È nei mesi tra giugno e agosto che le spiagge del nostro Paese si offrono ai turisti in tutta la propria bellezza, mettendo in mostra i motivi per i quali sono così apprezzate e gradite anche da chi arriva dall’estero. Tuttavia, se si è amanti della Sardegna o della Sicilia, si ha la possibilità di godersi una vacanza al mare anche in primavera, tra aprile e maggio, e sul finire del periodo estivo, nel mese di settembre. Insomma, ogni momento è quello giusto per vivere aria di vacanza, all’insegna del relax e con temperature sempre piacevoli. Il clima è sempre dalla parte dei vacanzieri, se è vero che in estate le piogge sono poco frequenti. I litorali, piuttosto, sono accarezzati da una piacevole brezza marina, destinata a essere gradita in modo particolare da chi ama passare tante ore sotto il sole, ma anche dagli appassionati di windsurf, di kitesurf e di altri sport acquatici.

Alpitour: le migliori spiagge italiane per una vacanza rilassante

Con Alpitour si può prenotare una vacanza in un villaggio turistico in grado di offrire tutti i comfort, per grandi e piccini. Ma quali sono le spiagge del nostro Paese ideali per staccare la spina dopo un lungo anno di lavoro e di fatiche? In Sicilia, per esempio, si potrebbe optare per la spiaggia di Calamosche, ma anche per quella dell’Isola dei Conigli. Qui il silenzio regna sovrano, in contesti riparati dove il turismo di massa e le folle non arrivano: si tratta di ambienti ideali per entrare a diretto contatto con la natura, per dedicarsi alla contemplazione o per leggere il proprio libro preferito, magari mentre si gusta una bibita fresca. Ma è vietato lasciare rifiuti in spiaggia, ovviamente!

La Calabria e la Sardegna

La Calabria e la Sardegna rappresentano altre due ragioni che offrono una grande varietà di destinazioni tra cui scegliere. In particolare, in Calabria sono numerose le spiagge che mettono a disposizione i più importanti comfort e servizi essenziali anche per le famiglie con i bambini: tra i nomi da ricordare ci sono quelli di Praia da Mare e della Baia delle Grotticelle. Ma la Sardegna non è da meno quando si parla di location consigliate ai turisti che amano i posti più tranquilli per una vacanza: in questo caso vale la pena di puntare su Cala Goloritzè o sui paesaggi impervi di Cala Domestica, che offrono tranquillità e pace indispensabili per accantonare tutte le tensioni accumulate nei mesi precedenti.

Un viaggio all’insegna del divertimento in Puglia

Tra le regioni del Sud Italia, la Puglia sembra essere quella orientata verso il divertimento più spinto: vuoi per i tanti festival musicali che arricchiscono le sue sere estive, vuoi per le infinite sagre di paese che affollano il calendario, vuoi per le invitanti feste in spiaggia che attirano l’attenzione a qualunque ora del giorno e della notte. Quando si ha voglia di farsi travolgere dalle onde della movida si può puntare il navigatore verso Torre dell’Orso, a pochi passi da Otranto, ma un’altra spiaggia da non dimenticare è quella di Cala Porto, nel territorio di Polignano a Mare, immortalato da molti film italiani degli ultimi anni grazie al lavoro svolto dalla Apulia Film Commission.

✈ Viaggiare all'estero nel 2020? Scopri i Paesi dove si può viaggiare dall'Italia in epoca di Coronavirus! ✈

Come scegliere la vacanza giusta

La Puglia è caratterizzata da un continuo susseguirsi di calette che si alternano sul litorale, spesso nascoste da paesaggi rocciosi e proprio per questo ideali per le persone che hanno sete di tranquillità. Non mancano, in ogni caso, le spiagge di rena sottile e bianca, contesti magici per una passeggiata alle prime luci dell’alba o nei minuti del tramonto, con giochi di luce e colori a dir poco spettacolari. Ma una vacanza in Puglia permette anche di frequentare locali affacciati sul mare con la musica a tutto volume e di sorseggiare un aperitivo dietro l’altro con amici e nuove conoscenze. I tanti porti disseminati tra la costa ionica e quella adriatica, poi, catturano la curiosità di chi ama gli scenari più pittoreschi e i paesaggi da cartolina. Se pensate che le esperienze da vivere in Puglia siano finite, però, vi sbagliate, perché mancano ancora le masserie, i trulli e tutte le gite nell’entroterra che permettono non solo di scoprire i sapori più genuini della cucina locale, ma anche di entrare in contatto con la cordialità della popolazione del posto.

Che cosa fare in Sardegna

La Sardegna è una meta privilegiata per le vacanze non solo dei turisti italiani, ma anche di quelli stranieri. Al termine del viaggio, si sarà colti da un moto di nostalgia, e sarà davvero difficile riuscire a staccarsi da una terra così particolare e unica nel suo genere. I paesaggi selvaggi non possono lasciare indifferenti, con una natura incontaminata che permette di respirare un’atmosfera di quiete a cui sembra quasi complicato credere. Gli intensi profumi della macchia mediterranea che si diffondono lungo le spiagge più belle della Sardegna, invece, ripagano la fatica affrontata per le tante ore di cammino necessarie per raggiungere le calette più isolate, e proprio per questo motivo ancora più attraenti. Quel che è certo è che in tutto il territorio sardo la natura regna sovrana. Non solo nei paesaggi marini delle località balneari, ma anche nei più sperduti villaggi in montagna, dove basta una festa di paese con balli e piatti tipici per dimenticare tutte le paure e tutte le fatiche.

Che cosa fare in vacanza in Italia

Il territorio italiano mette a disposizione dei turisti una grande varietà di strutture ricettive, ideali per assecondare le esigenze di tutti e soddisfare qualsiasi tipo di preferenza di viaggio: ecco, quindi, le spa per chi vuol coccolarsi e dedicarsi alla cura di sé, i centri sportivi per chi desidera cimentarsi nel windsurf o fare un giro in canoa e i paesi con i vicoli punteggiati da negozietti e boutique per chi non riesce a resistere alla voglia di shopping. Insomma, l’Italia è il posto migliore per andare in vacanza, che si sia amanti delle immersioni, delle sagre o della movida notturna più sfrenata.