I paesi migliori dal punto di vista del costo della vita

Prima di tutto mi presento a coloro che ancora non mi conoscono: sono Roberto Stanzani, autore dell’e-book “Eden, trova il Tuo Paradiso Terrestre” che è uno strumento creato per chi è in cerca del luogo migliore in cui trasferirsi tra i 196 Stati del pianeta. In esso vengono analizzati tantissimi importanti argomenti tra cui il clima, il costo della vita, la criminalità e molti altri. Ogni argomento è presentato attraverso una mappa mondiale appositamente creata che svela, in maniera chiara ed immediata, la reale situazione di ogni singolo Stato del mondo. Con l’articolo di oggi voglio rivelare quali sono nella realtà i paesi migliori dal punto di vista del costo della vita.

Inizio col dire che per poter condurre una stile di vita Occidentale, in Italia si spendono mediamente 1000 euro al mese. Per stile di vita Occidentale si intende il fare la spesa per poter mangiare 3 volte al giorno, andare in pizzeria/ristorante almeno una volta alla settimana, utilizzare un cellulare, avere un abbonamento internet, pagare la benzina per la macchina o l’abbonamento dei mezzi pubblici, pagare l’affitto di un appartamento di piccole dimensioni con le relative bollette. Fare tutto questo in Italia costa in media 1000 euro al mese. Ma come è ovvio che sia, ogni nazione ha un costo della vita diverso.

Rispetto ai paesi industrializzati (dove vivere ha i costi più alti), il resto degli Stati del mondo consente di condurre un’esistenza a costi nettamente inferiori. Ci sono moltissimi luoghi dove mantenere lo stesso tenore di vita cui si è abituati in Italia costa anche meno della metà. Più avanti scopriremo quali sono i paesi con il costo della vita più basso.

Prima però di entrare nello specifico dei nomi, vorrei farvi osservare un fatto curioso che accade spesso a chi si trasferisce in nazioni il cui costo della vita è di molto inferiore a quello italiano: in questi paesi si scopre che non è necessariamente desiderabile conservare il proprio tenore di vita. Nella maggior parte dei casi infatti, spostarsi in un luogo lontano non implica solo cambiare coordinate geografiche, ma anche stile di vita. Quello che oggi potrebbe sembrare assolutamente indispensabile, è probabile che domani apparirà eccessivo, se non addirittura fuori luogo, immorale, o persino completamente inutile. Vivere all’interno di culture diverse, che sicuramente danno importanza ad altri valori, significa anche ampliare i propri orizzonti. Non è infrequente assistere ad una caduta di quelle sovrastrutture mentali che si erano create a seguito di una vita vissuta in realtà piene di tradizioni consumistiche che si era finito per considerare indispensabili. Ed allora si diventa testimoni di un fenomeno curioso, ovvero si decide spontaneamente di rallentare la propria corsa per l’accaparramento di nuovi oggetti e ricchezze, preferendo invece uno stile vita più genuino con il risultato di semplificarsi la vita. Ecco quindi la morale: lasciare l’Italia per un paese in cui la vita costa molto meno, significa in tanti casi semplificarsi la vita.

Tornando all’argomento di questo articolo e cioè il costo della vita, voglio rivelare quali sono nella realtà i paesi migliori. Esaminando la mappa mondiale del costo della vita che si trova all’interno dell’e-book “Eden, trova il Tuo Paradiso Terrestre” si può vedere chiaramente che esiste un elevato numero di nazioni che ha un costo della vita inferiore rispetto ai paesi industrializzati.

Ho deciso di mostrarvi una porzione della mappa per svelarvi il grande divario che c’è tra i paesi europei ed altri Stati non molto lontani. In colore verde scuro sono contraddistinti i paesi nei quali il costo della vita è più basso, in colore rosso quelli con il costo della vita più alto.

il costo della vita nel mondo

Quello che avete appena visto è solo un esempio limitato, ma visionando la mappa nella sua interezza è molto interessante rendersi conto che tra i 196 paesi indipendenti del pianeta sono circa 170 le nazioni che hanno un costo della vita più basso di quello italiano. Inoltre, è ancora più intrigante constatare che rispetto all’Italia sono circa 60 gli Stati dove la vita costa meno della metà.

Ho voluto riportare la lista delle nazioni con il costo della vita più basso. Questa è la classifica dei primi 10 paesi:

  1. Gambia
  2. Etiopia
  3. Cambogia
  4. Tanzania
  5. Kirghizistan
  6. Nepal
  7. Pakistan
  8. Tagikistan
  9. Vietnam
  10. Nicaragua

Il luogo dove, in assoluto, mantenere uno stile di vita Occidentale costa meno è il Gambia con 300 euro mensili. Il Nicaragua, l’ultimo della top ten, segna comunque un interessantissimo 350 euro mensili. Per chi desiderasse avere una visione globale e conoscere la situazione di tutti i 196 paesi del mondo consiglio la lettura integrale dell’e-book “Eden, trova il Tuo Paradiso Terrestre”. Maggiori informazioni sugli argomenti trattati nell’e-book (come ad esempio Clima, Criminalità, rispetto dei Diritti Umani ecc..) si possono trovare sul sito ilmioeden.it

L’e-book è disponibile su Amazon, iTunes, IBS, Excalibooks e molti altri portali.

Grazie per avermi letto.

Roberto Stanzani

[email protected]