Lo psicologo per gli expat: Psyonline.it

Trasferirsi all’estero comporta una serie di cambiamenti. Nuove abitudini, nuovi orari, allontanamento dagli affetti, aspetti che il più delle volte creano stati di forte disagio emotivo e disorientamento, specialmente in chi è stato costretto ad abbandonare il proprio Paese.

A supporto di coloro che si ritrovano a vivere questa condizione di disagio, interviene il Servizio di Consulenza e di Psicoterapia Online.

La dott.ssa Alessia Potere, psicologa iscritta all’Albo della Regione Puglia, nella seguente intervista ci parla del sito www.psyonline.it attraverso il quale è possibile usufruire di uno psicologo online, servizi di psicoterapia individuale e terapie di gruppo.

Un servizio fondamentale per tutti coloro che affrontano il trasferimento per necessità.

Dott.ssa Potere ci parli di psyonline.it:

Attraverso il sito www.psyonline.it, in collaborazione con il Dott. Burdi, psicologo-psicoterapeuta di esperienza ventennale, offriamo supporto psicologico agli italiani all’estero.

Sono molti gli italiani all’estero che la contattano per una consulenza?

Il numero dei contatti è cresciuto esponenzialmente negli ultimi mesi, in modo proporzionale agli espatri registrati.

A seguito del cambiamento di vita e del trasferimento all’estero, i contraccolpi subiti dagli italiani provocano disagi emotivi e disorientamento, soprattutto per chi non ha scelto di abbandonare il proprio Paese, ma ne è stato costretto per la perdita o la mancanza del lavoro.

Ed ecco che, oltre ad eventuali stati depressivi causati da aspettative disattese e dalla lontananza dai propri affetti, si possono aggiungere periodi in cui si ha la sensazione di non potercela fare da soli ed emozioni correlate alle trasformazioni che sono da comprendere ed elaborare.

Principalmente chi si rivolge al servizio?

Ad usufruire del Servizio di Consulenza e di Psicoterapia Online sono tutti gli italiani trasferiti all’estero che hanno difficoltà a reperire in loco uno psicologo psicoterapeuta di lingua italiana e tutti coloro di madrelingua che hanno difficoltà ad uscire o a spostarsi da casa.

Quali sono i problemi più frequenti?

Le maggiori difficoltà emerse sono relative all’adattamento a nuove condizioni di vita quotidiana e alla creazione di una nuova rete di amicizie; al distacco dalla famiglia e dal complessivo contesto d’origine; alla gestione a distanza di problematiche legate a circostanze impreviste avvenute prima della partenza come la malattia, la morte di un familiare, la separazione dal coniuge.

Inoltre, non sono da sottovalutare problemi come isolamento/solitudine, ansia, fobie, stati depressivi, somatizzazioni. Nel tempo, possono emergere anche altre problematiche legate alla storia personale del paziente.

Qual è il supporto offerto dal team?

Il supporto offerto dal team riguarda:

  • Le consulenze psicologiche online al fine di offrire una solida mano accompagnatrice in condizione di solitudine per italiani alla ricerca di lavoro o di inserimento nelle attività di studio o di introversione sociale.
  • Un servizio di psicoterapia individuale online a distanza, per il trattamento e l’approfondimento di alcune forme di disturbo come: ansia, depressione, somatizzazioni, attacchi di panico, etc.
  • Un servizio di terapia di gruppo in cui il nostro network diventa il contenitore dell’incontro tra più soggetti a distanza che saranno in grado di potersi interfacciare tra loro e con il professionista psicoterapeuta. Lo scopo è fondamentalmente socializzante-aggregante e potenzialmente risolutivo per problematiche affini.

vivere il cambio

Quanto è importante il supporto psicologico in un trasferimento all’estero?

Il supporto psicologico è fondamentale nella misura in cui il trasferimento è affrontato come una necessità e non come una spinta motivazionale autonoma e di piacere.

Sebbene il popolo italiano sia sempre stato un popolo di migranti, è presente una profonda differenza culturale e di approccio al “nuovo”, rispetto alle popolazioni di altri Paesi, senza andar troppo lontano, come quelli del nord Europa.

I forti legami familiari e amicali, l’attaccamento alle tradizioni, il saper “fare gruppo”, caratteristiche preponderanti degli italiani, a fronte di una eccessiva autonomia delle popolazioni del nord Europa fin dalla giovanissima età, predispongono l’italiano al bisogno costante di “un porto sicuro dove riprendere forze per ripartire a navigare nel mare della vita”.

Considerato che, rispetto alle nostre generazioni precedenti, possediamo un vantaggio in più, quello della tecnologia, che riduce la distanza spazio/tempo, perché non usufruirne?

Cosa bisogna fare per ottenere una consulenza psicologica online?

Per accedere al servizio online è necessario inviare una richiesta inserendo i propri dati in un modulo che potete trovare nel sito o via mail all’indirizzo: [email protected].

Nel primo contatto è importante descrivere in modo approfondito la propria condizione personale, includendo dati come l’età, la comparsa e l’evoluzione del problema, la situazione familiare e professionale e tutto quello che si ritiene attinente al problema in questione.

Il contenuto della mail, nel rispetto del codice deontologico, rimarrà strettamente confidenziale a tutela del segreto professionale.

[email protected]

A cura di Nicole Cascione