Monkey Buffet Festival, in Thailandia tavole imbandite per le scimmie

È una delle feste più strane al mondo, classificata tra le dieci più bizzare. Stiamo parlando del Monkey Buffet Festival che si tiene ogni anno l’ultima domenica di novembre a Lopburi, a 150 km a nord di Bangkok nella Thailandia centrale.

Ma niente paura, il buffet non è a base di scimmia. Piuttosto è il buffet ad essere per le scimmie. Un ricco banchetto composto da 4mila chili di frutta, verdura e dolci elegantemente disposti per loro su decine di tavole e coperte da picnic.

Sono circa 3mila i macachi che banchettano e che possono mangiare le loro pietanze preferite avventandosi disordinatamente sul buffet e rubandosi i frutti l’uno l’altro, tra grida e battibecchi che in pochi istanti devastano tutto l’allestimento.

L’offerta si ripete per tre volte nello stesso giorno: alle 10, alle 12 e alle 14. Sulle tavole imbandite è possibile trovare arachidi, cavoli, angurie, banane, zucche, ananas, cetrioli, papaie e uova sode.

Un festival che ogni anno attira moltissimi curiosi e turisti e che deve le sue origini a un uomo di affari locale, proprietario di un albergo, che nel 1989 per attirare visitatori inaugurò questo originale buffet.

C’è da dire che le scimmie sono considerate patrimonio dell’intera regione per diversi motivi. Il primo risale al poema epico indù Ramayana che indicava Lopburi come sede del regno di Hanumam, il dio delle scimmie che aiutò Rama a raggiungere Sri Lanka con un ponte formato da primati: permise a quest’ultima divinità di liberare la moglie Sita prigioniera del malefico Ravana.

Sempre nella mitologia indù, le scimmie sono i bambini di Kala, dio del tempo e della morte: ucciderle è di pessimo auspicio. E anche oggi resta la compassione del Buddha per ogni essere vivente che induce i thailandesi a evitare di uccidere gli animali.

Lopburi, inoltre, è famosa per la presenza di centinaia di scimmie che popolano i templi della città e se ne vanno a spasso per le vie aggrappandosi ai cavi elettrici e alle insegne dei negozi. Durante il Festival però la loro vivacità si scatena, ingaggiando una vera e propria battaglia l’una con le altre per accaparrarsi quella bevanda o quella pietanza così golosa. Non sarà difficile incontrarne numerose che mangiano frutta, vegetali e dolci. Il Festival ospita anche altre attività sempre in relazione con questi simpaticissimi animali: musica e danze con i giovani travestiti da scimmie, sculture di scimmie e tanto altro. Insomma se stai pensando a un bel viaggio in Thailandia non puoi perderti questa incredibile festa.

Per chi cerca consigli per  trasferirsi a vivere e lavorare in Thailandia suggeriamo l’eBook

Vado a Vivere in Thailandia di Mary Marchesano