influencer con oltre un milione di seguaci: il compenso va dai 2.500 euro ai 10mila euro.

Oltre alla Ferragni, in Italia altri influencer importanti sono Gianluca Vacchi, Fedez e Giulia de Lellis. Non occorre arrivare al loro numero di followers per riuscire a guadagnare 100.000 mila euro in un anno. Spesso, come abbiamo visto, bastano anche 100 mila seguaci.

100 mil euro anno influencer

Approfondimento consigliato → Scopri come cercare l'oro in Italia ✩

Ma attenzione. La strada per diventare influencer e farsi pagare ha bisogno di tempo e tanta pazienza. Fare belle foto e acquistare follower per far vedere che avete tante persone che vi seguono non è sufficiente. È necessario fare storytelling e creare un percorso di valore. Solo in questo modo potrete sperare di farvi notare e pagare dalle aziende.

2. YouTuber

Mentre realizzare video su YouTube una volta era visto semplicemente come un hobby divertente, molte persone negli ultimi anni sono riuscite a fare carriera pubblicando video: di viaggi, di cucina, di musica, filmati divertenti ecc. Oggi, molti YouTuber arrivano a guadagnare cifre davvero incredibili.

Del resto, si tratta di uno dei canali più utilizzati e visti. Basti pensare che ogni mese, circa 2 miliardi di persone guardano qualcosa sulla piattaforma video di proprietà di Google. Ogni giorno vengono visualizzate circa un miliardo di ore di video e pubblicate ogni minuto oltre 300 ore di contenuti.

I guadagni per chi crea questi contenuti (gli YouTuber, appunto), crescono al vertiginoso ritmo del 40-70% da un anno all’altro. Lo dimostra il caso della piccola Boram, una bimba sudcoreana che ha ben due canali su YouTube (in totale, più di 31 milioni di follower) in cui parla di giocattoli e dà “consigli” ai coetanei, che è riuscita a guadagnare abbastanza da spendere oltre 7 milioni di dollari per comprarsi un palazzo a Seul.

▶ Potrebbe interessarti anche: Cos'è e come funziona il matched betting

3. Lavorare e risparmiare

L’ultimo metodo è quello più classico: lavorare e risparmiare su tutto. Sulle uscite con gli amici, sulle spese mensili, sull’abbigliamento. Ne è un esempio una giovane americana, Tori Dunlap, 25enne digital marketing manager di Seattle. Appena finita l’università, Tori si era prefissata un obiettivo: riuscire a guadagnare 100.000 dollari entro i 25 anni. Ci è riuscita a 24.

In che modo? Conducendo una vita normale. Ha impiegato dieci settimane di lavoretti prima di trovare quello di oggi, durante i quali ha pensato di non poter raggiungere l’obiettivo perché stava consumando i suoi risparmi. Per aumentare le entrate, si è offerta di tenere anche dei workshop per guadagnare soldi extra e si è imposta di mettere via il 30% esatto delle sue entrate complessive.

Quando le veniva voglia di mangiare fuori pensava che era inutile, visto che aveva del cibo già pronto in casa. Fare una passeggiata insieme e mangiare a casa era ciò che proponeva agli amici, che si dimostravano molto felici di accontentarla. Con buona pace della sua vita sociale. E nonostante abbia raggiunto l’obiettivo, oggi Tori mette da parte ancora il 27% dei suoi guadagni e ha ricominciato a mangiare fuori più spesso, anche solo per il gusto di farlo.

Cosa ci insegna la sua storia? Che spesso basta far a meno del superfluo per scoprirci un po’ più ricchi. Solo rinunciando a qualcosa, potremmo accorgerci di aver speso negli anni tanti soldi inutilmente. Abbiamo proprio bisogno di quell’ennesima t-shirt?