Attualmente lavoro nel settore del digital marketing per un’azienda americana basata ad Hong Kong, adoro sperimentare nuovi cibi (soprattutto asiatici!) e in generale mi piace mettermi alla prova attraverso nuove sfide, in quanto mi danno ogni volta la possibilità di apprendere qualcosa di nuovo. Questa è infatti la filosofia con cui più o meno affronto la mia vita.

Londra:

Ogni italiano che io conosca personalmente credo abbia considerato di trasferirsi a Londra almeno una volta nella propria vita. Londra è una città meravigliosa, ma allo stesso tempo piena di contraddizioni. Ci sono quartieri molto ricchi (schifosamente ricchi), e allo stesso tempo la quantità di senzatetto è tra le più alte in Europa. I prezzi degli affitti sono elevatissimi e tutto costa molto. Dal trasporto pubblico al cibo, al tempo libero, ritengo difficile, anche privandosi di comfort e abitando lontano dal centro, pure per i più diligenti riuscire a scendere al di sotto di una spesa mensile di 1000£ (1390€ ad Ottobre 2015). Per farvi un’idea potreste dare un’occhiata a questo articolo dove ho analizzato e confrontato il costo della vita e relative differenze tra Milano, Hong Kong e Londra.

A Londra ho fatto di tutto. Dal volantinaggio, al cameriere, passando per il cassiere e l’insegnante di inglese part-time per italiani. L’ultima posizione lavorativa che ho occupato prima di lasciare l’Europa era di tipo manageriale nel commercio al dettaglio per il gruppo Inditex (per capirci, la holding proprietaria di Zara).

✔ Come si vive e quanto costa vivere a Londra? Ve lo raccontiamo nella nostra guida! ✔

hong kong

Ne avevo un po’ piene le scatole di Londra ad essere sincero. Sempre questo clima un po’ fasullo e nuvoloso, e una vita costantemente di corsa. Inoltre, per i titoli di studio posseduti stavo decisamente lavorando al di sotto delle mie possibilità. Secondo me Londra è una città che dà tanto, ma esige anche tanto. Nel mio caso sentivo che stava assorbendo di più di quanto io stessi ricevendo, e nel lungo termine questo tende a deteriorarti.

Hong Kong:

Le cose sono migliorate al mio arrivo in Asia: tra l’altro Hong Kong è un’ex colonia britannica, quindi per certi aspetti simile a Londra. Non prendete queste parole alla lettera, ovviamente ci si trova in Asia e tutto è differente, ma alcune cose sono rimaste, come ad esempio la guida a sinistra, il sistema legislativo e scolastico ed inoltre alcune monete risalenti a prima del 1997 hanno ancora la regina sul retro.

Per chi non lo sapesse, Hong Kong è un lembo peninsulare di terra circondato da 263 isole, formalmente considerato parte della Repubblica Popolare Cinese, ma in realtà una città-stato autonoma con una propria moneta, libertà d’uso di internet ( in Cina continentale google, facebook e social media sono censurati) ed una popolazione di 7 milioni di persone. Proprio qui nasce il primo problema: non c’è spazio. Gli appartamenti ad Hong Kong infatti costano di più che a Londra, ed in media sono più piccoli. La mancanza di spazio inoltre rende Hong Kong una delle aree più densamente popolate del mondo. Dall’altro lato della medaglia però, il trasporto pubblico e mangiare fuori costa veramente poco (con alcune eccezioni ovviamente riguardo al tipo di ristorante). Un’altra caratteristica peculiare di Hong Kong è la lingua. A differenza della Cina continentale dove si parla il mandarino, ad Hong Kong infatti si parla il cantonese, che è un dialetto cinese meridionale. L’inglese è largamente compreso, e di solito alle poste o nelle stazioni dei treni il personale lo parla abbastanza bene.

☞ Investimenti all'estero? Scopri come fare per aprire un'attività a Londra! ♕

hong kong

Avendo risparmiato alcuni anni in sterline, per me venire ad Hong Kong è stata una scelta “monetariamente” strategica, in quanto al mio arrivo 1£ era circa uguale a 12 dollari di Hong Kong. Il costo della vita qui ad Hong Kong è leggermente più basso di Londra, ma se non fosse per l’affitto in realtà direi che sarebbe sensibilmente inferiore.

Il clima è decisamente migliore: ora ad esempio sono le 20:30 del 29 ottobre e ci sono 27 gradi, mentre a Londra sono le 12:30 e ce ne sono 12. Ad Hong Kong è virtualmente possibile andare in spiaggia tutto l’anno! Un lato negativo di Hong Kong rispetto a Londra è che per lavorare è necessario il visto. Mentre a Londra infatti è sufficiente la carta d’identità, qui senza un contratto di lavoro in anticipo è impossibile ottenere il rilascio di un visto lavorativo. Personalmente mi piace di più Hong Kong, ma è anche vero che ci ho vissuto molto meno rispetto a Londra, quindi potrei ancora cambiare idea.

Ci sarebbero moltissime altre cose da dire, e questo breve articolo ovviamente non ha coperto tutto quel che c’è da sapere, però spero vi abbia dato un piccolo assaggio di cosa significhino Londra e Hong Kong attraverso la mia esperienza personale. Sono felice di aiutare e rispondere a qualsiasi eventuale domanda, che potete farmi  cliccando qui.

Nicholas

nicolifestyle.fanmail@gmail.com