Eros: mi sono trasferito in Olanda per amore

A cura di Maricla Pannocchia

Eros non è una di quelle persone che ha sognato di lasciare l’Italia per anni e finalmente ha raccolto il coraggio per fare il salto nel vuoto ma è un uomo che, complice un’insoddisfazione lavorativa in Italia, ha deciso di trasferirsi in Olanda per amore. Da 14 anni, infatti, Eros vive a Nuenen, vicino a Eindhoven, con la moglie Mariska dove, oltre a importare e distribuire vini, si dedica alla sua passione per la scrittura.

Con un romanzo all’attivo e uno in fase di lavorazione, Eros è sicuramente un uomo che ha qualcosa da dire, o da scrivere. Nonostante la soddisfazione per la sua vita, egli da anziano si vede al tavolino di un bar in Italia, magari al Sud (“qui i bar in stile italiano non esistono, e ho scoperto che mi mancano!”) e, a chi sogna di lasciare il Paese, dice: fate le valigie e partite!

eros-bellistracci-olanda

☞ Qui trovi la Guida Completa per trasferirsi a vivere ad Amsterdam

Ciao Eros, raccontaci qualcosa di te. Chi sei, da dove vieni…

Mi chiamo Eros Bellistracci, ho 50 anni e sono nato a Venaria, in provincia di Torino. Vivo in Olanda da 14 anni, precisamente a Nuenen, vicino a Eindhoven, con mia moglie Mariska e il nostro gatto, Moka.

Cosa ti ha spinto a lasciare l’Italia?

Ci sono tanti cervelli in fuga… beh, questo non é il mio caso, sono più un cuore in fuga. Ho conosciuto Mariska nel 2006 a un torneo internazionale di baseball e softball in Olanda. Dopo due anni di relazione a distanza, Mariska si sarebbe volentieri trasferita a Torino. Io in quel periodo attraversavo un momento di crisi dovuto soprattutto alla routine di un lavoro che non amavo e che facevo da oltre 10 anni. Avevo bisogno di una nuova sfida, così ho detto a Mariska che mi sarei trasferito io.

Come hanno reagito amici, parenti e famigliari davanti a questa tua scelta?

Dopo due anni di voli per e dall’Olanda, un po’ se lo aspettavano, ma per i miei genitori è stato molto traumatico. Abbandonare un lavoro sicuro per un salto nel buio all’estero non è un’idea che li ha entusiasmati, per usare un eufemismo.

Ti sei trasferito in Olanda. Quali passaggi pratici hai dovuto fare e quali eventuali paure avevi?

Muovendosi all’interno dell’EU non ci sono particolari problemi burocratici, soprattutto se ci si iscrive subito all’AIRE (Associazione Italiana Residenti Estero). È tutto abbastanza semplice.

Il trasferimento e l’inizio di una nuova vita in Olanda si sono rivelati più facili/più difficili di quello che ti aspettavi o, invece, è stato più o meno tutto come lo avevi immaginato?

Avevo messo in conto che mi sarebbero mancati la famiglia, gli amici più cari (ed è così!) ma ci sono altre cose che mi mancano e alle quali non avevo pensato. Un esempio? Fare colazione al bar, magari sfogliando un quotidiano. Qui, i bar in stile italiano non esistono.

eros-bellistracci-olanda

Come sei stato accolto dagli olandesi?

Sono stato accolto benissimo. Gli olandesi sono curiosi verso le altre culture e in particolare hanno un debole per l’Italia.

➤ Scopri la nostra guida su come trovare lavoro in Olanda

Com’è la tua vita quotidiana e di cosa ti occupi?

Per i primi 6 anni ho lavorato come Supply Chain Administator (in pratica Ufficio Acquisti) per la Philips che ha sede a Eindhoven e per una multinazionale americana. Poi c’è stata la svolta: la multinazionale americana ha chiuso la sede olandese ed io per la prima volta nella mia vita mi sono trovato senza un lavoro ma con davanti a me un anno di stipendio pagato. Mi sono preso un anno sabbatico e ho realizzato un vecchio sogno, ho scritto e pubblicato il mio primo romanzo (Il passato è dispari – Le Mezzelane Casa Editrice). Finito l’anno sabbatico e giunto il momento di cercare lavoro, l’idea di tornare in ufficio a lavorare con i numeri anzichè con le parole non era più un’opzione così mi sono dedicato alla mia altra grande passione (oltre alla scrittura): il vino.

Oggi importo e distribuisco in Olanda vini italiani di alta qualitá. Organizzo degustazioni in cui cucino, presento i vini e racconto storie, curiositá e aneddoti attorno al vino. Inoltre, anche se con fatica e lentezza estreme, lavoro al mio secondo romanzo.

Ti sei dedicato alla scrittura. Una delle frasi che si sentono più spesso in Italia è “di scrittura non si campa”. Vuoi raccontarci qualcosa su questa tua passione e sul ruolo che ha avuto nella tua vita? Sei riuscito a mantenerti con i tuoi scritti?

Di scrittura si può campare se si è fuoriclasse o persone molto in vista ed io non sono né l’uno né l’altra. Ho un rapporto con la scrittura tutt’altro che idilliaco, mi entusiasmo e mi deprimo con estrema facilità. È un cocktail di amore, odio, piacere e frustrazione.

eros-bellistracci-olanda

☞☞ Leggi la nostra guida per andare a vivere in Olanda: consigli, pro e contro e altre info utili

Adesso hai più tempo per te, per pensare e scrivere. Cos’hai imparato, in questi anni, sul tempo e sul suo valore?

È un discorso lungo e complesso perché da una parte sono convinto che avere tempo per sè stessi, per riflettere, per ispirarsi e capire cosa vogliamo fare della nostra vita sia fondamentale per perseguire la felicità e dall’altra parte sono conscio che questo sia un privilegio che non tutti possono permettersi. Molto semplicemente, se hai il problema di arrivare a fine del mese o sei disoccupato, i sogni non sono una prioritá.

Che consigli daresti a chi sogna di mollare l’Italia ma non sa da dove cominciare?

Sia chiaro, io non sognavo di lasciare l’Italia, mi sono innamorato di un’olandese e mi sono trasferito. A chi lo sogna consiglio di fare un biglietto di sola andata per il Paese che preferisce e partire.

Quali sono i lavori più facili da trovare, in Olanda, per uno straniero?

In questo momento in Olanda c’è carenza di personale praticamente in qualsiasi settore. La disoccupazione è inferiore al 4%.

Pensi che rimarrai a vivere in Olanda in pianta stabile?

Insomma, direi che 14 anni sono già oltre la “toccata e fuga” però se mi chiedete se sará per tutta la vita… mmmm… mi piace pensarmi vecchio seduto al tavolino di un bar in Italia, magari al caldo, al Sud.

Progetti per il futuro?

Concludere la stesura del secondo romanzo, anche se di questo passo ce la dovrei fare per quando saró seduto a quel tavolino del bar in Italia.

Per seguire e contattare Eros:

Instagram: erosbellistracci

Facebook: https://www.facebook.com/eros.bellistracci