La mia casa è il mondo

A cura di Maricla Pannocchia

Una cascata di riccioli scuri, un sorriso in grado di rischiarare la notte e tanta determinazione per questa giovane toscana che, sin da adolescente, sognava di cambiare un mondo troppo crudele.

È per questo che, dopo vari anni di tentennamenti, Silvia ha deciso di lasciare l’Italia per unirsi a varie missioni umanitarie e raccontare la “sua” verità. Dopo tanti viaggi che l’hanno portata, fra gli altri luoghi, in Africa e in Ucraina durante la guerra, Silvia è arrivata in Cambogia, dove si trova in questo momento.

Silvia De Lucia

Ciao Silvia, raccontaci qualcosa di te. Chi sei, da dove vieni…

Ciao! Mi chiamo Silvia, ho 28 anni e sono originaria della Toscana. Sono un’educatrice e reporter.

Cosa ti ha spinta a lasciare l’Italia per viaggiare in giro per il mondo? È un desiderio che hai sempre avuto o che si è sviluppato negli anni?

Da sempre sogno di viaggiare per il mondo. A 15 anni sognavo l’Africa, a 17 anni di andare sul fronte siriano in piena guerra. Ci ho messo più di dieci anni per capire, creare e dare una forma al mio futuro. Questa mia scelta mi rende viva, mi permette di essere presente nel “qui e ora”. Il mio sogno è sempre stato quello di prendere parte a delle missioni umanitarie per capire, scoprire e poter raccontare la verità. Il mio progetto “La nuova Thule” rappresenta proprio questo. Il nome “Thule” nasce dal mito di un’isola leggendaria utilizzata da molti scrittori e poeti tra cui Virgilio che la definisce “terra estrema, al di là del mondo conosciuto”. Ed io desideravo questo: vivere e raccontare le terre estreme. Gli ostacoli non mancano e la strada é in salita soprattutto per chi come me parte da zero e vuole farsi strada nel mondo dei reportage e del lavoro online.

Ma il desiderio é più grande della paura e non vorrei un’altra vita al di fuori della mia.

Silvia De Lucia

▶ Tutto quello che devi sapere per trovare lavoro nel turismo

Dove sei stata finora?

Ho fatto missioni in Brasile, Tanzania, Turchia, Marocco, Tunisia, Ciad, Romania, Ucraina e ora sono in Cambogia.

Che cosa ti hanno lasciato queste esperienze?

Ogni esperienza lascia qualcosa di diverso ma tutte sono accomunate dalla condivisione e dall’empatia.

Come ti organizzi per trovare le Onlus presso le quali trascorri del tempo?

Sui vari siti di volontariato. Ho passato anni interi a scrivere e propormi alle associazioni. Spesso senza alcuna risposta. Adesso sono le associazioni che mi scrivono e chiedono aiuto/ collaborazioni.

Che consigli daresti ad aspiranti viaggiatori a lungo termine?

Da quando ho aperto i profili social ricevo tante domande da parte dei giovani. Mi chiedono consigli su come iniziare questo percorso, cosa fare, ed io un po’ mi rivedo in loro. La verità è che basta lasciar andare la paura e fidarsi della vita. Tuttavia, le persone che lo fanno sono davvero poche perché fidarsi della vita implica allentare il controllo. È un po’ come quando ci si lancia con il paracadute e si spera che questo si apra. Molti non fanno neanche il salto proprio perché temono che il paracadute non si aprirà. In realtà, un modo per far aprire il paracadute si trova sempre. Quindi il consiglio é basico ed essenziale ( lo ripeto anche a me stessa): lotta per il tuo sogno, non solo quando va tutto bene, ma anche quando non vedi la luce in fondo al tunnel perché, attenzione, all’improvviso il sogno si rivela…

Silvia De Lucia

Pensi mai che, un giorno, potresti fermarti a vivere in pianta stabile da qualche parte?

A volte sì, altre mi sembra impossibile ma credo che un giorno arriverò in un posto che mi ruberà così ardentemente il cuore da farmi fermare.

Viaggiare per te è…

Per me non é semplicemente viaggiare, ma vita.

Qual è il posto, fra quelli che hai visitato, in cui ti sei sentita di più a casa?

In tutte le missioni ho trovato casa, una famiglia.

L’ Africa, per ora, rimane la prima casa in assoluto.

Copyright delle foto: Silvia De Lucia

Per seguire Silvia:

Facebook: https://www.facebook.com/silvia.delucia

Instagram: https://www.instagram.com/lanuovathule/

Sito Internet: https://lanuovathule.com/