“Il desiderio è nato quando ci siamo conosciuti: entrambi amiamo viaggiare e abbiamo capito che insieme potevamo fare qualcosa di grande, di diverso, di speciale. Abbiamo deciso subito di sposarci e, pensando al viaggio di nozze, ci siamo detti: Perché non fare una follia e partire per un viaggio senza limiti di tempo?. Ci siamo dati una sfida: provare a fare il giro del mondo senza mai volare. Non sapevamo se fosse possibile, ma da quando ci siamo posti la domanda, non è stato più possibile fare a meno di pensarci, fino al momento in cui siamo partiti”. Così ha avuto inizio il viaggio di Alessandro ed Elisa, raccontato nel loro libro “Coipiediperterra. Giro del mondo via terra e mare“.

Coipiediperterra. Giro del mondo via terra e mare

Alessandro, tu ed Elisa prima di intraprendere la vostra avventura a piedi avete deciso di lasciare il lavoro. Una scelta coraggiosa e di sicuro controcorrente di questi tempi:

Sì, io ho messo in standby la mia attività da fotografo ed Elisa si è licenziata da un posto a tempo indeterminato, perché non era felice di quello che stava facendo. Certo, una scelta controcorrente, ma in linea con le nostre scelte che sono poi seguite: la voglia di reinventarci e rimetterci in gioco, basandoci sulle nostre forze e capacità, e fiduciosi che, quando si ha coraggio, si viene ripagati.

Raccontateci un aneddoto legato al vostro viaggio:

Ce ne sono moltissimi di aneddoti, ci chiedono sempre se abbiamo avuto difficoltà durante il viaggio e noi raccontiamo sempre di quando siamo scappati da San Pedro de Atacama, una città nel deserto cileno inondata da una pioggia torrenziale che ha interrotto qualsiasi comunicazione con i paesi limitrofi. Parlando di aneddoti belli, invece, abbiamo avuto il piacere di passare il Natale in famiglia: una famiglia in Ecuador ci ha ospitati e abbiamo trascorso la giornata con la bellezza di 54 persone in una festa con cibi tipici, canti e balli!

https://www.voglioviverecosi.com/coipiediperterra-giro-del-mondo-via-terra-mare.html

Quale è il Paese più bello, quello che vi è rimasto nel cuore? E perchè?

Di solito rispondiamo la Bolivia per via dei paesaggi (abbiamo anche dedicato la copertina del libro a questo Paese), ma in realtà ogni Paese ci ha dato qualcosa: di qualcuno ricordiamo i paesaggi, di altri la gente, di altri ancora il cibo.

In quale, al contrario, non ci tornereste mai più?

Nessuno! Torneremmo in tutti, perché in ognuno abbiamo lasciato indietro qualcosa da vedere o qualche persona da ritrovare.

Al ritorno dal vostro viaggio tutto è cambiato. Avete deciso di voltare pagina e di cambiare radicalmente vita. Cosa è successo?

Ci siamo reinventati: il viaggio ci ha dato l’opportunità di vedere tutto sotto una nuova luce e di rimetterci in gioco. Ci siamo accorti che non potevamo più ricominciare da dove avevamo interrotto le nostre vite, ma che dovevamo trovare qualcosa di nuovo per ripartire e mettere a frutto gli insegnamenti della bellissima esperienza che avevamo avuto modo di fare.

“Coipiediperterra. Giro del mondo via terra e mare” è il libro pubblicato da poco e scritto da Elisa. Quali sono gli argomenti trattati?

Il libro racconta, giorno dopo giorno, la nostra avventura: è scritto da Elisa in prima persona e parla di noi, delle nostre emozioni, delle paure e delle conquiste, delle persone conosciute, del nostro rapporto e anche del nostro amore nel nostro primo anno di matrimonio.

https://www.voglioviverecosi.com/coipiediperterra-giro-del-mondo-via-terra-mare.html

Alessandro, tu invece hai inaugurato la tua galleria fotografica. Raccontaci qualcosa di questa nuova esperienza professionale.

L’idea della galleria si è concretizzata il 3 dicembre scorso. Con le tante foto scattate durante il viaggio (circa 47 mila), ho pensato di provare la via della fotografia fine art. Ci sono arrivato dopo anni di ricerca, guardando il mercato estero. Sono il primo fotografo a Verona che ha aperto una galleria personale e sono molto orgoglioso di questo. La galleria si trova a Sant’Ambrogio di Valpolicella, in Piazza Vittorio Emanuele 16b.

Quale consiglio vorreste dare in base all’esperienza vissuta?

Ci sentiamo di dire che, secondo noi, nella vita è importante credere nei propri sogni e avere il coraggio di realizzarli; buttarsi anche quando sembra impossibile che il progetto possa prendere forma perché, se ci si crede veramente, prima o poi si realizza.

Quali sono i vostri progetti futuri?

Sette mesi fa abbiamo avuto una bambina, Emma: la cosa più bella che ci potesse capitare, insieme al giro del mondo. Ovviamente adesso il nostro sguardo è verso il suo futuro e rivolto a ciò che possiamo insegnarle, regalarle. Ci piacerebbe moltissimo rifare un viaggio con lei, magari non troppo in là, quando lei sarà in grado di rendersi conto della bellezza del mondo in cui viviamo.

Il libro è acquistabile sul nostro sito:

www.coipiediperterra.com

Siamo sempre contenti di rispondere a domande e curiosità sul viaggio:

[email protected]

A cura di Nicole Cascione