Minorca, l’isola della calma

Vi chiederete il nesso tra Minorca e il processo di osmosi (il termine osmosi indica la diffusione del solvente -spesso acqua- attraverso una membrana semipermeabile. Il movimento dell’acqua avviene da una regione a minor concentrazione di soluto verso una regione a maggior concentrazione, quindi secondo il gradiente di concentrazione. Da Wikipedia, l’enciclopedia libera.).

In poche parole oggi vorrei parlarvi (lasciando per un attimo da parte Wikipedia) del perchè vivendo qui a Minorca si assimilano certi comportamenti semplicemente osservandoli. Una sorta di “osmosi comportamentale “che scaturisce dall’osservazione e dall’essere circondati da un certo tipo di atteggiamento che, alla fine, si ripercuote su molti aspetti della vita quotidiana.

Minorca, ve l’ho ormai ripetuto fino a stancarvi, è un’isola che per lunghi mesi è pervasa da ritmi tranquilli, da un voluto isolamento (non si è mai capito come mai ci siano pochissimi voli diretti da settembre a giugno), da atmosfere rarefatte, silenziose e meditative che invitano ad un’estrema comunione con la meravigliosa natura dell’isola e all’introspezione.

Questo perchè chi vive i frenetici giorni estivi sull’isola da lavoratore vuole poi riprendersi i suoi spazi e soprattutto i suoi tempi. Per questo rallenta ma rallenta davvero con l’arrivo dell’autunno. E tutto assume tinte e contorni diversi, quasi surreali. Le spiagge semivuote, i parcheggi liberi, le strade quasi deserte e tanto, tanto silenzio a “coprire” il rumore del mare e il vento di tramontana.

Ma lo scopo di questo mio scritto è quello di permettermi di fare uno dei miei amati elenchi parlandovi delle cose che, vivendo a Minorca, si assorbono e si mettono in pratica grazie all’atmosfera che ci circonda. L’osmosi comportamentale insomma, di cui all’inizio.

Elencone:

Svilupperete un maggior rispetto per le persone anziane. Qui nessuna persona maggiore di età è vista come un peso. I “nonnini” vengono accuditi, rispettati e ascoltati. Sono la memoria del passato, la saggezza e la conoscenza. In molti casi hanno lavorato duramente per permettere alle loro famiglie di vivere dignitosamente durante la dittatura di Franco. In tutti questi anni di vita trascorsa a Minorca non ho mai visto, e dico mai un adolescente schernire o mancare di rispetto ad una persona anziana. Qui non verrebbe e concepito e tollerato nella maniera più assoluta.

Vi fermerete quando vedrete che qualcuno sta per attraversare sulle strisce pedonali e vi dimenticherete che la vostra macchina ha un clacson. Metterete la freccia prima di iniziare un sorpasso e quando lo state concludendo. Non vi troverete ad imprecare perchè qualcuno ha parcheggiato in seconda o terza fila. Ci sono delle regole e vengono rispettate. E tutti vivono più sereni.

Si accentuerà il vostro senso di solidarietà. Le comunità piccole hanno come caratteristica una maggior coesione e un senso di appartenenza più sviluppato. Qui è confermato. Se qualcuno è in difficoltà la comunità si attiva per aiutare e risolvere. E quasi mai (oserei dire mai) abbandona la persona o la famiglia in difficoltà al suo destino. Questo atteggiamento altruista e cooperativo è molto diffuso e vivendo qui si assimila velocemente.

Scoprirete che vi pervade un maggior senso di armonia. Questo perchè? In primis perchè tutti si comportano in modo civile e questo allenta le tensioni che può generare un comportamento poco rispettoso. In secondo luogo perchè Minorca ha una morfologia soave e priva di asperità. Questo, unito al fatto che da qualsiasi parte vi giriate vedrete il verde intenso della campagna, il blu turchese del mare, o gli azzurri rilassanti del cielo favorirà il fiorire in voi di una sensazione di benessere di cui diventerete pienamente coscienti ogni volta che vi allontanerete da Minorca.

Piu in generale per concludere l’elenco vi posso dire che vivendo a Minorca perderete il senso del tempo, diventerete più tolleranti verso molte cose, dimenticherete l’ossessione per la moda e le scarpe di tendenza, mangerete ad orari che mai vi sareste immaginati, vi meraviglierete per i prezzi di molti beni di consumo, farete il pieno alla macchina e vi rimarranno i soldi per una pizza, saluterete sorridendo tutti quelli che incrociate per strada nel paesino dove vivete, e insomma…vivrete decisamente meglio se vi farete contagiare da questa meravigliosa energia che Minorca trasmette.

Mercadal, Minorca, Isole Baleari

Alessandro Castagna

[email protected]