vivere in barca

Due cani speciali e fortunati, cresciuti nell’amore e nella libertà. Niebla è un Beauceron, cane da pastore e Lola una meticcia di Beauceron e Pointer. Due cani dal pelo nero e lucido, eleganti e bellissime. Agili si tuffano dal veliero nelle acque cristalline di ogni nuovo paradiso in cui il vento le porta, conoscendo solo il sapore dolce di una vita gentile e benevola.

Niebla è un’appassionata del mare e si tuffa senza indugio dalla barca a vela. Le piace assai nuotare e quando il veliero è ancorato poco distante dalla terra ferma raggiunge la spiaggia più vicina e corre in libertà tenendo sempre d’occhio la sua “casa” mobile, perché ha sviluppato più di altri l’istinto di protezione e gratitudine nei confronti della sua famiglia. Era solo una cucciola quando Hector l’ha incontrata, smarrita e abbandonata, nelle strade di Barcellona. Per lei il destino aveva scelto un prematuro finale fatto di carenze e sofferenze ma Hector l’ha portata via con sé dando inizio ad una grande storia d’amore. Si dice che un cane ti sarà fedele per sempre e per Niebla, i suoi padroni sono stati la luce in mezzo al buio di una città che li era nemica. E li ha ricompensati con tutto l’amore che un cane è capace di dare: infinito.

vivere in barca

Qualche anno dopo, sulla barca a vela OM, Niebla ha dato la vita a nove cuccioli. Tra questi una palla di pelo buffa e tenerissima che impacciata e piccolissima restava sempre a corto di latte, ma che determinata non si dava mai per vinta e scavalcava i fratellini per raggiungere le mammelle della mamma e beveva nelle posizioni più strambe e divertenti: Lola. Non c’erano dubbi, era lei la piccola che avrebbero accolto nel loro nido d’amore galleggiante.

La famiglia fluttuante ha saputo dare valore al tempo e all’amore, merci rare e sottovalutate. Quello che rende straordinario ogni singolo momento di questi cani è proprio il fatto di vivere intensamente ogni attimo con i loro padroni, non nell’angolo riservato al tempo libero, ma bensì al centro della loro quotidianità. “Perché molte famiglie nemmeno si conoscono. Riservano poco tempo a chi amano e troppo al lavoro, ai doveri, alle responsabilità. Noi stiamo insieme da dieci anni, ma stiamo insieme veramente, ventiquattro ore su ventiquattro, perché è questo quello che conta davvero” racconta Hector.

vivere in barca

Niebla è attraccata per l’ultima volta sull’isola di Lanzarote, in Canaria, dove si è spenta circondata dall’amore di Hector Veronica e Lola. Una vita splendida, trascorsa dondolando fra le onde e giocando con i delfini, fino all’ultimo respiro, l’ultimo bacio e l’ultima lacrima. In tre hanno proseguito il viaggio, addolorati dalla mancanza soffocante di un membro della famiglia, ma sereni nella stretta felice di una famiglia ancora in piedi, unita più che mai. Perché in fondo Niebla c’è e resterà per sempre, in ogni ricordo, in ogni angolo di quella barca che è stata la sua casa per tutta la vita e nel cuore di chi sa di avergli regalato un esistenza speciale. C’è nello sguardo di Lola, nella sua vecchia palla conservata con cura e in ogni nuovo porto, sotto ogni nuova luna, tra le onde in ogni nuovo mare perché nemmeno la morte vince davanti all’amore e perché la morte stessa ha un altro sapore quando si è vissuto intensamente.

[email protected]

Facebook: La Familia Flotante

http://lavueltaalmundoen80guitarras.blogspot.it/

vivere in barca