Ecco come trovare lavoro in Olanda

Anche l’Olanda, terra dei mulini e degli zoccoli di legno, è stata lambita dall’onda lunga della crisi che in Italia ha decimato imprese ed aziende, ma a differenza del Bel Paese, il mercato del lavoro è rimasto comunque dinamico ed è certamente in continua evoluzione, tant’è che al momento l’Olanda ha un tasso di disoccupazione di circa il 3,3/3,5%, ossia ben al di sotto della media dell’Eurozona (7,7%).

Proprio per questo motivo, ma non solo, l’Olanda viene spesso scelta come Paese per trovare lavoro all’estero, specialmente da quegli italiani alla ricerca di un lavoro in settori come il marketing digitale, i servizi finanziari, operatori sanitari, formazione, terzo settore, consulenza aziendale, studi di architettura o le aziende ingegneristiche.

Gli italiani in Olanda, infatti, sono tantissimi e – in tal senso – trovare una comunità di expat nei Paesi Bassi sarà assolutamente possibile. Gli italiani scelgono infatti di vivere e lavorare in Olanda non solo per le sue opportunità lavorative o per la sua gente, normalmente abbastanza ospitale, ma anche perché questa Nazione si trova all’8º posto nella classifica dei Paesi con la migliore qualità di vita del Mondo.

Inoltre, non dimentichiamo che l’Olanda è anche nota per essere tra i 10 Paesi con il salario minimo garantito più alto nel Mondo. Insomma, buoni stipendi, possibilità lavorative e ottimo stile di vita, fanno dell’Olanda uno dei Paesi più inflazionati per la migrazione in Europa.

Infine, scegliere di andare a lavorare in Olanda, specialmente per i cittadini appartenenti all’Unione Europea, non è assolutamente un’impresa difficile, soprattutto se si possiedono delle competenze specifiche – come si diceva – ed una buona padronanza della lingua inglese. Infatti, molto spesso, la conoscenza della lingua olandese non è strettamente necessaria, il che rende assolutamente possibile l’eventualità di lavorare in questo Paese senza sapere l’olandese.

Documenti per lavorare in Olanda

Come lavorare in Olanda da cittadini italiani?

Semplicissimo, con la carta di identità o passaporto in corso di validità, il So.Fi Number ed un conto in banca. Ovviamente, poi, ci sono altre pratiche burocratiche da espletare, come l’iscrizione al registro degli immigrati, ad esempio, ma non sono cose essenziali al fine di trovare un’occupazione.

Il conto in banca, invece, è particolarmente necessario, poiché la maggior parte delle aziende paga direttamente su conto bancario e non possono o non gradiscono versare soldi su conti esteri. Per avere un conto in banca è necessario però il So.Fi Number (detto anche BSN) e va richiesto direttamente nel Comune in cui di andràa vivere previo appuntamento. Il rilascio di tale documento ha una tempistica che varia da città a città, infatti, nei piccoli centri questo documento lo si ottiene in pochi giorni, mentre nelle grandi città spesso occorre qualche giorno in più.

☞ Qui trovi la Guida Completa per trasferirsi a vivere ad Amsterdam

Dopodiché, una volta ottenuti questi due documenti (un conto in banca ed il So.Fi Number), sarà possibile anche sottoscrivere un contratto d’affitto o richiedere il codice fiscale olandese, da richiedere presso l’agenzia delle entrate olandese, presentando solo il documento di identità.

Per maggiori informazioni sulla documentazione utile per andare a lavorare in Olanda, invitiamo a consultare i seguenti siti web:

In conclusione, meglio quindi cercare di ottenere tutta questa documentazione in tempo per i primi colloqui di lavoro e non si riscontrerà alcun problema ad ottenere un posto di lavoro in Olanda.

Inoltre, si consiglia anche di stipulare un’assicurazione sanitaria per far fronte a qualsiasi problema di salute. Infatti, il servizio sanitario in Olanda è quasi tutto privato, per cui un ricovero o qualunque inconveniente fisico potrebbe costare una cifra non trascurabile.

Per quanto invece riguarda i cittadini extra-Ue che si chiedono se sia possibile, con carta di soggiorno o con un permesso di soggiorno italiano lavorare in Olanda, la risposta è sì poiché, beneficiando di un permesso di soggiorno in una Area Schengen, è anche possibile lavorare in altri Paesi dell’UE senza essere direttamente cittadini europei.

cartina olanda

Trovare lavoro in Olanda: offerte di lavoro ed agenzie per l’impiego

Cercare lavoro in Olanda, come si diceva inizialmente, non è complicato e, anzi, le offerte non mancano affatto. Infatti, in linea di massima, la tecnica prediletta per cercare un impiego è quella di controllare online, sui siti web che propongono degli annunci di lavoro, oppure contattare delle agenzie per l’impiego o interinali.

Trovare lavoro in Olanda dall’Italia è infatti inoltre possibile ma, per il secondo o terzo step del colloquio o della selezione, vi sarà forse richiesto di recarvi in loco o di essere in Olanda.

Ad ogni modo, prima di partire, è consigliabile preparare il proprio curriculum vitae, preferibilmente in lingua inglese. È importante anche preparare una lettera di presentazione, una cover letter, che serva ad introdurvi al meglio. Solitamente, le agenzie di lavoro olandesi effettuano i primi colloqui telefonicamente, per poi passare al contatto diretto con il candidato. Al momento del colloquio, cercate di essere decisi e determinati, illustrando al meglio le vostre competenze ed esperienze pregresse.

Inoltre, se possedete delle competenze specifiche, in Olanda sicuramente non tarderete a trovare un’offerta di lavoro adatta a voi, anche perché nei Paesi Bassi hanno sede diverse società extraeuropee, perciò il Paese può offrire molte possibilità anche a chi conosce fluentemente una o più lingue europee e vuole, ad esempio, lavorare all’estero per aziende italiane o di altre nazionalità. Ovviamente, per essere poi più competitivi e ricercati sul mercato del lavoro, è consigliabile imparare anche la lingua olandese.

Una volta messo a punto il vostro CV, un ottimo punto di partenza per la ricerca di lavoro in Olanda, è il sito ufficiale del Ministero del Lavoro Olandese (in inglese e olandese).

Dopodiché, lo step successivo sarà quello cercare lavoro utilizzando i siti appositi:

In Olanda, inoltre, sono numerose le agenzie di collocamento, che aiutano gli stranieri a trovare la giusta occupazione, tra cui: www.adamsrecruitment.com e www.undutchables.nl.

Da considerare, inoltre, anche alcuni giornali olandesi che pubblicano offerte di lavoro, quali il Telegraaf, il Volkskrant, il Metro, lo Spits e De Pers, distribuiti sugli autobus, in città o nelle stazioni della metropolitana.

Vi sono, infine, anche riviste online specializzate in offerte di lavoro come Intermediair (www.intermediair.nl), agenzie specializzate nel settore artistico come l’inglese Arts Hub (www.artshub.co.uk) o ancora le generiche “Via Via” www.viavia.nl o altre per il settore del marketing (www.ma-nederland.nl).

Lavoro in Olanda per italiani

Lavorare in Olanda, per gli italiani come per altre nazionalità, non è così complicato, come avete visto e, ancora meno, se utilizzerete i servizi di agenzie apposite, capaci di far incontrare domanda ed offerta degli italiani con il mercato del lavoro olandese (vedi paragrafo precedente), oppure se si prenderà la decisione di investire sulle Aziende internazionali in Olanda o quelle specificatamente italiane nei Paesi Bassi.

Nello specifico, per quest’ultima categoria, consigliamo di controllare sempre il sito web della camera di commercio italo-olandese e individuare così le aziende italiane presenti in Olanda a cui inviare il vostro CV. Potrete trovare molte informazioni a riguardo seguendo questo link: http://www.italianchamber.nl/it/.

Lavoro per italiani con vitto e alloggio

Per quello che invece concerne il lavoro per italiani con possibilità di vitto ed alloggio in Olanda, essendo una modalità abbastanza particolare, la soluzione migliore è quella di orientarsi verso le attività come ristoranti, bar, strutture turistiche o di accoglienza, che propongo questa modalità lavorativa e contrattuale e che, essendo gestite da italiani, cercano personale nostrano.

☞☞ Leggi la nostra guida per andare a vivere in Olanda: consigli, pro e contro e altre info utili

Inoltre, una seconda alternativa, è quella del lavoro alla pari oppure in modalità woofing o workaway. Alcuni siti web che potrebbero tornarvi utili sono:

Lavori più richiesti e gli stipendi medi

Come abbiamo scritto più volte, non è per niente complicato trovare lavoro in Olanda ma si tratta comunque di un Paese che offre moltissime possibilità a professionalità ed esperti in settori di alto profilo, infatti, soprattutto con qualche anno di esperienza e conoscenza della lingua inglese è possibile trovare un’ottima occupazione.

Vediamo quali sono le figure lavorative più richieste in Olanda:

  • chimici;
  • biologi;
  • medici;
  • architetti;
  • ingegneri;
  • esperti di marketing;
  • consulenti.

☞ Se cerchi lavoro in Olanda come architetto, leggi la storia di Federico, un architetto italiano a Rotterdam

Allo stesso tempo, ottime sono anche le prospettive per programmatori o sistemisti. Anche i grafici e gli analisti finanziari hanno grande richiesta, l’Olanda infatti è un Paese all’avanguardia nell’innovazione tecnologica.

Dunque, con una laurea o un master in uno di questi settori, non si dovrebbero avere particolari difficoltà.

Relativamente allo stipendio medio invece, i Paesi Bassi offrono – solitamente – stipendi di circa 1600 euro al mese e, in linea di massima, il reddito medio è pari a circa 35.000 euro annui su un part-time di circa 29 ore a settimana.

Circa l’85% dei lavoratori opta proprio per un contratto di lavoro come quello del part-time che, in Olanda, è molto incentivato poiché la cultura olandese mette in primo piano la qualità della vita e preferisce dedicare il pomeriggio e la sera a hobby e famiglia.

Dove cercare lavoro

Dove è meglio cercare lavoro in Olanda? Rotterdam? Utrecht? Amsterdam o altro?

mappa olanda

Le migliori città per lavorare e vivere in Olanda sono varie, infatti, la qualità della vita è piuttosto alta un po’ in tutto il Paese. Vivere e lavorare in Olanda significa infatti vivere in un Paese molto rispettoso delle leggi e delle regole, il che spesso si traduce in molte opportunità.

Inoltre l’Olanda gode di un tasso di criminalità quasi irrisorio e le carceri non sono così affollate come in altri Paesi.

Parlando poi di lavoro, Amsterdam è perfetta se non si ha una grossa preparazione professionale, perciò se si è – ad esempio – alla ricerca di un lavoro come lavapiatti, o come pizzaiolo o cuoco in un ristorante (italiano o meno) oppure si sta cercando un lavoro come operaio, Amsterdam è sicuramente la città migliore dell’Olanda. L’altra faccia della medaglia è però che Amsterdam è anche una città piuttosto cara e quindi sarà necessario uno stipendio commisurato per poter avere un ottimo stile di vita.

Lettura consigliata: Guida su come cercare lavoro ad Amsterdam ✍

L’Aia, invece, è famosa per essere la città delle sedi governative, delle multinazionali e delle organizzazioni internazionali, perciò è qui che si trovano le offerte di lavoro più qualificate.

Se si è invece alla ricerca di qualcosa di più generico, forse meglio puntare su altre città, come Utrecht o Eindhoven.

Infine, Rotterdam è la città portuale dell’Olanda, perciò è qui che si trovano le prospettive di lavoro legate al settore cantieristico e del trasporto marittimo.