Micaela e la sua vita thailandese

“Se si sta bene con se stessi, si potrebbe vivere ovunque” piú che vero e scontato direi!

Per quanto mi riguarda non basta, é assolutamente indispensabile avere il mare a “pochissimi centimetri” da me. Questo infatti, ha condizionato tutta la mia vita in positivo.

La mia magia é incominciata subito. Solo pochi giorni dopo la mia venuta al mondo, mia madre mi ha portata a “respirare” il mare. Da quel momento la mia energia dipende dalla vicinanza o no, da questo immenso movimento di acqua.

Nel corso degli anni poi, ho avuto l’occasione e la fortuna di addentrarmi, con l’aiuto della “tecnologia”, in quello che si puo’ definire tranquillamente, un altro pianeta, un altro mondo, un altra vita!

Insomma, il mare come protagonista della mia vita, sotto e sopra e, come lui, sempre in movimento, mai ferma. Sin da piccola, per via del lavoro dei miei genitori, con la mia famiglia abbiamo fatto ben 28 traslochi forse sarà anche per questo che le mie radici sono in Italia certo, ma la mia casa e’ una valigia sempre pronta.

Il vero cambiamento é avvenuto circa 12 anni fa. Attrezzatura diving, qualche libro e via, in giro ad esplorare i mari e gli oceani piu’ affascinanti del mondo tramite il mio lavoro: l’istruttrice subacquea. Insegnando ad andare sott’acqua ho sempre cercato di trasmettere a tutti quelli che finivano nel mio percorso l’amore per il mare e il rispetto per la natura.

Mediterraneo, Maldive, Mar Rosso, Barriera Corallina Australiana ed infine Thailandia. Dopo anni di vita da “nomade”, l’isola di Phuket mi ha trovata!

Non posso affermare ora che sarà la mia casa per sempre, del resto un po’ zingara lo sono, ma sicuramente negli ultimi 5 anni é stato il luogo che mi ha accompagnato in maniera piena e speciale.

Non per nulla é qui che abbiamo concepito nostro figlio. É qui che e’ nato, ed è qui che, per ora, abbiamo deciso di farlo crescere.

Perché?  Semplicemente perchè credo che vivere qui sia magico! NO, non vivo nel mondo delle favole, anzi, sono molto concreta, ottimista si, ma realista.

Questo mi porta a vedere la vita meravigliosa che si puo’ fare stando qui. Ci sono tante piccole grandi cose che fanno la differenza e rendono la vita migliore. La facilitano e, se si é onesti con se stessi, ci si rende conto la fortuna che si ha a vivere in un posto come questo. Anche qui i primi anni li ho meravigliosamente spesi dedicandomi al mare ed al mio lavoro, poi nella mia pancia ha incominciato a svilupparsi un “pesciolino” ed é stato cosí che con l’indispensabile supporto del mio compagno (informatico nel DNA), ho deciso di dedicarmi ad un portale, ad un sito, su Phuket e non solo. Così é nato www.quiphuket.it.

Amici, conoscenti, turisti incontrati in questi anni mi hanno sempre scritto o telefonato per avere informazioni di ogni tipo riguardante la vita, il clima, dove soggiornare e cosa fare a Phuket…..é da loro che e’ nata l’idea. All’inizio ero un po’ titubante sull’utilitá del sito, essendo io una donna assolutamente non mediatica ma molto pratica.

Il mio compagno mi ha supportata e spinta a crederci e, sono stata felicemente smentita. Quiphuket per me ora non e’ solo un lavoro ma un appuntamento fisso, un modo di comunicare con il mondo intero, soprattutto quello italiano. Un luogo virtale dove buttare giú pensieri, informazioni, collegamenti generici e ovviamente informazioni anche su Phuket.

Ma torniamo a questo paradiso. Vogliamo parlare di alcune delle caratteristiche che rendono Phuket irresistibile?

Vogliamo capire il perché tutti, ma dico tutti, quelli che passano di qui in vacanza vanno via con il “mal di Thailandia”? Incominciamo con il clima per esempio. Caldo tutto l’anno ma con delle temperature assolutamente grandiose, ne’ troppo calde ne’ soffocanti e poi varia in continuazione; un giorno ventoso e quindi di una goduria incredibile, il giorno dopo pioggia e grigio ma caldo, alcuni mesi dell’anno sono umidi in maniera appiccicosa, ma vengono compensati da tanti altri “freschi” come in questo periodo, quello invernale.

Ora per esempio, mentre sto buttando nero su bianco i miei pensieri, in casa ci sono 27 gradi e un bel venticello che entra dalle finestre. Cosa comporta questo? Beh intanto, non dover pagare bollette dissanguanti in riscaldamento! Eh già questo e’ un altro valido motivo per trasferirsi qui.

Passiamo quindi al lato economico, poco romantico, ma prioritario per l’ essere umano. La Thailandia, rispetto al mondo occidentale, a livello economico, e’ ancora un paradiso. Volete esempi? Partiamo dalla benzina: 0,70 centesimi di Euro !

Affitti?! Si può trovare di tutto e di più naturalmente, come naturale e’ che, se si vogliono spendere tanti soldi, (a Phuket ormai c’e’ di tutto e di più, su ogni campo e fronte), si può.

Si può, ma se si e’ “persone nella media” con 250 euro di affitto mensile, si trovano delle stupende villette circondante da palme, alberi di mango e papaya e, come vicini di casa bufali, uccelli tropicali, serpenti (ehm..), va beh, anche qualche umano.

Ecco, questo e’ un altro importantissimo punto a favore. Nonostante Phuket sia un’ isola turistica ultimamente molto di moda oserei dire che si trovano ancora tantissimi spazi “liberi” senza cemento. Solo natura e nessun rumore artificiale.

Questo lo sottolineo perché alcuni si lamentano dicendo: “come e’ cambiata Phuket, 20 anni fa quando siamo venuti la prima volta non c’erano tutti questi hotel, centri commerciali e case”. Beh, 20 anni fa, non c’erano tante cose in tutto il mondo poi sono aumentati gli aerei, i soldi, il tempo libero e tanti come voi, che siete venuti qui per la prima volta 20 anni fa, hanno continuato a venire piu’ assiduamente, a pretendere comodità, lusso e velocità di vita e pensiero anche qui.

Quindi oserei dire che si potrebbe fare un bel “mea culpa” ma se si guarda Phuket dall’alto ci si rende conto che il 90% dell’isola e’ ancora intatta e verde!

Starete pensando ora che le cose citate sino adesso si possono trovare in tanti luoghi tropicali. Assolutamente vero, ma sapete cosa fa la differenza rispetto al resto del mondo? La gente, la cultura, il carattere, la cucina, le tradizioni che solo qui in Thailandia si possono trovare.

La cucina é strepitosa Un connubio di odori, gusti, spezie che la rendono unica, originale e, posso dire tranquillamente, ad alto livello gastronomico e leggera. Pesce, pollo, verdure, soia, frutta tropicale….. si potrebbero mangiare tonnellate di questo cibo e rimanere sempre con la lancetta della bilancia allo stesso livello.

I thailandesi ovviamente anche qui sono stati attratti dal progresso e ritengo che non si dovrebbe guardare a quest’ultimo come se fosse un virus. Il progresso qui, come nel resto del mondo, ha portato certo degli scompensi e cambiamenti ma anche cultura, apertura e scambio di vedute.

In Thailandia, sino a poco piú di 10 anni fa la scuola non era obbligatoria e tantissime famiglie di pescatori o contadini portavano i propri figli sul lavoro. Al giorno d’oggi non mandare i figli a scuola é reato, per fortuna. La cultura é tutto! Dare la chanche di crescere non nell’ignoranza, da al paese l’opportunità di avere un popolo pensante e soprattutto autonomo.

Ma loro hanno in piú una dote eccezionale: la calma! Non hanno pregiudizi, e quindi non ti giudicano. Non sono frettolosi, non sono egocentrici, non sono esauriti, non sono stressati, non sono nervosi quando noi stranieri pretendiamo velocità anche quando siamo in vacanza.

Seduti magari al ristorante in dolce compagnia, e con facce trite alzando il braccio per avere al piu’ presto l’attenzione del cameriere per ordinare una birra loro sembrano guardarti con un quesito stampato in fronte: “perché quella faccia? ma dove corri e soprattutto, perché?  In fin dei conti tutti arriviamo alla fine, qualsiasi modo si “guidi” durante la vita”.

Come dargli torto?! In effetti il nostro modo frenetico di prendere le cose a volte ha un che di ridicolo e condiziona anche i momenti che dovrebbero essere all’insegna del relax e del piacere. Ció non significa che loro siano completamente nella parte, come dire, del giusto, anzi.

Però sarebbe carino assorbire un po’ il loro modo di vedere le cose e se fosse possibile unire i “due mondi”, il loro ed il nostro, prendendo quindi le cose con piu’ filosofia certo, ma anche con un po’ di ritmo che, comunque, non guasta!!

Devo essere grata alla scelta che ho fatto tanti anni fa e ha dato una svolta totale alla mia vita. Anni di cambiamenti e crescita, assorbendo culture, odori, modi di vivere, facendoli e tasformandoli per quella che sono io.

Assolutamente fiera ed orgogliosa di essere italiana. Nata e cresciuta i primi anni della mia vita in quello che definisco il paese più affascinante e bello del mondo. Posso permettermi di dirlo non credete?! La mia casa, la mia mente, il mio cuore non hanno sbarre. Sono “semplicemente” il mondo intero, ma le mie radici sono in Italia. Ora vivo a Phuket, e ne sono assolutamente fiera e felice.

Potrei andare avanti a scrivere per ore, e non basterebbero per descrivere la vita qui in Thailandia.

Per me scrivere e’ come una droga, un assoluto ancestrale piacere, ma non vorrei tediarvi oltre e quindi, se volete scambiare opinioni, idee, avere consigli per trasferirsi a vivere e lavorare in Thailandia o semplicemente chiacchierare un po’ su Phuket e non solo, andate a curiosare www.quiphuket.it o scrivetemi direttamente a micaela@quiphuket.it io sono qui, e non aspetto altro.

Sawasdee Ka

Micaela Caprara