I paesi con maggiore libertà di espressione

La nostra è stata definita l’era dell’informazione. Nonostante personalmente io pensi non esistano Nazioni dove la Stampa sia veramente libera, nel mondo ci sono Stati che più di altri permettono un’informazione corretta. Certo, ci sono anche Governi totalitari che fanno conto sull’ignoranza (nel senso di causata inconsapevolezza) della popolazione per dominare incontrastati. Ma ne esistono alcuni che più di altri consentono una più ampia libertà di espressione.

La libertà di stampa é una delle garanzie fondamentali che un Governo democratico dovrebbe (e sottolineo dovrebbe) garantire ai propri cittadini. Un’informazione libera dovrebbe permettere a tutti di ricevere informazioni dettagliate, complete, e non sottoposte a censura. Tutti i mezzi di informazione esistenti dovrebbero poter riportare le notizie nella loro evidenza e realtà. Inoltre, non essendoci una sola interpretazione della verità, tutte le possibili interpretazioni dovrebbero essere libere di essere espresse.

libertà di espressione

Purtroppo invece di solito si assiste ad un coro uniforme di cosiddetti giornalisti che divulgano notizie senza nemmeno tentare di dare una versione alternativa a quella più o meno imposta da qualche potere superiore.  Nel mondo di oggi assistiamo a guerre e disordini in Ucraina, in Medio-oriente, in Africa… Ci sembrano guerre lontane, non ci sentiamo responsabili di ciò, ma dovremmo informarci meglio e forse anche in maniera alternativa. Perché è molto probabile che la realtà non sia proprio come quella che ci raccontano. Gli Occidentali sono più responsabili di quello che credono, ma una Stampa non pienamente libera, omette spesso e volentieri di rivelare i fatti nella loro effettiva autenticità.

C’è infatti un punto fondamentale da toccare: il concetto di libertà di stampa é strettamente legato al concetto di indipendenza della stampa; i giornalisti, e più in generale i media, non dovrebbero essere sottoposti a nessun tipo di influenza esterna, nazionale o extranazionale. Purtroppo non è quasi mai così!

E allora quali sono oggi i paesi nei quali la libertà di Stampa è più tutelata? Prima di rispondere alla domanda voglio precisare che per scrivere questo articolo ho preso direttamente ispirazione, informazioni e dati dall’e-book Eden, trova il Tuo Paradiso Terrestre, un vero e proprio strumento operativo che serve per analizzare la situazione di tutti i 196 Stati del mondo approfondendo temi basilari per chi vuole individuare il paese ideale per se stesso. Alcuni temi sono di carattere geo-fisico (come il Clima e l’Inquinamento Atmosferico), altri sono di carattere economico (come il Costo della vita e il Livello Salariale), altri ancora sono di carattere sociale (come la Qualità della Sanità e, appunto, la Libertà di Stampa). Come in una moderna caccia al tesoro, alla fine della lettura, si è in grado di individuare il paese migliore in base alle proprie necessità, aspettative e situazione economica. Uno strumento semplice da utilizzare, molto valido e moderno.

Fatta questa precisazione torniamo nel pieno dell’argomento di oggi. Per un attimo vorrei lanciare uno sguardo anche verso quegli Stati totalmente antiliberali che, impiegando agenzie di stampa a conduzione statale, promuovono la propaganda governativa con metodi addirittura repressivi.

Per comprendere quanto quello del giornalista possa essere un mestiere pericoloso, basti pensare che nel solo anno 2003, 42 reporter hanno perso la vita ed almeno 130 sono finiti in prigione per via della loro attività. Negli anni più recenti, la situazione globale è addirittura peggiorata, ovunque.

Dai rapporti di Freedom House e altre organizzazioni non governative come Reporters sans frontières ci si riesce a fare un quadro del livello di libertà di stampa nel mondo, ed è penoso constatare che per il decimo anno consecutivo si ha una sostanziale diminuzione della libertà di stampa. Meno del 15% dei cittadini del mondo può legittimamente affermare di vivere in paesi dove è garantita la libertà di stampa e quindi d’espressione. Fortunatamente la situazione non è così negativa ovunque e possiamo osservare che pluralismo e libertà nella diffusione delle notizie non sono una prerogativa dei paesi usualmente considerati più sviluppati. Nel rapporto della Freedom House ad esempio, appare che il Costa Rica è migliore di molte nazioni Occidentali. Da questo punto di vista è certamente meglio dell’Italia (che si trova in 65esima posizione insieme alla Namibia).

Parlando dei paesi migliori del mondo ecco qui la top ten che è occupata da un gruppo di nazioni appartenenti al continente europeo:

  1. Olanda
  2. Norvegia
  3. Svezia
  4. Belgio
  5. Finlandia
  6. Danimarca
  7. Islanda
  8. Lussemburgo
  9. Svizzera
  10. Andorra

Tutti paesi che più di altri hanno saputo mantenere una certa indipendenza di pensiero. Senza dubbio quello della libertà di Stampa non è l’unico parametro da tenere in considerazione nella ricerca del paese migliore in cui trasferirsi, ma è comunque da tenere in considerazione.

Per chi desiderasse avere una visione globale e conoscere la situazione di tutti i 196 paesi del mondo consiglio la lettura integrale dell’e-book “Eden, trova il Tuo Paradiso Terrestre”. Maggiori informazioni sugli argomenti trattati nell’e-book (come ad esempio Clima, Costo della Vita, Livello Salariale, Aspettativa di Vita, Presenza di Prostituzione, ecc..) si possono trovare sul sito ilmioeden.it

L’e-book è disponibile su Amazon, iTunes, IBS, Excalibooks e molti altri portali.

Roberto Stanzani

[email protected]