Stella Arvaniti, guida turistica in Grecia

Matteo Melani

È ben difficile, in geografia come in morale, capire il mondo senza uscire di casa propria”. Così Voltaire parlava del valore del viaggio e la vita di Stella Arvaniti , guida turistica a Atene, rispecchia in pieno questa filosofia.

Nata e cresciuta sull’isola di Eubea, ha viaggiato in giro per il mondo (tra in Italia) in imparando lingue straniere e conoscendo persone nuove.

La sua voglia di scoperta si realizza quando finisce gli studi superiori e si iscrive alla facoltà di lingue all’ università Aristotele a Thessaloniki. “Sceglievo sempre materie che avevano a che fare con la  letteratura, l’arte, l’archeologia e la Storia”, dice Stella a Voglioviverecosi.com.

“Nel tempo libero-continua- leggevo romanzi o andavo al cinema e sognavo  un giorno di poter scoprire da vicino i posti  che vedevo nei film o che leggevo sui libri.”

Stella Arvaniti

Oltre che alle lezioni in aula, Stella Arvaniti partecipa a programmi di scambi culturali che le consentono di girare in tanti paesi. Grazie a una borsa di studio Erasmus passa  6 mesi a Bologna, di cui se ne innamora. Poi un’estate  all’ università Laval a Quebec (in Canada), a Cipro ( 15 giorni con un programma di scambi culturali) e in Marocco  (altri 15 giorni con un altro progetto internazionale dove ha lavorato come accompagnatrice).

Insomma, poco più che ventenne Stella ha fatto diverse esperienze in posti lontano da casa che le hanno consentito di arricchire la sua mente e allargare i suoi orizzonti.

Quando le mancano pochi esami alla laurea, le arriva lo spunto per quello che sarà il mestiere del suo futuro. Sua cugina la informa che sono indetti gli esami per l’abilitazione a guida turistica e, parlando con una amica che già lavorava in quel settore, si accorge che è il lavoro del suo futuro. Così sbriga le pratiche per l’iscrizione e inizia a studiare.

L’Ente turistico Greco – spiega- agli studenti pagava l’affitto e i viaggi d’ istruzione. Chi poteva dire di no ad una cosa così attraente?”.

grecia

Vivere da pensionati in Grecia: agevolazioni fiscali e molto altro ☜

Poi la scuola di Guide turistiche greca  era qualificata come la migliore in Europa.  Appena ottenuta l’abilitazione, Stella inizia subito a lavorare, affascinando i turisti stranieri attraverso i monumenti e i paesaggi del suo paese. Dalle scuole elementari fino all’università la Grecia è menzionata sui libri di testo e per questo attrae persone da tutto il mondo.

È un lavoro in cui non si smette mai di imparare. Mi piace il contatto con i bambini e con i ragazzi -afferma- perché ti aiutano a non invecchiare. Imparo da loro tanto”. La vita professionale di Stella va a gonfie vele e quel sogno di gioventù ora è una certezza.

Come in un viaggio anche la vita può riservare delle sorprese. Nel 2008 arriva la crisi economica globale e la Grecia, insieme all’Italia, è il paese europeo che incontra più difficoltà. Le piccole e medie imprese chiudono, la disoccupazione aumenta e cala la produttività nazionale. Il settore del turismo è quello che risente maggiormente delle perdite.

Gli hotel ricevono sempre meno prenotazioni e, anziché turisti, nelle piazze si vedono solo proteste e scontri. Sembrano ormai archiviati gli anni del benessere e nei telegiornali si sente parlare di Atene solo per le misure di austerità imposte dalla Troika. “Quegli anni sono stati  davvero difficili-ricorda Stella- , sia per l’economia che per l’umore della gente.

Abbiamo lavorato poco e attraverso i tagli e le tasse abbiamo dovuto giustificare gli errori politici del passato”. La svolta però arriva con l’elezione e Primo ministro di Alexis Tsipras che, in un continuo braccio di ferro con l’Ue e l’Fmi, riporta la Grecia alla crescita. Oggi la situazione è migliorata e anche Stella oltre a fare la guida lavora come insegnante di Greco agli stranieri e come insegnante di Italiano.

Se la speranza è ritornata, anche per la Grecia è arrivato il Coronavirus. Nonostante abbia registrato un numero di vittime inferiore alla media europea, anche lì c’è stato il lockdown e tuttora vige l’obbligo della mascherina.

Anche per Stella il lavoro è calato, ma non si è persa d’animo e aggiorna periodicamente il suo canale Youtube. Ha anche pubblicato il libro “Miti delle metamorfosi”, tradotto in italiano e in inglese e disponibile in e-book. Insomma una voglia di fare che nemmeno questa brutta parentesi sta scalfendo.

“Il mio sogno-conclude- è quello di tornare a lavorare come prima dello scoppio dell’epidemia e sto cercando un editore interessato ai miei scritti”.

YOU TUBE