Vivere in Tanzania: la storia di Sergio, 81 anni

Sergio: visto il successo che ho avuto con tante visite ed una valanga di mail con richiesta informazioni e anche persone ricevute, dopo che avete pubblicato l’anno scorso su Voglio Vivere Così “Cambiare vita ad ottantanni”, vi mando uno scritto con interessanti novita’ in proposito. Vivere in Tanzania significa vivere piu’ tranquilli e spendere molto poco. Sono transitato indenne attraverso il mio 81° compleanno. Continuo a lavorare ed ogni giorno quando mi sveglio (piuttosto presto) salto giu’ dal letto e mi domando quando il Padreterno decidera’ di chiamarmi!

Qui a Bagamoyo nella mia terra con questo clima e la onnipresente brezza marina, si sta sempre meglio. Ho fatto una vacanza in Italia ed ho addirittura deciso di abbreviarne la durata e sapete gia’ perché: e’ meglio e non e’ il caso che stia a descrivere questa triste situazione, e auguro a tutti che finisca presto, ma non mi pare facile.

In Tanzania siamo all’opposto e credo che questo progresso sia anche troppo veloce e quindi andremo a finire che forse presto finira’. Mezzo mondo sta investendo qui, specialmente nella terra, come i paesi arabi che non hanno prodotti agrovegetali, l’India che manca di olio di semi, poi una grande presenza coreana, poi vietnamiti e non mancano gli stati del nord Europa.

Gli Italiani? Dormono! Stiamo perdendo grosse occasioni nonostante la fama e la benevolenza verso di noi di questa gente.

✍ Approfondimento: i Pro e Contro e tutto quello che c'è da sapere per andare a vivere in Africa

Intanto mia moglie ed io abbiamo finito il raccolto dei manghi che abbiamo spedito in citta’ ed anche quello degli apprezzatissimi anacardi. Quest’anno tanta pioggia anche qui, e le banane e le papaie sono grosse e pesanti. Ora seminiamo le verdure, tante lattughe ed anche il radicchio friulano. Con il basilico che viene benissimo e gli anacardi al posto dei pinoli facciamo un bel po’ di similpesto ligure che tutti ci invidiano. Pomodori poi, neanche dirlo!

 Sergio Stabile, vivere in Tanzania

Nel nostro vasto agriturismo vengono ora dei pensionati italiani che si fermano anche mesi, dopo che hanno visto le condizioni di vita e tranquillita’ in questo paradiso della natura, e sopratutto il costo della vita che occhio e croce e’ un terzo di quello italiano. Qualcuno mi ha detto che standoci 3 mesi si recupera abbondantemente il costo del biglietto solo per la mancata spesa per il riscaldamento invernale, mentre per me, specialmente alla mia eta’ sono importanti le condizioni climatiche e la vita senza stress continui che si conduce qui.

E cosi’ fra questo e quello abbiamo fatto un sacco di amici/clienti tanto e’ vera che la povera Emma, mia moglie, ha rinunciaro alle vacanze ed io sono stato in Italia qualche settimana da solo!

Zumobabu (Sergio Stabile)

www.kasikifarm.com

[email protected]

[email protected]

P.O. Box 154 Bagamoyo Tanzania