Start Jerusalem

Una settimana nella terra dell’innovazione per approfondire le proprie conoscenze e scoprire come potenziare le proprie idee di start-up. Al via “Start Jerusalem”, concorso internazionale a cui potranno partecipare anche gli startupper italiani aggiudicandosi un posto alla settimana di training in programma dal 5 all’11 novembre a Gerusalemme. Lanciato dal ministero israeliano degli Affari Esteri e la Jerusalem Development Authority, il contest internazionale “Start Jerusalem” è un’iniziativa promossa, in Italia, dall’ambasciata d’Israele e dall’acceleratore di aziende innovative con sede a Roma, Luiss Enlabs.

Riconosciuta negli ultimi anni come uno dei nuovi hub mondiali dell’innovazione tecnologica, Gerusalemme è ormai diventata il luogo ideale di numerose aziende che la scelgono per aprire un centro di ricerca e sviluppo. Con i suoi quattro poli tecnologici – Har Ha’Hotzvim, Givat Ram, Hadassah Ein Karem e Malcha – quest’anno inoltre la città è balzata alle cronache grazie a una delle acquisizioni più “pesanti” mai fatte in Israele, per ben 15miliardi di dollari. Il colosso californiano Intel ha, infatti, inglobato la società israeliana Mobileye, leader nello sviluppo e nella costruzione di telecamere e sensori per auto, utilizzati nell’ambito delle funzionalità della guida autonoma, anche detto self-driving car (sistema ADAS). Non a caso, Intel ha promosso e sostenuto il contest a livello internazionale.

In palio ci sono 30 posti destinati ai migliori startupper selezionati tra oltre trenta paesi più avanzati nel panorama dell’innovazione internazionale. I vincitori del contest parteciperanno ad un workshop in uno degli acceleratori delle migliori società high-tech israeliane. Incontreranno mentor e venture capitalist, parteciperanno a sessioni di lavoro e a una pitch session con esponenti di rilievo dell’innovazione del Paese. Al contest, finalizzato a migliorare la vita urbana della comunità attraverso idee innovative, possono candidarsi le startup attive nei settori ICT, web, mobile, IoT, nell’elaborazione di progetti di imprenditorialità sociale e/o innovazione urbana finalizzati a migliorare la vita della comunità; che abbiano ricevuto un seed fund; che abbiano già un prototipo pronto o che abbiano il ceo/founder di età compresa tra i 25 e i 37 anni.

Per partecipare è necessario inviare entro la mezzanotte di mercoledì 4 ottobre 2017, un’e-mail all’indirizzo [email protected] contenente il link ad un video pitch in lingua inglese di presentazione del progetto (massimo 5 minuti); un executive summary in lingua inglese di 500 parole (massimo 1 pagina); un CV in lingua inglese del founder e del ceo che partecipa al contest; il link ad una demo del prodotto (opzionale).

Per ulteriori informazioni questo il sito dell’iniziativa:

www.startjlm.com​​