Autore Topic: DOVE TRASFERIRSI E AVVIARE UNA ATTIVITA' CON 300.000 EURO?  (Letto 71374 volte)

kool

  • Visitatore
Re:DOVE TRASFERIRSI E AVVIARE UNA ATTIVITA' CON 300.000 EURO?
« Risposta #45 il: 26 Settembre 2012, 10:40:34 »
Salve,

vivo in Italia da 12 anni, attualmente sono nel mio paese Nigeria da qualche mese.
Ho visto il suo annuncio in scappo.it, vorrei sapere se a Lei interessa a intraprendere certe attività anche qui in Nigeria,
essendo il più popolato e avendo il mercato grande dell'Africa, il sucesso è illimitato.

A presto

kool

  • Visitatore
Re:DOVE TRASFERIRSI E AVVIARE UNA ATTIVITA' CON 300.000 EURO?
« Risposta #46 il: 26 Settembre 2012, 11:52:18 »
A SERGIOBALACCO
Perchè Lei non si fa affari i suoi. Se Lei non sa nemmeno dove è e cosa offre la Nigeria. Chieda alle numerose famiglie Italiane ed Europei che vivono qui anche da anni. Quello che si guadagnano qui non possono guadagnarlo vivendo in Italia. Capisco la paura del Signore che ha messo questo annuncio. Ma non la cosa è ben diversa. I conflitti che vedete e sentite ogni giorno in TV, succede in una regione del Nord dominata dalla religione musulmana ed estremist islamici. Ma tutto sud è tranquillo, infatti l'economia della Nigeria è basata sulle risorse del Sud. Perciò prima che Lei inizia a dire delle cose che non sa, è meglio che si informi meglio. I consulati sono fatti per chiarire questi dubbi. Quindi Lei contatti il consulato Italiano in Nigeria per avere chiarire i suoi dubbi.
Cosa offre la Nigeria?
Per esempio chiediamo al Ministero degli Esteri Italiano che sconsiglia viaggi in Nigeria a meno di improrogabili impegni di lavoro e a proprio rischio e pericolo. http://www.viaggiaresicuri.it/?nigeria
Citazione
Home > I Paesi > Nigeria
Avvisi particolari
Diffuso il 21.09.2012. Tuttora valido.

Sicurezza

Si sconsigliano viaggi nel Paese che non siano dettati da ragioni di necessità e si raccomanda di tenere strettamente conto della situazione della sicurezza nel Paese nelle decisioni relative agli alloggiamenti e agli spostamenti.
Si raccomanda ai connazionali presenti in Nigeria di contattare l'Ambasciata d'Italia ad Abuja (ambasciata.abuja@esteri.it, www.ambabuja.esteri.it; Tel.: 00234 9 4602970/1/2; solo per casi di emergenza cell.: 00234 8035235848) o il Consolato Generale a Lagos (consolato.lagos@esteri.it, www.conslagos.esteri.it Tel.: 00234 1 4485751 / 4485696; solo per casi di emergenza cell. 00234 8129121605 / 8025366205/ 8129121606), comunicando eventuali spostamenti sul territorio e attenendosi scrupolosamente, durante la permanenza, ai suggerimenti forniti. Si consiglia, inoltre, di registrare i dati relativi al viaggio sul sito Dove siamo nel mondo - ove nella sezione “residenti temporanei” è possibile indicare l’ubicazione del proprio alloggio su un’apposita mappa.

La situazione della sicurezza è caratterizzata, in generale, da diffusi atti di criminalità ed e’ concreto, presente ed attuale il rischio di atti di terrorismo e di violente sommosse in varie aree del Paese, tra le quali si evidenziano il centro (cosiddetta “middle belt”), il nord e, specialmente, il nord est. Permane elevato il rischio di incremento di azioni ostili, con particolare riferimento a rapimenti a danno di stranieri sia da parte della criminalità comune che da parte di gruppi terroristici, anche con esiti letali, come ampiamente ripreso dai mezzi d’informazione italiani ed internazionali.
Tale pericolo aumenta notevolmente soprattutto nelle aree più remote e più difficilmente controllabili da parte delle Autorità (si veda anche il sito dell’Ambasciata d'Italia in Nigeria www.ambabuja.esteri.it).

Fra le zone a rischio la regione del delta del Niger, - IL DELTA E' A SUD, NON A NORD - ove le condizioni di sicurezza sono estremamente precarie sotto vari profili. Il rischio di sequestri a danno di stranieri è elevato e, fino a tempi recenti, si sono susseguiti attacchi a strutture ed installazioni di imprese presenti in loco. Si segnalano inoltre crescenti atti di pirateria che interessano sia piattaforme petrolifere off-shore che imbarcazioni commerciali e civili in prossimità delle coste del Paese, in generale, e, in particolare, nelle acque del delta del Niger.
Nel 2009 la gran parte dei capi delle milizie locali ha aderito ad un’offerta di amnistia varata dal Governo Federale: da tale data è in corso una fragile tregua. Permane, pertanto, la raccomandazione agli italiani che operano nella citata regione di attenersi scrupolosamente alle norme di comportamento impartite dalle rispettive Società di impiego, direttamente responsabili dell’organizzazione di un’adeguata cornice di sicurezza per i propri lavoratori.

Dal 31 dicembre2011 al 18 luglio 2012 le Autorità hanno imposto lo Stato di Emergenza in diverse aree di Governo Locale (LGA), maggiormente interessate da eventi terroristici o violenze settarie negli Stati di Borno, Yobe, Plateau e Niger. Si riporta l’elenco delle “Local Government Area” interessate: Borno State: 1. Maiduguri Metropolitan; 2. Gamboru Ngala; 3. Banki Bama; 4. Biu; 5. Jere / Yobe State: 1. Damaturu;  2. Geidam; 3. Potiskum; 4. Buniyadi-Gujba; 5. Gasua-Bade / Plateau State 1. Jos North; 2. Jos South; 3. Barkin-Ladi; 4. Riyom / Niger State: tutte le aree. La misura è stata revocata il 19 luglio 2012.
Sono adottate misure di coprifuoco, con diverse modalità di attuazione, nelle capitali degli Stati di Adamawa, Borno, Gombe, Kano, Niger, Oyo, Plateau, Yobe e Zamfara, nonche’ nella citta’ di Okene nello Stato di Kogi. E’ sempre opportuno informarsi sul posto in relazione allo stato di tali misure di sicurezza.

Sono, al momento, fortemente sconsigliate visite negli Stati di Plateau, Borno, Bauchi, Yobe, Kano e Kaduna, se non per motivi di necessità e con particolari cautele. A Jos, nello Stato di Plateau sono ricorrenti violenze etnico – religiose. A Maiduguri (Borno), a Damaturu (Yobe), a Bauchi (Stato omonimo), a Kaduna (Kaduna), a Suleja e Madalla (Stato di Niger) e ultimamente a Kano (Stato omonimo) si sono registrate frequenti violenze settarie e numerosissimi attentati, anche rivendicati dalla setta integralista islamica Boko Haram.

Nella capitale Abuja si sono registrati diversi attentati di matrice terrorista: il primo ottobre 2010, in occasione della celebrazione del 50mo anniversario dell’Indipendenza, il 16 giugno 2011, ai danni del Quartier Generale della Polizia, il 26 agosto 2011, alla sede delle Nazioni Unite ed il 26 aprile 2012 contro il giornale This Day. In occasione di ricorrenze particolari, principalmente legate a festività, religiose o laiche, si registrano allarmi su possibili attentati ad edifici pubblici, centri commerciali, mercati e agli alberghi che ospitano clientela internazionale della capitale.
Anche nel centro - nord del Paese si sono registrati numerosi attacchi di matrice terrorista, di cui si citano i più recenti: il 20 gennaio 2012 una serie di attacchi multipli a Kano ha determinato almeno 180 vittime e numerosissimi feriti; il 26 aprile 2012 un’autobomba ha colpito la sede di Kaduna del quotidiano “This Day” e di altre testate giornalistiche, lo stesso giorno dell’attacco al medesimo giornale ad Abuja. Le Autorità nigeriane hanno assicurato di aver adottato misure aggiuntive di prevenzione e protezione.
Si stima che le violenze settarie e di matrice terrorista abbiano causato circa mille morti nel 2011 e che centinaia di vittime all’anno siano state causate da episodi di violenza interetnica.

Si ricorda che nelle ore serali e notturne sono da evitare spostamenti non necessari. Si consiglia di muoversi solo in auto, tenendo sempre chiusi i finestrini ed abbassate le sicure delle portiere, non lasciando borse, cellulari ed oggetti di valore in vista sui sedili.
Si segnalano, in prossimità delle coste, crescenti atti di pirateria a danno sia di piattaforme petrolifere off-shore che d’imbarcazioni commerciali e civili specie ed in particolare nelle acque del delta del Niger.

Permane, pertanto, la raccomandazione ai dipendenti italiani che operano in tutto il Paese di attenersi scrupolosamente alle norme di comportamento impartite dalle rispettive Società, direttamente responsabili dell’organizzazione di un’adeguata cornice di sicurezza per i propri lavoratori, come disposto dalla legge 389/’87.

Si segnala che in tutto il Paese è elevato il rischio di truffe, anche via internet. Si è avuta notizia di casi nei quali sedicenti imprese locali sono giunte ad inviare biglietti aerei ad operatori economici europei, nell’ambito di false trattative commerciali, sequestrando gli stessi successivamente all’arrivo in Nigeria, a scopo di estorsione. Si invita pertanto a verificare con l’Ambasciata eventuali proposte del tipo sopra descritte prima di aderirvi, ove non si abbia già diretta e personale conoscenza dell’impresa locale.
Lei sembra che la TV non la guardi, che in Nigeria i mussulmani ammazzano senza pensarci su troppo i cristiani, che il paese soffre di una corruzione strisciante a tutti i livelli.
Fino a Novembre dello scorso anno un collega era a Suleja, costruivano una strada fra Suleja e Abuja.
Confinati nel campo, viaggi a Abuja proibiti, scorta della polizia anche per andare a lavorare.
Questa me la chiama democrazia?
Ma mi faccia il piacere!
Ho vissuto in Nigeria quasi 4 anni, la conosco molto bene, ho partecipato alla costruzione del progetto Bakolori, a quella di Suleja, anche a Abuja e poi la raffineria di Warri, e a Port Harcourt avevamo la base, gli uffici, sempre guardati a vista dall'esercito e non vent'anni fa, adesso. Nessuno si muove dal campo. Per andare a Warri la nostra Toyota V8 aveva gli schermi d'acciaio spessi dieci mm saldati davanti e dietro, si viaggiava a tutta velocita' in colonne a stretto contatto per sorprendere le gangs che bloccano le auto e ammazzano tutti gli occupanti e prendersi quello che hanno addosso, non vent'anni signor N. Isdore O., lo scorso anno.
Aggiungiamoci che il livello dei servizi dei principali aeroporti del Paese (Abuja e Lagos) è medio - basso, con controlli onerosi per i passeggeri ma di dubbia efficacia. Gli aeromobili utilizzati dalle compagnie nigeriane per voli interni sono talvolta in cattive condizioni. Si consiglia a coloro che dovessero fare uso di voli interni di verificare scrupolosamente, prima del viaggio, anche l'agibilità degli aeroporti. Si suggerisce di utilizzare compagnie di trasporto referenziate, in particolare per i trasferimenti presso gli aeroporti che sono, spesso, fuori città. Si segnala che la Compagnia aerea “Arik Air” non sta - al momento - operando voli nel Paese, a seguito di una controversia con le Autorità nigeriane non ancora risolta. Sono di fatto interrotti la maggior parte dei collegamenti aerei interni, di cui la “Arik Air” e’ operatrice. Possono periodicamente presentarsi difficoltà di approvvigionamento di benzina e gasolio. La sanità poi non e' da meno, si registrano periodicamente casi di colera, endemico nel Paese anche a motivo della scarsa igiene della popolazione delle aree rurali. Si consiglia a coloro che dovessero recarsi nel Paese, di consultare preventivamente un medico o la propria ASL, attenendosi durante la permanenza nel Paese alle misure sanitarie ed igienico/alimentari suggerite e di sottoscrivere una assicurazione che copra anche le spese sanitarie e l’eventuale trasferimento aereo in altro Paese o il rimpatrio del malato.

Mi son fatto dieci miglia in palude a Bonny Island per sfuggire a una banda di assassini che ha sparato e ucciso venti espatriati miei colleghi, nel 1999 al campo della Chevron, forse e' per questo che hanno abbandonato la Nigeria? Non so cosa faccia di mestiere lei, anzi si lo so, lavora per WCCRM-Europe.

Non mi faccio i fatti miei, un collega troppo ingenuo ha creduto ad uno scammer nigeriano alcuni anni fa, gli avevano detto che se pagava 20000euro gliene davano 20milioni, lui ha perso i 20 mila e poi e' andato in Nigeria a Port Harcourt per farseli ridare indietro ed e' tornato in Italia dentro un bara di zinco. Lo avevo avvisato, non sono stato abbastanza duro da convincerlo a non partire, non permettero' a nessuno di cadere nelle grinfie di certe persone, ovunque ma non in Nigeria.
Lei e' onesto?

Sig. Sergio
Io non ho mai negato che non ci siano conflitti etnici e bombadarmenti da un gruppo terroristico islamico BOKO HARAM. Ho detto che questo succede in una certa regione del Nord. Se guarda bene Gli stati che Lei abbia elencati sopra sono tutti del nord. Dominati dai musulmnani. Nel sud e' tutta diversa, gli affari vanno tranquilli. Ci sono gli occidentali che lavorano, vanno in giro e fanno spese da soli, senza problemi, mi e' capitato vedere alcuni prendere trasporti locali per muoversi.

Non dubito che Lei non abbia lavorato per qualche anno in Nigeria, ma non so neppure in che circostanze Lei abbia lavorato e chi  l'ha ingaggiato. Ci sono delle cose non posso dire qui online.

Ed e' vero che in certe zone della Nigeria la sicurezza uno se la deve creare: I politici e gente che ha tanti soldi, lo sanno bene e perche'. Perche' la gente normale nessuno li attacca.

Per quanto riguarda bombadamenti nelle installazioni petroliferi, rapimenti e nella regione del Niger Delta (Warri), River State, e quelle zone dove operano compagnie petroliferi, ci sono le verita' nascoste, che sia il governo che quelle compagnie multinazionali non ti diranno mai.

Questi che fanno questi attacchi non ce' l'hanno con gli stranieri. Se il governo e quelle compagnie li ascoltassero e capirebbero le loro soffrenze, non si arrivebbero a fare danni.

non sono favorevole che hanno reagito cosi, ma capiso le loro sofferenze.

Comunque da qunado e' al potere il nuovo presidente che viene proprio da quella regione ha messo tutto sotto controllo.

Questa gente e sofferta molto e quindi quando e' arrivato il momento che non ce' la facevano piu' hanno dovuto usare le armi.


Per quanto riguarda BOKO HARAM, non ha a che fare con le regioni del sud.

Per quanto riguarda la criminalita', e' una cosa globale, non solo in Nigeria, ma penso che i criminali non amazzano almeno che la vittima non abbia reagito, ti rubano e ti lasciano andare.  Se un gruppo di assassini vi hanno attacati, ci sara' un motivo, chiedi alla persona che ti ha ingaggiato. L'assassinio e' un metodo che usano i politici contro i loro avvesari, in un paese come la Nigeria  se tu lavori o vai in giro con un politico soprattutto se e' molto conosciuto, si deve aspettare tutto.




SergioBalacco

  • Maestro
  • *****
  • Post: 1.158
  • Ingegnere, Scrittore e Blogger
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:DOVE TRASFERIRSI E AVVIARE UNA ATTIVITA' CON 300.000 EURO?
« Risposta #47 il: 27 Settembre 2012, 02:54:25 »
Non credo piu' alle favole da oltre mezzo secolo, pensa che io possa credere a quello che scrive lei, nigeriano doc?
Il Ministero degli Esteri francese scrive le stesse cose di quello italiano, e guardacaso anche tutti gli altri uffici esteri  delle nazioni europee, hanno tutti pregiudizi?

Tutti quanti sono concordi nel dire che i problemi in Nigeria sono sia al nord (a maggioranza mussulmano) che a sud dove la maggioranza e' cristiana.
Sia serio una volta tanto, perche' non investe lei?
« Ultima modifica: 27 Settembre 2012, 03:10:20 da SergioBalacco »
Ogni pensiero deriva da una sensazione frustrata. (Émile M. Cioran)
Per colpa di qualcuno non rispondo piu' alle email se prima non vi siete identificati per MP! Grazie
Vivo in Francia, lavoro in Australia e Vietnam.

talofa04

  • Maestro
  • *****
  • Post: 548
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:DOVE TRASFERIRSI E AVVIARE UNA ATTIVITA' CON 300.000 EURO?
« Risposta #48 il: 27 Settembre 2012, 11:02:28 »
Per quanto riguarda la criminalita', e' una cosa globale, non solo in Nigeria, ma penso che i criminali non amazzano almeno che la vittima non abbia reagito, ti rubano e ti lasciano andare.  Se un gruppo di assassini vi hanno attacati, ci sara' un motivo, chiedi alla persona che ti ha ingaggiato. L'assassinio e' un metodo che usano i politici contro i loro avvesari, in un paese come la Nigeria  se tu lavori o vai in giro con un politico soprattutto se e' molto conosciuto, si deve aspettare tutto.
e ti sembra poco?
« Ultima modifica: 28 Settembre 2012, 20:29:50 da Marrone »

rickb

  • Veterano
  • ***
  • Post: 164
    • Mostra profilo
Re:DOVE TRASFERIRSI E AVVIARE UNA ATTIVITA' CON 300.000 EURO?
« Risposta #49 il: 14 Novembre 2012, 21:12:21 »
ma chi e' sto scemo nigeriano?
qui in uk non fanno altro che rubare passaporti e aprirsi il conto in banca con il nome di altri, si sposano donne polacche e lituane per avere la cittadinanza inglese e mandano e-mail a milioni di persone per avere le password bancarie.

markut

  • Visitatore
Re:DOVE TRASFERIRSI E AVVIARE UNA ATTIVITA' CON 300.000 EURO?
« Risposta #50 il: 08 Dicembre 2012, 17:29:23 »
Grazie,
purtroppo x me l'Asia non è il luogo ideale x trasferirmi con la famiglia.Ecco perchè avevo chiesto consigli x i caraibi.
Grazie comunque x l'interessamento.


il mio consiglio e di

30.000 euro di investimenti nel trasporto di Santo Domingo
guadagno di 1000 euro al mese

affittare una casa a Barahona .... con 150 euro al mese

e godersi le spiagge, e il suo fascino
frutta e frutti di mare


Sono Italiano-Dominicana
età 26 anni

se vi interessa sapere di più .... solo escriveme email: negocios.int@hotmail.it

Sandro 63

  • Esordiente
  • *
  • Post: 4
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:DOVE TRASFERIRSI E AVVIARE UNA ATTIVITA' CON 300.000 EURO?
« Risposta #51 il: 08 Dicembre 2012, 18:13:26 »
DOVE TRASFERIRSI E AVVIARE UNA ATTIVITA' CON 300MILA EURO?
ciao a tutti, 42 anni io e mio marito, entrambi laureati, senza figli, siamo stanchi di stare in Italia, vogliamo trasferirci e avviare un'attivita' all'estero investendo Euro 300mila. Cerchiamo un paese con clima caldo/secco 20-25 gradi tutto l'anno, mare, possibilmente lingua inglese, situazione sanitaria decente, bassa pressione fiscale, criminalità contenuta, stabilità politica e monetaria, gente cordiale e allegra.
DOVE CI CONSIGLIATE DI ANDARE E IN QUALE ATTIVITA' INVESTIRE?
Un grazie anticipato a tutti quelli che risponderanno
[/uote]

Ciao ragazzi e un saluto a tutti (mi sono appena iscritto )
leggendo il vs annuncio mi sembra proprio di vedermi allo specchio.Ho un pò più anni di voi e un pò meno soldi,ma una forte determinazione a creare qualcosa all'estero.Io sono gelatiere e il posto ideale per me deve avere:sempre caldo,tassazione bassa,criminalità zero,economia forte,ecc ecc .Fino ad ora ho trovato questi requisiti a Dubai, che ne dite ???????
Possiamo anche fare qualcosa insieme.fatemi sapere mail alice.ciccale@libero.it  un saluto e in bocca al lupo

federica80

  • Utente sospeso
  • Veterano
  • *
  • Post: 180
    • Mostra profilo
Re:DOVE TRASFERIRSI E AVVIARE UNA ATTIVITA' CON 300.000 EURO?
« Risposta #52 il: 08 Dicembre 2012, 18:16:08 »
il mestiere di gelatiere di permette, con un po' di soldi da parte, di poter facilmente emigrare in altri paesi ed aprire un'attività con forte possibilità di riuscita.

La prima cosa però è sapere posti in cui sei già stato e ti sono piaciuti, che lingue straniere parli, se vuoi trasferti solo o con la famiglia ecc ecc

roby62

  • Apprendista
  • **
  • Post: 86
  • fai presto che è tardi
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:DOVE TRASFERIRSI E AVVIARE UNA ATTIVITA' CON 300.000 EURO?
« Risposta #53 il: 02 Gennaio 2013, 14:20:42 »
attenzione che ci sono posti che nonostante sia caldo tutto l'anno il gelato non rientra nelle abitudini alimentari degli abitanti.

Mi riferisco alla Rep. Dominicana.  Qui molti Italiani hanno tentato ma hanno fallito.
roby62

giovanni ciccarone

  • Apprendista
  • **
  • Post: 12
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:DOVE TRASFERIRSI E AVVIARE UNA ATTIVITA' CON 300.000 EURO?
« Risposta #54 il: 06 Gennaio 2013, 08:28:32 »
Gentili signori io avrei una controproposta di investire in Ecuador dove vivo da piu' 4 anni senza pero' lasciare l' Italia, scrivetemi pure alla mia e.mail : cigiv@libero.it
 

rudynove

  • Apprendista
  • **
  • Post: 15
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:DOVE TRASFERIRSI E AVVIARE UNA ATTIVITA' CON 300.000 EURO?
« Risposta #55 il: 07 Gennaio 2013, 13:29:17 »
Alla faccia 300.000€????? Ed hai bisogno di trasferirti???

Willy Bonaparte

  • Esordiente
  • *
  • Post: 3
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:DOVE TRASFERIRSI E AVVIARE UNA ATTIVITA' CON 300.000 EURO?
« Risposta #56 il: 13 Gennaio 2013, 22:52:49 »
Ciao cari amici,

Io sono Willy Bonaparte e vivo a Milano. Lavoro insieme con mio padre nel settore immobiliare. Lavoriamo con immobili a Maceió-Alagoas a Nord-est del Brasile. Lui opera a Brasile e io qui a Europa.

Considerando che Maceió è una delle città turistiche più attraenti del Brasile in questo momento, che il costo della vita è veramente molto attraente (7 ° più basso costo di vita tra le capitali brasiliana), che è ancora una città in sviluppo e che noi abbiamo grandi opzioni sul mercato immobili, abbiamo pensato che avremmo potuto trovare qualcosa di interessante per il tuo business.

Vi offriamo i migliori investimenti, con margini di valorizzazione di cui sopra il 30%.

In caso di interesse, si prega di contattare me: willybonaparte@gmail.com ; Sarà un piacere di presentarvi i nostri progetti di investimenti

Cordiale Salute,

Willy B. Coimbra

roby62

  • Apprendista
  • **
  • Post: 86
  • fai presto che è tardi
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:DOVE TRASFERIRSI E AVVIARE UNA ATTIVITA' CON 300.000 EURO?
« Risposta #57 il: 19 Gennaio 2013, 14:29:00 »
Visto il tempo che è passato dal tuo primo post, questi 300 mila euro fanno gola a tantissimi. Spero che tu abbia già trovato una strada dove investire senza che qualche furbacchione riesca a rosicchiare qualche euro...............

Ricordati che ci sono quelli che si alzano al mattino e pensano: ogni giorno nasce un cucco, beato chi lo cucca!   
roby62

carlodoc17

  • Apprendista
  • **
  • Post: 80
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:DOVE TRASFERIRSI E AVVIARE UNA ATTIVITA' CON 300.000 EURO?
« Risposta #58 il: 19 Gennaio 2013, 14:33:26 »
hoi hoi se notate chi ha messo il post non ha piu' risposto, credo che sia una bufala, se notate le date del profilo non e' piu intervenuto

roby62

  • Apprendista
  • **
  • Post: 86
  • fai presto che è tardi
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:DOVE TRASFERIRSI E AVVIARE UNA ATTIVITA' CON 300.000 EURO?
« Risposta #59 il: 20 Gennaio 2013, 13:24:43 »
hoi hoi se notate chi ha messo il post non ha piu' risposto, credo che sia una bufala, se notate le date del profilo non e' piu intervenuto

azz! comunque se hai notato vengono presi in considerazione i post fasulli e quelli che sono "seri" non li c.....a  nessuno.
un saluto
roby62