Big Corn Island – Nicaragua

Ci scrive Giorgio che da anni si è trasferito a vivere in una piccola isola, Big Corn Island, al largo del Nicaragua.

Leggendo il racconto è bello capire come non ci sia età che possa frenare il desiderio di realizzare un sogno.

Nel 1998 per dare una svolta alla mia vita, sono venuto in Nicaragua con mio fratello e un amico per lavorare nel progetto di costruzione di un Hotel italiano. Strada facendo il progetto originario sì è trasformato fino a diventare un Centro di Riabilitazione Motoria nato con la collaborazione dell’ Ospedale San Raffaele e la Provincia di Milano, gestito da medici nicaraguensi, aiutati da medici italiani, e con macchinari e tecniche professionali italiane.  Nel 2003 al termine di questo progetto ho pensato di rimanere qui, e avendo 67 anni, c’è voluto veramente un bel coraggio.

Così sono venuto a Corn Island che si trova ne Mar dei Caraibi, dove già venivo in vacanza.

Corn Island Nicaragua

L’isola è molto bella, il tempo qui si e fermato e la vita scorre in modo molto semplice senza turismo  di massa. Qui vive qui un’ altra coppia italiana che ha un piccolo Hotel, e un’ altra italiana nell’altra isola più piccola qua vicino( Little Corn Island) e alcune persone dagli Stati Uniti. La natura nell’isola è rigogliosa e c’è sempre una brezza che mitiga il caldo e non ci sono praticamente uragani (l’ultimo è stato nel 1980) le coste sono sabbiose da una parte e dall’altra e sono protette dala barriera corallina.

Qualche tempo fa ho trovato un grande terreno in vendita e dato che volevo investire oltre che vivere sull’isola l’ho comprato. Adesso vivo in una casa di legno di fronte al mare circondato da gente tranquilla e da un mare estremamente pescoso.

Chi pesca di professione al termine della giornata regala alle mamme e agli anziani il pesce che ha misura non adatta alla vendita alla compagnia del pesce che vende a Miami.

Questa compagnia è di un certo Morgan, la persona più importante dell’isola, e sostiene di essere l’erede del famoso pirata; infatti le prime famiglie che popolarono l’isola si dice che fossero Inglesi e che praticassero la pirateria.

Nicaragua corn island

Se si guarda con attenzione la mappa dell’isola è facile scoprire dalla forma che questa è la famosa isola del teschio, dove si rifugiavano i pirati.

A Corn Island si parla Inglese e Spagnolo (gli anziani solamente l’inglese), si vive di pesca e i ritmi di vita sono estremamente lenti (ci vuole pazianza perchè qui il motto è “manana” …perchè fare oggi quello che si può fare domani ?).

La parte della popolazione, erede degli schiavi di un tempo, nel mese di Agosto festeggia la ricorrenza della fine della schiavità mangiando zuppa di granchio e bevendo Rum.

Se qualcuno sogna di cambiare vita e vivere in un posto paradisiaco mi scriva.

Qui ci sono ancora terreni in vendita e con lo spirito di iniziativa tipico italiano non mancano certamente le cose da fare….non ci sono pizzerie, né ristoranti, né artigiani creativi come i nostri….insomma ci sono tutti i presupposti per realizzare un sogno nei Caraibi.

E per chi volesse venire a trascorre una fantastica vacanza in riva al mare a Big Corn Island ho riservato per i lettori di Voglio Vivere delle interessanti offerte. Scoprile nella pagina delle NEWS.

Giorgio Giorgi

[email protected]