Autore Topic: Vivere il sogno nelle Filippine, occasione unica.  (Letto 172245 volte)

Rotailater

  • Apprendista
  • **
  • Post: 36
    • Mostra profilo
    • E-mail
Vivere il sogno nelle Filippine, occasione unica.
« il: 26 Marzo 2009, 18:36:27 »
Prego tutti di leggere con molta attenzione, credo lo sforzo verrà ripagato. Lo so, mi sono dilungato troppo!

Ciao a te che leggi, mi chiamo Andrea e sono un giovane Italiano che ha sempre avuto la convinzione che nella vita l'unica cosa che valga la pena di fare è lottare per raggiungere i propri sogni. Per certe persone questo vuole dire trovare l'amore della propria vita, per altri ad esempio raggiungere il maggiore riconoscimento professionale, per altri fare una famiglia.
Per me sogno vuole dire raggiungere una buona stabilità economica innanzitutto, conservando però una grande libertà personale, avendo il tempo e le energie per assaporare le bellezze della vita e della natura. Non crediate però che io sia l'ultimo arrivato che vuole "mollare tutto, partire e poi si vedrà...". Da anni coltivo e progetto l'idea (e non il sogno irraggiungibile) di trasferirmi all'estero, non tanto per fuga, piuttosto l'insopportabilità dello stile di vita della nostra società (ma parlo soprattutto dell'italia) in cui per un'intera vita lotti per emergere, ma alla fine ti ritrovi lo stesso ad arrancare per quei 1500€ al mese.
Diciamo che un essere umano che pratica lo stile di vita del lavoratore per otto ore al giorno e dopo queste ha solo poco piu di nulla per investire tempo e soldi nel viere davvero a vita, è come chiedere a un'aquila di vivere in una gabbietta.  
Ma fidatevi, dico questo perchè viaggiando negli anni ho capito che ogniuno di noi dovrebbe vedere quante altre diverse realtà esistono, perchè probabilmente c'è sempre qualcosa di meglio là fuori per ogniuno di noi. E' da un po' di tempo che mi frulla in mente un'idea niente male. Mi sono recentemente interessato alle filippine e in particolare a questo sito # .

Fateci un giro, e capirete che ci sono delle opportunità veramente eccezzionali, inoltre lo stesso sito è già di persè un'opportunità nel senso che è il "ponte fondamentale" di aiuto che ogni persona che vuole trasferirsie cambiare vita dovrebbe avere per avere successo.
Qui e non solo troverete alcune importanti informazioni tra le quali:

1) E' possibile acquistare proprietà e terreni nelle filippine e veri e propri sogni a prezzi abbordabili. E sono tutti liberamente edificabili.
2) La cittàdinanza è ottenibile in soli 5 anni di residenza + 1 di burocrazia.
3) La burocrazia che vieta l'acquisto di proprietà da parte di stranieri puo' essere aggirata accordandosi con gli stessi operatori immobiliari, ottenendo in un primo momento la proprietà in affitto (con un contratto da 25 o 99 anni) e immettere una clausola di automatico passaggio di proprietà all'ottenimento della cittadinanza. Procedimento già noto agli stranieri alle filippine e di ottima efficacia.
4) Il costo della vita è molto più basso che da noi in italia. Con 250€/mese si ha tutto il necessario, senza farsi mancare nulla.
5) Il costo del lavoro è molto basso. Al massimo 100€/mese.
6) Le possibilità di turistiche immense, e la libera edificabilità di bungallow, case, ville e attività economiche da facili possibilità di creazione di centri turistici immersi nella natura splendida con capitali relativamente ridotti.
7) Clima tropicale, ritmi di vita tranquilli, natura incontaminata.

Non vi ricordate "The Beach"? Splendido...  ::)

Ora immaginate di riuscire ad organizzarvi, con un gruppetto ristretto al massimo di 3-4 persone, e comprare un terreno di pochi ettari con 200mt di spiaggia bianca davanti a un mare cristallino, di edificarci 5/6 bungalow, con bar, abitazioni private, diving club, barca da pesca per escursioni mozzafiato... E non si parla di milioni di dollari. L'acquisto di un terreno fronte mare al massimo a 90 minuti dall'aeroporto può costare al massimo 100.000-125.000€ per un lotto da 5 ettari in posizione splendida. Abbastaza spazioso da accogliere un beach resort completo.
La costruzione di un piccolo resort sulla spiaggia, completo di 5/6 cottages, ristorante - bar, propria abitazione, arredato e completo, puo' costare da un minimo di 70.000 euro per la soluzione tradizionale ed economica in legno e bamboo.

Comunque, se la spesa e l'idea di un attività turistica non vi attrae, con poche decine di migliaia di euro sarebbe possibile creare un vero e proprio resort privato, per una o piu' famiglie, adibito solo all'uso privato magari in compropietà.  

Che ne pensate?


« Ultima modifica: 23 Maggio 2011, 03:18:09 da Marrone »

felipe

  • Apprendista
  • **
  • Post: 11
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re: Vivere il sogno nelle Filippine, occasione unica.
« Risposta #1 il: 09 Aprile 2009, 20:38:41 »
Ciao Andrea,
mi ero imbattuto anch'io, navigando tra i messaggi di questo forum, su www.spiaggefilippine.com.
Mi era piaciuto molto lo spirito che Paolo, il ragazzo italiano che lo gestisce, faceva trasparire da quelle pagine, abbastanza vicino alla mia visione delle cose, che poi probabilmente è la stessa per gran parte di chi naviga questo sito, sostanzialmente il desiderio di trovare un qualcosa che ti permetta di svegliarti la mattina senza provare quella spiacevole sensazione che ti assale nel pensare a ciò che ti sta aspettando appena sceso dal letto.
Avevo anche buttato giù una email per chiedere qualche informazione, che alla fine non ho mai spedito.
Io non sono più molto giovane, ho passato da poco i 40, semplice impiegato presso un'azienda elettromeccanica del vicentino; con un'dea che mi accompagna da qualche tempo, quella del mollare tutto, frenata come sempre dalle mille paure che questo scenario comunque comporta.
Non ho mai avuto nessuna esperienza imprenditoriale, nè dispongo di ingenti cifre purtroppo, però diciamo che l'idea che hai buttato lì del ristretto gruppo di persone che si mette assieme per gestire un'attività di quel tipo mi è sembrata interessante.
Stiamo a vedere quel che sarà, se c'è qualche news batti un colpo da queste parti, e comunque sia un caro saluto (e anche tanti auguri, visto l'ormai prossima Pasqua) da parte mia.
David

skappovia80

  • Esordiente
  • *
  • Post: 7
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re: Vivere il sogno nelle Filippine, occasione unica.
« Risposta #2 il: 13 Aprile 2009, 16:15:16 »
Ciao, mi chiamo Stefano, ho già aperto un forum molto simile a questo un paio di mesi orsono. Anche io sono nella e della vostra stessa opinione ho già visionato da tempo il sito di spiaggefilippine e mi sogno ogni notte l'isola in vendita della sezione offerte a palawan. No sto a raccontarvi le mie motivazioni perchè non basterebbero 10 pagine nè voglio rendere partecipi chi ci legge del nervoso che mi fa venire tutta questa società in cui viviamo e di cui ne facciamo parte nel bene ma soprattutto nel male. Non sono mai stato uno che si lamentasse ma ad un certo punto della vita quando vedi che dopo tutti i sacrifici gli studi la laurea il lavoro che non c'è il pensare se fossi andato a lavorare a 16 anni a quest'ora il lavoro lo avrei , il fatto che più nessuno sa parlare senza lamentarsi dei soldi che mancano, ma abbiamo per lo meno 2 telefonini a testa e almeno 2 televisori in casa, questo non lo sopporto più. Quindi io ci sono per qualunque iniziativa.

Anzi , vi dirò di più , visto che sono perennemente alla ricerca di una cosa, una botta di c..o, chiamtela come volete, che mi possa far prendere il volo dall'italia , ho anche altre proposte simili a my beach ( sito magnifico peccato che non ci siano i prezzi) anzi ne ho trovati 2 siti pressochè uguali che vendono lotti di terreno a prezzi diciamo molto competitivi 30 mila dollari che diviso un paio di persone mi pare sia una cifra ragionevole. il posto è simile alle filippine ma forse ancora più bello. cmq io di idee ne ho e avrei anche un progetto in mente per mettere su una piccola attività forse si può anche chiedere un finanziamento. <Se  ne può parlare ma non qui.>
Se trovo altre occasioni vi farò sapere.
se siete con me scivetemi. Ciao
Stefano

pablo68

  • Apprendista
  • **
  • Post: 87
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re: Vivere il sogno nelle Filippine, occasione unica.
« Risposta #3 il: 18 Giugno 2009, 05:00:58 »
Ciao Rotailater, grazie per avermi chiamato in causa e scusa se rispondo solo ora , ma da mesi non riuscivo piu' ad accedere al forum di questo bellissimo sito. In effetti le possibilita' che offriamo sono ben diverse da cio' che si trova in giro, ma sopratutto sono reali, nel senso che gia' piu' di una persona che si e' affidata a noi c'e' riuscita a cambiare vita ed ora e' qui su queste spiagge a realizzarla materialmente. I tanti venuti a trovarci potrebbero aggiungere molto, spiegare qual'e' la realta' di questo Paese, quasi mai preso in considerazione dagli italiani, e scrivere di quanta voglia hanno di ritornare. Per altro piu' d' uno e' tornato a trovarci. Quello che noto su questo forum, a parte il disagio del vivere nell'Italia di oggi, e' la poca determinazione di chi vuole andarsene. Paure spesso immotivate. Sappiate che per chi sta' fuori e vive all'estero la piu' grande paura e' di tornare a vivere in italia. Chiedo quindi a chi vuole cambiar vita di meditarci sopra per bene e poi di prendere una decisione definitiva, proseguire con pragmatismo oppure lasciar perdere. Piu' azione e meno chiacchiere. A Felipe: potevi spedirla quella mail, non e' detto che io possa realmente aiutarti a girare pagina ma di certo avrei potuto e posso tuttora almeno chiarirti alcuni aspetti. Se vuoi scrivermi, avro' piacere di risponderti, a te come a tutti gli amici del sito. Un caldo saluto dalle isole filippine. Paolo
spiaggefilippine.com
Cambiare vita naturalmente.

ALEJ

  • Esordiente
  • *
  • Post: 2
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re: Vivere il sogno nelle Filippine, occasione unica.
« Risposta #4 il: 03 Gennaio 2010, 20:58:40 »
vorrei essere socio

scarm

  • Esordiente
  • *
  • Post: 5
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re: Vivere il sogno nelle Filippine, occasione unica.
« Risposta #5 il: 04 Gennaio 2010, 14:40:54 »
Ciao Ragazzi!
Fantastica idea quella di Rotailater!
Si è finalizzata oppure è ancora in stand-by?
Io ci starei alla grande!!!  ::)
Fatemi sapere!!

Buon anno!!!

Stef

Rema

  • Maestro
  • *****
  • Post: 2.832
    • Mostra profilo
Re: Vivere il sogno nelle Filippine, occasione unica.
« Risposta #6 il: 30 Gennaio 2010, 07:37:05 »
Qualcuno di voi è ancora dell'idea di partire? Mi piacerebbe discuterne e vedere se si riesce a mettere in piedi qualche cosa di fattibile. Da solo non me la sentirei lo dico subito, ma in compagnia si potrebbe fare seriamente. La mia mail è pf1@virgilio.it
Ciao

NinaeNinoViadaQui

  • Esordiente
  • *
  • Post: 2
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re: Vivere il sogno nelle Filippine, occasione unica.
« Risposta #7 il: 11 Febbraio 2010, 14:07:44 »
Ciao Rotailater,

io ho petente nautica vela e motore senza limiti, istruttore di vela ed ho fatto il falegname per 10 anni, la mia ragazza organizza eventi tipo matrimoni battesimi e feste.

Se ritieni che possiamo conoscerci giusto per capire se possiamo formare un gruppo affiatato possiamo parlarne.

Ciao

Nino & Nina

Rotailater

  • Apprendista
  • **
  • Post: 36
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re: Vivere il sogno nelle Filippine, occasione unica.
« Risposta #8 il: 01 Marzo 2010, 17:03:33 »
Sono contento che la mia idea abbia attratto così tante persone.

Ho appena inviato un'email al gestore del sito spiaggefilippine in cui chiedo ulteriori informazioni riguardo al paese, legislazione, sanità e qualità della vita.

La mia situazione attuale non mi consente di poter affrontare una scelta così radicale. Tuttavia, sia economicamente che non, in un futuro ristretto potrei avere tutti i mezzi e la situazione adatta per sfruttare questa opportunità. Per il momento però la questione è in totale sospeso.

Sono ancora un ragazzo giovane, ho gli studi da finire, e molte possibilità davanti a me. La vita è imprevedibile e per ora ho altri progetti in cantiere.

Tuttavia, questo è ancora un mio progetto. Non lo abbandonerò facilmente se le cose dovessero rimanere così interessanti.

Sono arrivato alla conclusione che l'idea migliore sarebbe la creazione di una specie di villaggio-vacanze privato e incontaminato, da acquistare in multiproprietà in modo da essere usata come resort privato di vacanza.

Io parlo dell'acquisto di un terreno o una isoletta di pochi ettari (1-2 sarebbero già più che sufficienti) su cui costruire alcuni nuclei abitativi (ovviamente in stile) per più famiglie. Alcune famiglie potrebbero poi essere libere di decidere di rimanere permanentemente, altre invece potrebbero utilizzare la loro casa come casa-vacanze (il biglietto aereo è circa 600 euro a/r)
Eventualmente si può attrezzare il tutto in modo da rendere il resort più indipendente, costruendovi una piccola coltivazione, creando un pontile per barche privato, pannelli fotovoltaici, ecc...

In questo caso i costi sarebbero quasi ridicoli, poiché ogni famiglia dovrebbe sostenere il costo del terreno (per esempio 120.000€ / 4 = 30.000€) e altri 15.000 per la costruzione della casa. Più spese accessorie per recinzione, costruzione di altri piccoli edifici, piscina, molto privato con imbarcazione e altre varie ed eventuali.

In totale ogni famiglia o dovrebbe sostenere un'ipotetica spesa di circa 50.000 - 60.000€ nel caso peggiore, ottenendo la propria residenza in un paradiso tropicale completamente attrezzato con oltretutto alcuni vantaggi legati alla multiproprietà:

- Minore rischio finanziario,
- Possibilità di acquistare un lotto di spiaggia di "migliore qualità", e di grandezza maggiore (qualche ettaro).
- Assicurazione in caso di aiuto: per qualsiasi problema non si è soli.
- Protezione reciproca: Se alcune famiglie vivono stabilmente nel resort, chi lo utilizza per casa-vacanze ha la sicurezza che la sua proprietà non è mai abbandonata per lunghi periodi durante l'anno.

Resta da vedere come funzionerebbe il passaggio di proprietà in multiproprietà e -ovviamente- la ricerca del terreno ideale e il numero di persone ideale.

Per chi volesse contattarmi, mi trovate su MSN: zaibatsu577@yahoo.it
« Ultima modifica: 01 Marzo 2010, 17:49:05 da Rotailater »

Rotailater

  • Apprendista
  • **
  • Post: 36
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re: Vivere il sogno nelle Filippine, occasione unica.
« Risposta #9 il: 01 Marzo 2010, 17:43:01 »
Per rendere l'idea, ecco alcuni esempi ideali presi dal sito sopra citato:

#
#
#
#
#

Come osservate, sono tutte proprietà molto belle, sul mare, che vanno dai 2 ai 7 ettari circa. Ovvero, per rendere tutto più chiaro, proprietà che vanno dai 100x100 metri ai 250x250 metri di perimetro (approssimativamente).

Tutte occasioni in cui si potrebbero costruire svariate abitazioni in stile # (dalle 3 alle 6 per esempio), da fornire di molo privato e opportuna recinzione alta. In poche parole tutte proprietà ideali alla creazione di un piccolo villaggio privato per case vacanze ma non solo.

Incito chiunque abbia idee, critiche o consigli a proposito di farsi avanti e contribuire!
« Ultima modifica: 01 Marzo 2010, 19:32:25 da Rotailater »

sergio_ganassini

  • Apprendista
  • **
  • Post: 93
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re: Vivere il sogno nelle Filippine, occasione unica.
« Risposta #10 il: 06 Marzo 2010, 11:39:11 »
Ciao, mi chiamo Sergio e mi interessa moltissimo questo forum. Io ho alle spalle la residenza di alcuni anni (dal maggio 1995 al 22/10/ 2002 senza mai rientrare in Italia) in Filippine dove ho lavorato come consulente edile per NAPOCOR (National power Corporation), Per Grandi Lavori Fincosit, SELI, CMC di Ravenna e CPMH JV. Dal 1997 sono sposato con una filippina dalla quale ho avuto due figli; ho conosciuto Paolo (di spiagge filippine e mio corregionale) il mese scorso su internet, col quale ho iniziato una piacevolissima corrispondenza quasi giornaliera. Come dicevo, sono rientrato a fine 2002 ma la nostalgia e la voglia di tornare a vivere in quei luoghi si accentua di giorno in giorno e per questo motivo sto cercando di ritrovare un lavoro che mi permetta il rientro definitivo in Filippine. Nel 2000 avevo fatto per conto di alcuni italiani, uno studio di fattibilità per la costruzione di un piccolo villaggio turistico totalmente indipendente (approvigionamento idrico, elettrico con generatori eolici e fotovoltaici, smaltimento acque nere con area filtro e recupero gas) su di una splendida isoletta disabitata a 20 minuti di barca da San Josè Panganiban, in Camarines del Northe (Bikol) a circa 250 Km da Manila. Per motivi che se vi interessano eventualmente vi spiegherò in seguito, il progetto è stato abbandonato ma se potesse esservi utile a titolo indicativo sui costi di realizzazione posso inviarvi senz onere alcuno via e-mail copia di tale studio.
Mi lascia un poco perplesso il fatto della possibilità di acquisto di terreni da parte di cittadini stranieri poichè da quanto mi consta, solo gli americani possono comperare proprietà in Filippine a meno che uno straniero sia sposato con una cittadina/o filippino ed in questo caso la casa o il terreno dovrà essere a nome del coniuge filippino. E' vero che il governo affitta i terreni anche per 99 anni ma non saprei dire se poi ci potrà essere una voltura .... comunque in Filippine tutto può essere anche grazie ad una usualmente comune ed aperta corruzzione degli impiegati ed uffici statali (non serve che siate voi ad offrire bustarelle, ve le chiederanno direttamente loro). Comunque, se la cosa potesse interessare io sarei disposto (magari anche in compartecipazione) al disbrigo delle pratiche necessarie, alla progettazione e costruzione, alla manutenzioe ed all'occorrenza alla gestione di case, villaggi e resort in qualsiasi luogo in Filippine.


talofa04

  • Maestro
  • *****
  • Post: 548
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re: Vivere il sogno nelle Filippine, occasione unica.
« Risposta #11 il: 06 Marzo 2010, 12:57:30 »
Beh che nelle Filippine tutto puo' essere non é che a mio parere sia una bella presentazione,voglio dire per chi deve investire dei soldi finche le cose vanno bene okay ma il giorno che devi far valere dei diritti e qualcuno regala bustarelle piu' grandi delle tue....Poi non é che sia propio fan dei progetti sopra,
scegliere di cambiare vita e paese e andare  a costruire in un isoletta , moli privati ,recinzioni etc mi sembra ricalcare oltroceano le nostre abitudini occidentali oltre che nuocere alla realtà locale e naturale del luogo.Questa rimane la mia opinione personale chiaramente.

sergio_ganassini

  • Apprendista
  • **
  • Post: 93
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re: Vivere il sogno nelle Filippine, occasione unica.
« Risposta #12 il: 07 Marzo 2010, 09:04:35 »
Bella presentazione o no la realtà è questa ! Se stiamo discutendo di una cosa credo sia doveroso essere chiari e mostrare la realtà dei fatti. Non voglio assolutamente denigrare luoghi e usanze anche perchè a me le isole Filippine e le sue popolazioni piacciono moltissimo e come dicevo sto cercando di ritornarci definitivamente. Tanto per darti un idea ti farò alcuni esempi; nel 1997 lavoravo in foresta alla costruzione di due campi di lavoro, "per espatriati" e per "lavoratori locali", mensilmente la direzione lavori ci mandava un incaricato per la consegna di una busta di denaro contante che si doveva dare ad un rappresentante NPA (gruppo ribelle comunista) che arrivava al campo in compagnia di una decina di suoi compagni in completo assetto da guerra e che sparivano come fantasmi durante la notte. All ufficio immigrazione di Intramuros a Manila te ne stai tranquillo a fare la fila per ore ed ore e se vuoi venirne a capo in tempi accettabili vieni contattato da personale che ti chiede una cifra (variabile a seconda del tuo colore o abbigliamento), così tu aspetterai al massimo trenta minuti comodamente seduto in un luogo che ti aggrada. Nel 1999 ero direttore di costruzione per il tratto stradale Pagadian - Boog in Zamboanga ed i consulenti governativi residenti, incaricati al controllo esecuzione lavori e qualità, tutti i mesi si facevano consegnare la "bustarella" per lasciarci procedere con i lavori. Era del tutto irrilevante che i materiali fossero conformi o meno, se non pagavi non potevi procedere ed i lavori si fermavano. Come ultimo esempio: avevo comperato il 49% delle quote associative di un Club a Makati (centro di Manila)
da un mio amico italiano che doveva rientrare in Italia per gravi motivi di salute, l' 1% era di proprietà filippina ed il 50% di un altoatesino di Merano. Il caro socio italiano, aiutato dal suo amico che era anche direttore del club, mentre io ero in Zamboanga per lavoro ha venduto il Club falsificando i documenti di proprietà, atti notarili compresi che erano depositati nell'ufficio governativo preposto e ti assicuro che la cosa può essere fatta solo da persone addette di una certa importanza e che tali persone non si muovono per cifre irrisorie. In aggiunta e con documenti alla mano ti posso dimostrare che in seguito sono stati corrotti anche dei giudici pe far cadere il procedimento penale per truffa che avevfo intentato contro di loro. Comunque tornando al discorso isoletta, nessuno ha mai parlato di recinzioni e la cosa non nuoce alle popolazioni, semmai le aiuta portando benessere !

Rotailater

  • Apprendista
  • **
  • Post: 36
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re: Vivere il sogno nelle Filippine, occasione unica.
« Risposta #13 il: 07 Marzo 2010, 10:52:43 »
Bella presentazione o no la realtà è questa ! Se stiamo discutendo di una cosa credo sia doveroso essere chiari e mostrare la realtà dei fatti. Non voglio assolutamente denigrare luoghi e usanze anche perchè a me le isole Filippine e le sue popolazioni piacciono moltissimo e come dicevo sto cercando di ritornarci definitivamente. Tanto per darti un idea ti farò alcuni esempi; nel 1997 lavoravo in foresta alla costruzione di due campi di lavoro, "per espatriati" e per "lavoratori locali", mensilmente la direzione lavori ci mandava un incaricato per la consegna di una busta di denaro contante che si doveva dare ad un rappresentante NPA (gruppo ribelle comunista) che arrivava al campo in compagnia di una decina di suoi compagni in completo assetto da guerra e che sparivano come fantasmi durante la notte. All ufficio immigrazione di Intramuros a Manila te ne stai tranquillo a fare la fila per ore ed ore e se vuoi venirne a capo in tempi accettabili vieni contattato da personale che ti chiede una cifra (variabile a seconda del tuo colore o abbigliamento), così tu aspetterai al massimo trenta minuti comodamente seduto in un luogo che ti aggrada. Nel 1999 ero direttore di costruzione per il tratto stradale Pagadian - Boog in Zamboanga ed i consulenti governativi residenti, incaricati al controllo esecuzione lavori e qualità, tutti i mesi si facevano consegnare la "bustarella" per lasciarci procedere con i lavori. Era del tutto irrilevante che i materiali fossero conformi o meno, se non pagavi non potevi procedere ed i lavori si fermavano. Come ultimo esempio: avevo comperato il 49% delle quote associative di un Club a Makati (centro di Manila)
da un mio amico italiano che doveva rientrare in Italia per gravi motivi di salute, l' 1% era di proprietà filippina ed il 50% di un altoatesino di Merano. Il caro socio italiano, aiutato dal suo amico che era anche direttore del club, mentre io ero in Zamboanga per lavoro ha venduto il Club falsificando i documenti di proprietà, atti notarili compresi che erano depositati nell'ufficio governativo preposto e ti assicuro che la cosa può essere fatta solo da persone addette di una certa importanza e che tali persone non si muovono per cifre irrisorie. In aggiunta e con documenti alla mano ti posso dimostrare che in seguito sono stati corrotti anche dei giudici pe far cadere il procedimento penale per truffa che avevfo intentato contro di loro. Comunque tornando al discorso isoletta, nessuno ha mai parlato di recinzioni e la cosa non nuoce alle popolazioni, semmai le aiuta portando benessere !

Infatti ciò che mi frena maggiormente è appunto questo "aspetto oscuro" delle filippine.

E' risaputo che la corruzione sia dilagante in paesi come le filippine, ma questo non è un grosso problema in generale, lo diventa quando rischi di essere "truffato" dal sistema.
Fatti come sono successi a te potrebbero capitare a chiunque. E non si sa bene come difendersi, soprattutto quando si è lontani e non si conosce bene il paese.
E se uno, una volta acquistata una proprietà alle filippine, si ritrova truffato, con documenti falsi e senza la possibilità di controbattere?
Poi ovviamente chi truffa sa che non abbiamo i mezzi e il tempo di controbattere, e che una volta finiti i pochi soldi che abbiamo non ci rimane che tornare striscianti nel nostro paese.
In definitiva la corruzione c'è anche da noi, soprattutto al sud. Se non fai saltare fuori le mazzette puoi fare poco o nulla.

Ma un conto sono le mazzette, un conto sono le truffe vere e proprie.

Non ci sono molte garanzie, il rischio di truffa c'è sempre. Bisogna invece cercare di essere molto attenti ed esigenti e avere sempre tutto sotto controllo.
In merito infatti mi piacerebbe avere qualche sicurezza... qualche cosa che mi dimostri che è possibile avere trasparenza e correttezza nelle transazioni... ma del resto, io italiano, che ne so delle filippine, del loro sistema giuridico e della sua gente? Potrei essere ingannato comunque. Il rischio c'è sempre.

Per quanto riguarda il discorso sulle recinzioni, voglio dire che è scontato che vengano prese delle precauzioni e degli "adattamenti". Si tratta in fondo di ricercare quanto c'è di buono qui da noi: La sicurezza.
Se uno pensa che le recinzioni siano qualcosa di troppo "occidentale" allora non ha altra scelta che recarsi da solo su un'isola deserta alla "cast away"...
Per quanto mi riguarda io non ricerco un nuovo stile di vita all'insegna dell'avventura estrema, cerco soltanto delle buone opportunità di investimento e di vita in un paese diverso e affascinante.


Rotailater

  • Apprendista
  • **
  • Post: 36
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re: Vivere il sogno nelle Filippine, occasione unica.
« Risposta #14 il: 07 Marzo 2010, 11:03:51 »
Potrei anche dire: Come faccio a sapere che spiaggefilippine.it sia un sito gestito da persone affidabili ed esperte e che il rischio di truffa sia minimo? Perché dovrei fidarmi di loro?

Dietro qualunque prospettiva si potrebbe nascondere una truffa, un raggiro. Perfino dietro controlli incrociati, contratti perfetti e assistenza impeccabile. Ci sono infiniti modi possibili per attuare una truffa, e la cosa non è strana in paesi come questo.

Ovviamente questa è una provocazione che non deve essere presa come un attacco.
Anzi, dicendo questo esorto chi ne ha la possibilità, a provare a dissipare questi dubbi.

Purtroppo in questi casi la sicurezza non è mai troppa. Non abbiamo altri mezzi per tutelarci che quello di essere sempre esigentissimi.