Viaggiare e lavorare in Australia e Vietnam

A cura di Nicole Cascione

Giacomo Felace sei anni fa decise di licenziarsi da un contratto a tempo indeterminato per partire in Australia passando per il Sud Est Asiatico.

Un’avventura che lo ha portato, negli ultimi anni, a lavorare in Vietnam sia in alcune importanti agenzie di marketing e design, sia come freelancer con clienti come Piaggio, WHO, Bundesliga, Marriott, ecc. Giacomo da poco è tornato in Italia e ha iniziato la sua nuova attività da consulente indipendente, occupandosi di branding e design.

Giacomo Felace

✈✈✈ Trovare lavoro in Australia: ecco tutti i consigli utili da seguire ✔

Giacomo, sei anni fa hai deciso di lasciare l’Italia e di mollare il tuo contratto a tempo indeterminato per trasferirti in Australia, passando dal Sud Est asiatico. Cosa ti ha spinto a prendere questa scelta così coraggiosa?

Faccio parte della generazione dei Millennials, etichettata come “pigra, superficiale e narcisista”, ma permettimi di dire ahimè anche un po’ sfortunata, se pensiamo alla crisi economica del 2008 e a quella attuale dovuta al Covid-19. Ai tempi lavoravo da quasi cinque anni per una piccola azienda di arredamento made in Italy. La voglia di cambiamento era tanta, ero confuso, incazzato e sentivo che non stavo dando il giusto valore al tempo e a me stesso. L’ anno prima di partire questi sentimenti si sono intensificati, fino a scaturire nella scelta di licenziarmi e partire con un biglietto di solo andata per l’Australia. Non la reputo una scelta coraggiosa, ma semplicemente una scelta.

Australia e Vietnam, i Paesi in cui hai vissuto in questi anni. Di cosa ti occupavi?

In Australia il destino mi ha portato a vivere in un paesino nel deserto, tra cowboy e aborigeni, dove ho lavorato nei campi raccogliendo frutta per poco più di un anno. Una grande palestra di vita. In questo immenso continente ho aperto gli occhi su quante possibilità offrisse il mondo e di quanto semplicemente straordinaria fosse la Natura. E’ stata un’evoluzione e rivoluzione. Grazie poi all’energia di questa esperienza, ho viaggiato in solitaria per alcuni mesi nel Sud Est Asiatico, dove ho capito il potenziale di alcuni Paesi tra cui il Vietnam. Qui ho vissuto per alcuni anni lavorando per due agenzie di comunicazione a Saigon e Hanoi. In mezzo brevi esperienze e viaggi in Italia, Nuova Zelanda e altri Paesi asiatici.

Giacomo Felace

Quali sono state le difficoltà affrontate nei due trasferimenti?

La difficoltà principale della mia esperienza in Australia è stata inizialmente la lingua, non sapevo l’inglese.

Probabilmente però la difficoltà più grande è stata accettare che quello che stavo facendo non era qualcosa di sbagliato o di poco rispettoso, specialmente nei confronti della mia famiglia. Stavo semplicemente vivendo la mia vita, cogliendone le opportunità. Ho capito che la libertà è una cosa che fa paura agli altri, ma soprattutto a noi stessi. La difficoltà invece di vivere in Paesi asiatici è quella di convivere con una cultura che è molto diversa da quella occidentale. Però è anche grazie alle differenze e difficoltà che si creano nuove prospettive e si individuano soluzioni.

Quali invece le soddisfazioni vissute?

La soddisfazione di aver vissuto questi ultimi anni assaporando ogni istante della mia vita. Sono stati anni intensi, con le loro difficoltà ma colorati di esperienze, sapori e persone. Ho viaggiato tantissimo, ho ampliato le mie conoscenze, sono cresciuto professionalmente, ma soprattutto ho lavorato molto sulla mia felicità.

E quali sono le principali differenze che hai potuto riscontrare tra i diversi Paesi, compresa l’Italia, in particolare da un punto di vista lavorativo?

L’Italia penso sia indietro a livello di gestione delle risorse umane e di cultura aziendale, ma non ha rivali in termini di qualità, passione e determinazione nel lavoro. Sono molto fiducioso di quello che faranno i Millenials italiani. Sono una “specie” nuova; si sono evoluti per adattarsi al loro ambiente. Chi proverebbe a fare carriera in un’azienda sapendo che cambierà in media sette lavori prima di avere 35 anni? Stanno emergendo con idee fresche e stanno sviluppando una capacità di resilienza da non sottovalutare. In Australia, il sistema economico e culturale rende il Paese meritocratico. Il Vietnam si trova in un momento di splendore a livello di crescita economica e con un Paese molto giovane. Le possibilità sono infinite sia per i local che per noi occidentali.

Giacomo Felace adesso in italia

Per quale motivo hai poi deciso di rientrare in Italia?

☞ Leggi la nostra Guida Completa per trasferirsi a vivere in Australia

Vivere in un Paese come il Vietnam è molto stimolante ma allo stesso tempo ti toglie anche molte energie. Dopo la mia ultima esperienza lavorativa sentivo il bisogno di prendermi una pausa prima di ri-partire per una nuova avventura lavorativa. Purtroppo il mio rientro in Italia è coinciso con l’emergenza Coronavirus e ha cambiato i miei piani, che non escludevano una ripartenza.

Ed ora di cosa ti occupi?

Ho approfittato di questa pausa forzata e del tempo libero per costruire il mio sito personale e iniziare la mia attività da consulente indipendente. Mi occupo di branding e design. Negli ultimi mesi, ho lavorato a progetti per alcuni Brand stranieri e Italiani e allo stesso tempo, ho voluto dare una mano, in questo periodo di lockdown, a piccole attività e associazioni con consulenze pro-bono.

Quali sono i progetti in cantiere? Pensi di emigrare nuovamente all’estero?

In questo momento non è facile pianificare, però penso sia un ottimo momento per interrogarsi, mettersi in gioco e cambiare le cattive abitudini, nel mondo del lavoro, politico, burocratico e di stile di vita. Non so ancora se la mia avventura indipendente avrà un futuro anche dopo questa crisi, ma sicuramente mi sta dando molta carica e sto ragionando su possibili nuove opportunità e collaborazioni. Qualche giorno prima che il Coronavirus entrasse nelle nostre vite ero ad un passo dall’accettare un’offerta per un’azienda all’estero, quindi mai dire mai.

EMAIL: giacomo.felace@gmail.com

SITO: www.giacomofelace.com

INSTAGRAM: giacomo.felace

INSTAGRAM: giacomofelace

LINKEDIN: Giacomo Felace