Vivere nella tranquillità Fuerteventura

A cura di Nicole Cascione

Ho conosciuto Fuerteventura 5 anni fa. A novembre del 2015 venni per una vacanza di circa 20 giorni. Una vacanza che mi ha cambiato la vita. La prima cosa che mi colpì all’arrivo furono i colori dell’isola, il paesaggio stesso. Provai subito una sensazione di tranquillità, una sensazione che mi indusse a lasciare la vita frenetica in Italia per quel piccolo paradiso.

Mi resi conto infatti che quello sarebbe potuto essere il posto giusto per un trasferimento. Partii con una valigia, lasciando gli oggetti accumulati in 40 anni e, potrebbe sembrare assurdo, ma arrivata a Fuerteventura non sentii la mancanza di quel che mi ero lasciata alle spalle: la famiglia, gli amici, un lavoro sicuro e tanti ricordi!

A Milano avevo frequentato la Ferrari Fashion School, una scuola di alta moda, per cui decisi di avviare una mia attività sull’isola legata alla creazione di borse, pochette, portachiavi, portafogli, porta telefono, porta occhiali, tutto in sughero. E’ nata così la LU Fuerteventura.

▶ Sogni le Isole Canarie? Scopri come investire o comprare casa a Fuerteventura! ☀

Vivere nella tranquillità Fuerteventura

Non è stato difficile avviarla, qui infatti non ci sono molte spese iniziali da affrontare. Per i primi tre anni poi, si è agevolati, in quanto si paga una quota di di 60€(circa) per il primo anno che, successivamente aumenta nel corso degli altri due fino ad un totale di 300€ mensili. Anche il commercialista ha dei costi molto inferiori rispetto all’Italia.

Ora lavoro finalmente per me stessa

Provo molta soddisfazione nel creare le mie collezioni. La qualità della mia vita è nettamente migliorata, ma soprattutto, ho molto più tempo da dedicare a mio figlio e questo non ha prezzo! In questi anni mi sono resa conto che abbiamo consumato tanto tempo della nostra vita lavorando per comprare cose che, in realtà, servono ben poco. Ora la mia vita è tranquilla.

☞ Ecco la Guida per chi cerca lavoro alle isole Canarie

Mi sveglio, preparo la colazione e accompagno mio figlio a scuola. Se è giorno di mercato vado e torno alle 14.30, altrimenti rimango nel mio laboratorio a creare.

Pranzo sempre con il mio bimbo e, in base agli impegni che abbiamo, decidiamo se lavorare, fare i compiti o… andare in spiaggia. Questo è un paradiso per i bimbi.

luciana fuerte

La vita qui a Fuerteventura è semplice. Io vivo precisamente a La Oliva, un piccolo paese abitato per la maggiore da majoreri (così si chiamano gli abitanti dell’isola).

Non c’è smog, non c’è delinquenza, è sempre primavera e il costo della vita è più basso. L’unica pecca è che, vivendo su di un’isola, a volte non trovi quello che ti serve soprattutto per il lavoro.

A chi consiglio Fuerteventura?

A coloro che desiderano veramente cambiare il chip della propria vita. A coloro che desiderano rimettersi in gioco con le proprie capacità.

La sconsiglio invece a chi arriva pensando che sia un bel mondo, dove tutto è semplice. Bisogna avere spirito di adattamento, imparare la lingua e adattarsi alla calma degli abitanti dell’isola.

Se mi manca qualcosa dell’Italia? Certo. Mi manca il verde, mi mancano i boschi, i prati e per me rimarrà sempre uno dei paesi più belli al mondo.

< È Fuerteventura l'isola migliore per trasferirsi a vivere alle Canarie? Ecco i nostri consigli >

Non penso di voler rientrare, anche se niente si sa di certo…

Per il futuro continuerò a creare per LU Fuerteventura e, il resto verrà da solo….

https://lu-fuerteventura.myshopify.com/

borse in sughero

artigianato sughero