Autore Topic: Voglio vivere così a 45 anni ma...  (Letto 35864 volte)

anewcareerinanewtown

  • Esordiente
  • *
  • Post: 8
    • Mostra profilo
Voglio vivere così a 45 anni ma...
« il: 09 Gennaio 2011, 14:55:57 »
Sono nuova anche se leggo questo forum e il sito da un po' di mesi.
Ci trovo sfoghi, lamenti, depressione ma anche buone idee, sogni, coraggio, forza.
Mi sembra che il desiderio di cambiare derivi in maggior parte dalla delusione verso questo Paese.
Anch'io come molti sono stanca e demoralizzata.
Ho 45 anni e lavoro in un'amministrazione statale, per cui posso considerarmi fortunata nella situazione attuale. Ma proprio lavorare da statale ti fa vedere tutti i giorni l'immagine di un Paese che va in sfacelo, gli sprechi, le raccomandazioni, l'inefficienza, la totale assenza di meritocrazia e di volontà di cambiare.
A 40 anni mi sono iscritta all'Università (Scienze della Comunicazione), mi sono laureata in corso con 110 (neanche i miei colleghi ventenni...) e sull'onda dell'entusiasmo e sicuramente dell'aumentata autostima pensavo di poter migliorare la mia posizione lavorativa, non solo economicamente, ma soprattutto qualitativamente. Quello che desideravo fare era un lavoro sulla comunicazione interna che mi entusiasmasse e che al tempo stesso contribuisse a migliorare i processi lavorativi. Mi hanno preso per una specie di sognatrice o peggio per una rompib...e e intanto altri hanno avuto passaggi di livello.
Vivo in una bella cittadina in cui però non mi trovo bene, è "piccola", chiusa e talvolta mi soffoca.
Da tempo penso di trasferirmi all'estero e guardo con invidia alle persone che conosco che l'hanno fatto. In particolare mi piacerebbe trasferirmi a Londra.
Cosa mi trattiene? Il fatto che tutti quelli che decidono di partire sono giovani (e dico a tutti i giovani che frequentano il forum: andate all'estero, potete poi anche tornare ma almeno avrete fatto delle esperienze), cosa può trovare una quarantacinquenne a Londra? Non penso di poter fare la cameriera...
Inoltre ho pochi risparmi, non ho competenze specifiche (faccio il mio meglio per fare quello che mi dicono di fare) e l'attuale situazione economica mondiale non invita certo a rischiare.
Il mio inglese non è perfetto ma continuo a studiarlo e forse è il problema minore.
A mio favore: ho una casa di proprietà, sono single, non ho legami, mi piace studiare, non mi spaventa il cambiamento e ho discrete capacità organizzative.
Mi manca una spinta decisiva, perchè o adesso o mai più.
 

cplpilot

  • Visitatore
Re: Voglio vivere così a 45 anni ma...
« Risposta #1 il: 09 Gennaio 2011, 16:53:23 »
Beh credo che l'eta' non conta... possibilità credimi, ci sono anche in Italia, cerca un lavoro in un campo che ti interessa in un motore di ricerca con 2 opzioni, Italia e Europa... vedi cosa esce... certo che dovrai partire dal basso di nuovo ma dovresi sapere che da qualunque parte vai, dovrai per forza partire da zero!
Intanto, ti consiglio nel lavoro di fare sempre del tuo meglio e non aggregarti ai negativisti e raccomandati... fai sempre il meglio per tua soddisfazione! ne gioverà l'umore e la tua soddisfazione personale... per l'inglese, fai un full immersion in Inghiletrra o Canada di 1 mese, costano ma vedrai i risultati!

anewcareerinanewtown

  • Esordiente
  • *
  • Post: 8
    • Mostra profilo
Re: Voglio vivere così a 45 anni ma...
« Risposta #2 il: 09 Gennaio 2011, 19:59:00 »
Beh, grazie per questo primo consiglio :)
Vedere scritti propositi e proposte è già un aiuto per chiarirsi le idee.

pinco pallino

  • Apprendista
  • **
  • Post: 47
    • Mostra profilo
Re: Voglio vivere così a 45 anni ma...
« Risposta #3 il: 10 Gennaio 2011, 09:02:54 »
ciao anew
per migliorare il tuo inglese non costa niente.
guarda questo forum. c'e gente molto in gamba e si aiutano a vicenda con prontezza immediata.
 http://forum.wordreference.com/forumdisplay.php?s=&daysprune=&f=4

anewcareerinanewtown

  • Esordiente
  • *
  • Post: 8
    • Mostra profilo
Re: Voglio vivere così a 45 anni ma...
« Risposta #4 il: 10 Gennaio 2011, 15:46:06 »
Grazie ancora.
Uso spesso questo sito come dizionario, ma non come forum
Comunque tra i propositi per il 2011 ho messo il conseguimento del FCE; se mi fisso un obiettivo con una data lo studio dell'inglese diventa più sistematico.

Mick

  • Apprendista
  • **
  • Post: 27
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re: Voglio vivere così a 45 anni ma...
« Risposta #5 il: 10 Gennaio 2011, 19:59:03 »
Buon giorno a tutti e in particolar modo a Pinco Pallino,
che piacere leggere di nuovo tue righe, anche poche.
In questi giorni ho pensato molto a te sentite le notizie che giungono in Italia sull'alluvione disastrosa che ha colpito il Qeensland.
Ti ho immaginato naturalmente non coinvolto, o magari ben protetto nei tuoi igloo geodetici o in alternativa salpato prima con la tua barca e fuori dagli strali della natura.
Immagino che ora ci sarà molto da ricostruire e magari le tue idee costruttive, che ho apprezzato essendomi documentato seppur sommariamente,  potranno suscitare  maggiore interesse.
Siete comunque fortunati nel non avere la Protezione Civile Italiana....ma questa è un'altra storia.....
Buona fortuna
Mick   
 

orsobianco55

  • Esordiente
  • *
  • Post: 6
    • Mostra profilo
    • E-mail
lunedi
« Risposta #6 il: 10 Gennaio 2011, 22:33:19 »
anche io sono nell'amministrazione pubblica e condivido; per ottenere qualche avanzamento dovevi essere iscritta al sindacato di maggioranza sicuramente in combutta con gli assessori per attribuire ai propri elettori i posti migliori
quindi è ovvio che qualunque paese emergente a questo punto è meglio, ma per noi è difficile, per l'età e le capacità specifiche che (almeno per me) sono poche;
è un pò difficile intraprendere qualcosa di nuovo in un paese di cui conosci poco o niente, con l'entusiasmo dei 20-30 anni.
però, visto che abbiamo a disposizione tutti questi mezzi di informazione......
auguri
claudio

anewcareerinanewtown

  • Esordiente
  • *
  • Post: 8
    • Mostra profilo
Re: Voglio vivere così a 45 anni ma...
« Risposta #7 il: 11 Gennaio 2011, 13:46:55 »
Sono contenta di aver stimolato un'altra discussione.
Io sto procedendo a piccoli passi, migliorare l'inglese e poi informarmi e magari aspettare anche un po' di tempo per vedere come si evolve la situazione economica mondiale.
Dall'autunno scorso ho anche iniziato un corso di tedesco e posso sempre dare una rinfrescata al mio francese.
Auguri a tutti

Cassandra

  • Esordiente
  • *
  • Post: 1
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re: Voglio vivere così a 45 anni ma...
« Risposta #8 il: 17 Gennaio 2011, 16:53:25 »
Io mi sono iscritta oggi pomeriggio e ho cominciato a leggere i vostri post. >Inevitabile finire su quello di una mia coetanea che lavora come me nella PA che sta perfezionando il suo inglese e che vorrebbe tentare di fare un percorso alternativo..almeno per un po'....
Condivido i tuoi dubbi, le tue speranze e la tua fiducia..anche se ogni tanto quella va a farsi friggere. Io non so se me la sento di mollare tutto, ma magari un po' di aspettativa per vedere che cosa succede...che ne dici? Io ne ho presa due anni fa per andare in Afrika e seguire un progetto di sviluppo....solo 2 mesi. Adesso forse farei qualcosa di più lungo.... ::)
Credo che l'importante sia testare la propria motivazione e una volta sicuri si parte....nel senso che si da il via alle operazioni...Scriviamoci

anewcareerinanewtown

  • Esordiente
  • *
  • Post: 8
    • Mostra profilo
Re: Voglio vivere così a 45 anni ma...
« Risposta #9 il: 19 Gennaio 2011, 14:04:57 »
Grazie per la risposta :). Ti ho mandato un e-mail.
In questi giorni ho rivisto il film "La febbre" con Fabio Volo. E' la fotografia di un'Italia, ed in particolare della pubblica amministrazione italiana, che spegne ogni entusiasmo, voglia di fare e di cambiare.
Lo consiglio a tutti

IQUATTRO ELEMENTI

  • Esordiente
  • *
  • Post: 1
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re: Voglio vivere così a 45 anni ma...
« Risposta #10 il: 21 Gennaio 2011, 13:57:37 »
Salve, ho letto la sua comunicazione e voglio rispoderle

Io sono Arcario Pino e ho anni 47: attualmente vivo a Caltabellotta, in Sicilia; conseguirò dopo avere sostenuto altri due esami e la tesi, la laurea in filosofia all’Università degli studi di Palermo, anche se il mio amore rimane l’Università di Scienze Enogastronomiche fondata da Carlo Petrini in Piemonte, fondatore di Slow Food  (www.slowfood.it ). Oltre a procedere nello studio, lavoro nel campo del turismo enogastronomico, dirigendo attualmente  l’azienda olivicola di famiglia ( web site www.bernardoarcario.it ) secondo il metodo dell’agricoltura biologica. A tal proposito  sono stato negli anni scorsi a fiere del food from Organic farming in Germania  (Offenburg e Nurnberg),  in Svizzera (Lugano) e in Italia per poter inserire direttamente nel trade estero, attraverso il marketing, la comunicazione e l’inserimento in guide e riviste del settore, gli elementi costitutivi  della Sicilia ( arte, natura, food ) e del made in italy in genere. La presenza su The best of made in Italy, rivista del commercio estero, in uscita a Milano ( web site www.madeinitaly1946.it ), in lingua inglese e italiana, mi permette di essere presente a manifestazioni & fiere internazionali nel settore biologico & prodotti naturali. Cerco una figura professionale che mi affianchi nel mio piano aziendale.

phone + 39 0925 951755
mobile +39 327 0913954


alexxxx78

  • Esordiente
  • *
  • Post: 2
    • Mostra profilo
Re: Voglio vivere così a 45 anni ma...
« Risposta #11 il: 21 Gennaio 2011, 19:39:17 »
ciao ! intanto inizio dicendoti che a 45 anni la vita non e'certo finita...si puo' sognare ancora e cambiare le cose..io non posso consigliarti se e'il caso di lasciare un posto statale o no per londra posso solo dirti che vivere a londra e'fantastico e difficile allo stesso tempo...e'sicuramente piu'facile ricominciare a londra che in italia...io per motivi familiari sono rientrata in italia e ti assicuro che londra e'sempre nei miei pensieri e che mi pento davvero tanto di essere tornata indietro...qui in italia mi sento senza futuro e totalmente demoralizzata..ho 33 anni e proprio in questi giorni sto riflettendo molto se rientrare in uk...quando ho letto il tuo mess ho capito come puoi sentirti..oggi e'difficile dire ad una persona lascia un posto statale per l'ignoto a londra pero'dal mio punto di vista e'anche difficile pensare che a 33 anni, a 45 anni ecc non si possa decidere di andare a vivere all'estero e ricominciare! per quanto riguarda l'inglese lo puoi imparare tranquillamente

ti saluto sperando che presto avrai le idee chiare su cosa fare!

Fragola67

  • Esordiente
  • *
  • Post: 1
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re: Voglio vivere così a 45 anni ma...
« Risposta #12 il: 12 Marzo 2011, 14:46:16 »
Ciao,
per caso sono capitata oggi in questo bel forum....eh già...pure io lavoro in un'amministrazione pubblica...e per chi ha voglia di emergere e di lavorare....ti insegnano subito che sei sulla strada sbagliata. Ho 44 anni e lavoro lì da 14 , non ho ancora trovato il coraggio di andarmene o meglio è difficile trovare una valida alternativa un pò per l'età un pò per la zona dove abito...un pò pertante ragioni.
Avrei tanto entusiamo ...qui vedo il mio futuro piatto...non riesco a far nulla per migliorarlo...
Ammiro tantissimo chi ha il coraggio di cambiare...

Gaudente

  • Esperto
  • ****
  • Post: 353
    • Mostra profilo
Re: Voglio vivere così a 45 anni ma...
« Risposta #13 il: 28 Marzo 2011, 18:40:44 »
non hai ne' risparmi ne' competenze ne' esperienza lavorativa (neanche un pazzo assumerebbe un ex dipendente pubblico che non ha mai fatto un ca**o in tutta la vita), non ti resta quindi altro da fare che continuare a godere della tua rendita parassitaria fino alla pensione, dopodiche' potrai valutare se trasferirti in un paese con un minor costo della vita (ma chissa' come sara' il mondo tra 30 anni).
Ti consiglio di risparmiare il piu' possibile ed investire in attivita' estere perche' non e' affatto garantito che la pacchia continui.

mariacri

  • Esordiente
  • *
  • Post: 1
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re: Voglio vivere così a 45 anni ma...
« Risposta #14 il: 29 Marzo 2011, 01:11:14 »
Carissima
comparto con eta e dilemma  (inverso nel mio caso:vale la pena o no tornare in Italia). Per tanto come expat ti dico che lasciare il proprio paese a 40 anni è dura sopratutto affettivamente. Lasci amici e parenti con cui condividi una lingua e tradizioni. Adattarti al nuovo paese è piu pesante, si fa ma costa. Esiste tutta una letteratura in merito, anzi cè proprio una curva che descrive perfettamente i bassi e gli alti di entusiasmo/depressione a cui è sottoposto un expat durante il processo di inserimento in nuovo paese. Rifletti bene dunque per vedere se sei pronta ad accettare un cambio di vita anche sotto questo punto di vista.  Ci sono delle sfumature nella lingua che solo un nativo è in grado di percepire  e che alla lunga possono in qualche modo impattare sulla qualita di una relazione piu profonda. 
in bocca al lupo