Chi viene qui, oltre a un’ospitalità davvero schietta e amichevole, trova anche una cucina legata al territorio, corsi di lingua italiana per stranieri, corsi di musica e ceramica. L’agriturismo produce anche un ottimo olio extra vergine e confetture. I bambini possono anche partecipare da vicino alle attività della fattoria. Antonello e Natalia lavorano tantissimo ma le espressioni che hanno in volto restituiscono un’impressione di tranquillità. Questa è la chiacchierata che ci hanno concesso e che ci dona, più di mille spot pubblicitari, la bellezza del loro lavoro e della loro scelta di vita.

aprire un agriturismo

Ciao Natalia, ciao Antonello, voi sembrate la realizzazione di un sogno di molti: mollo tutto e apro un bed & breakfast sembra quasi il titolo che tante persone vorrebbero dare alla loro vita. Voi come siete arrivati qui?

Quando ti accorgi che stai vivendo, ma in realtà non stai gustando la vita se non nei ritagli di tempo, allora cominci a riflettere su tutto quel che hai e su quel che invece vorresti avere. In realtà non abbiamo aperto un bed&breakfast ma un agriturismo (ci sono notevoli differenze tra i due tipi di strutture: l’agriturismo dispone di un maggior numero di posti letto e della ristorazione e prevede di effettuare attività agricola reale – il B&B è sostanzialmente solo un affittacamere).

★ Scopri le nostre TOP 10 destinazioni per mollare tutto e cambiare vita ★

Il cambiamento è uno strappo improvviso o si fa strada piano piano nei pensieri?

È stata una decisione che abbiamo maturato abbastanza velocemente, ma ovviamente era già un sogno nel cuore di entrambi, soprattutto la passione per gli animali. Ci siamo ispirati in un weekend al carnevale di Venezia, stanchi della vita e dello stress che vivevamo. Da li abbiamo iniziato a documentarci e cercato assiduamente sino a trovare l’attuale location che ci permetteva di iniziare praticamente subito l’attività.

Perché un agriturismo in Toscana?

“Pazzi” si ma con un lume di ragione. La Toscana ci piace molto, poi … l’Italia è tutta bella ma il turismo, soprattutto quello straniero, si riversa in massima parte in Toscana … terra idilliaca per antonomasia …

aprire un agriturismo

A cosa avete rinunciato, sempre che ci sia qualcosa che vivete come rinuncia?

Non abbiamo mai pensato di aver rinunciato a qualcosa, infatti non vi è nulla del nostro passato che viviamo come tale. Piuttosto è una questione di scelte, e crediamo di averci guadagnato, sicuramente non in termini economici, ma in tutto il resto poiché abbiamo riscoperto delle passioni innate in noi che hanno un valore impagabile.

▶ Tutto quello che devi sapere per trovare lavoro nel turismo

Le scelte di vita, cosi come del resto tutte le decisioni, vanno prese in modo consapevole e condiviso, perché solo cosi assumono il loro reale valore. In caso contrario danno origine solo ad “eterna” indecisione e rimpianto.

Autenticità è una parola spesso abusata ma per voi cos’è?

Non ci siamo mai porti la questione, siamo così e facciamo qualcosa che ci piace molto.

Cosa è rimasto di quello che eravate prima nella vostra nuova vita?

Tutto e niente! Siamo gli stessi di prima, con la differenza di vivere con maggiore serenità e quindi poter dar spazio ai nostri sentimenti e ad atteggiamenti migliori. Non esiste la bacchetta magica che cambia le persone, ma le persone cambiano vivendo un contesto più positivo. Le nostre vite, le nostre esperienze sono rimaste e le abbiamo riciclate per applicarle al nuovo stile di vita.

Toscana Agriturismi aprire un agriturismo

Voi avete due splendidi bambini; a cosa pensate quando immaginate il loro futuro?

Per il momento cerchiamo di dare loro una vita serena e ricca di esperienze e di conoscenza, poi cercheremo di aiutarli perché costruiscano da soli la loro vita.

Antonello tu facevi il manager; ti capita mai di rincontrare il vecchio Antonello? Cosa gli dici?

Non esiste un vecchio ed un nuovo Antonello ne tantomeno due Natalia, ne esiste solo uno di entrambi, con tutto il suo bagaglio di passato e futuro. La differenza semmai è nel come è vissuta la vita e, vivere un rapporto coniugale e lavorativo condividendo i desideri, le esperienze e le soddisfazioni, vivere dei figli, sin dal loro concepimento, realmente nel quotidiano, sono cose che non hanno prezzo.

Quali sono le vostre priorità adesso, i vostri valori?

La nostra famiglia e la nostra vita, poi la nostra attività nelle sue varie sfaccettature

Rimpianti?

Si, uno piccolo piccolo, di non avere un nonno toscano con un podere gigantesco!

Prima e dopo; vi capita di pensare alle vostre vite in questi termini o le vivete come un fisiologico percorso?

È accaduto i primi tempi che facessimo dei confronti tra come eravamo prima e come ci eravamo “evoluti” ma oramai non badiamo ad altro che al quotidiano ed al futuro.

Vivere in Toscana aprire un agriturismo

Quando nella vostra struttura non ci sono ospiti come si svolgono le vostre giornate?

Abbiamo degli impegni quotidiani con i nostri animali e con lavori da fare per mantenere il podere, ma ne approfittiamo anche per passare del tempo in più per noi e con i bambini.

Le attività che abbiamo ci permettono di gustare piaceri davvero unici, come scoprire che è nata una nuova cucciolata, oppure l’arrampicarsi su un albero con la scusa di potarlo e da li ammirare il paesaggio da un punto di vista diverso.

www.agriturismobuenavista.it

Intervista di Geraldine Meyer

TOSCANA aprire un agriturismo