Autore Topic: Aprire una guesthouse alle maldive  (Letto 6657 volte)

ditro72

  • Esordiente
  • *
  • Post: 8
    • Mostra profilo
    • E-mail
Aprire una guesthouse alle maldive
« il: 06 Maggio 2013, 11:34:47 »
Ciao a tutti , mi chiamo stefano e seguo il forum da un anno. Sono un piccolo ristoratore e ho venduto da poco la mia attivita e adesso sono interessato a valutare la possibilita di comprare una guesthouse alle maldive, ho trovato anche un articolo sull argomento, mi sembra un investimento abbastanza basso. L attivita di GH e un piccolo ristorante per i diportisti, qualcuno di voi mi puo are qualche info consiglio o esperienze vissute? La scelta dell Atollo e da valutare ma io avevo pensato a quello vicino al centro ricerche  universitarie di milano.Grazie mille a tutti.

geanina_bratu

  • Apprendista
  • **
  • Post: 51
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:Aprire una guesthouse alle maldive
« Risposta #1 il: 07 Maggio 2013, 02:27:34 »
Ciao a tutti , mi chiamo stefano e seguo il forum da un anno. Sono un piccolo ristoratore e ho venduto da poco la mia attivita e adesso sono interessato a valutare la possibilita di comprare una guesthouse alle maldive, ho trovato anche un articolo sull argomento, mi sembra un investimento abbastanza basso. L attivita di GH e un piccolo ristorante per i diportisti, qualcuno di voi mi puo are qualche info consiglio o esperienze vissute? La scelta dell Atollo e da valutare ma io avevo pensato a quello vicino al centro ricerche  universitarie di milano.Grazie mille a tutti.
Beato te che hai venduto!!...noi appena venderemo...e non svederemo come ci chiedono di fare oggi...partiremo io il mio compagno e la nostra figlia per Playa Del Carmen...avevamo pensato anche alle Maldive ma non abbiamo capito bene come si può prendere la residenza

ditro72

  • Esordiente
  • *
  • Post: 8
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:Aprire una guesthouse alle maldive
« Risposta #2 il: 07 Maggio 2013, 13:57:31 »
Purtroppo non ho venduto ho dovuto svendere, e tieni in considerazione che stavo a Milano in zona navigli/san cristofaro.....inoltre ho venduto ai soliti che comprano tutto, hanno un potenziale pauroso, ma alla fine si fanno i migliori affari con loro. Io non so se la residenza sia necessaria per lavorare lì, comunque quello che so e che il turismo Italiano e diminuito circa 88000 presenze, mentre quello europeo è in aumento del 20%, se ti interessa ti passo i dati. Io voglio solo lavorare, la residenza la lascio in Italia insieme ai miei figli (3) e so che dobbiamo avere per forza un socio del posto. Poi il lavoro si basa su 8 mesi l'anno, e se siamo in 3/4 a fare la turnazione....questo comunque è un discorso futuro adesso bisogna capire come funzionano le GH e che tipo di introiti danno. Io ho un sito con un articolo di un ministro che ha parlato di tasse basse...e poi una società di charter navale sembra sia interessata ad inserire più ristoranti e strutture italiane nei loro percorsi. In realtà sarebbe interessante essere più strutture italiane piccole a conduzione familiare ad operare in una zona e lavorare consorziate, in tal modo il lavoro non mancherebbe mai cosi come gli introiti....noi siamo forti in questo. Per quel che riguarda il Messico lo vedo troppo lontano e poi molti amici ristoratori che sono andati lì negli anni 80-90 adesso sono qui, hanno raccolto i frutti di 10/15 anni e via. Anche lì la vita ha costi alti, non come noi invece le maldive vanno viste come se tu hai una attività in un parco dove non ci può essere sviluppo edilizio, sei su un atollo e basta quello e lo spazio...quindi una piccola attività ti consente di vendere bene a turisti interessati ad un vero turismo ecocompatibile...giri in barca grigliate su piccole lingue di sabbia visitare fondali stupendi, diving center con cui collegarsi fare rete tra tutte le attività. Le università stanno aprendo delle succursali per lo studio dell'ambiente..unico al mondo e con una vita, sembra molto breve..infatti dicono che nel 2030 non esisteranno più saranno sommerse, sembra una cattiveria ma meglio, vuol dire che non bisognerà perdere l'occasione. Comunque venerdi abbiamo un incontro con un tizio che dice di occuparsi di queste cose..vedremo se è la solita "fuffà", noi siamo in 4 separati come attività ma ognuno con idee chiare.

ditro72

  • Esordiente
  • *
  • Post: 8
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:Aprire una guesthouse alle maldive
« Risposta #3 il: 12 Maggio 2013, 13:28:13 »
idea abbandonata sul nascere, impossibile avere un po di stabilità politica a settembre-ottobre si va alle elezioni: se arriva il conservatore islamico toglie di mezzo le 600 domande per GH mentre se rimane l'attuale le cose rimangono uguali ma devi investire anche nella comunità dove stai, perché loro ti danno come socio il capo villaggio che a sua volta per affermare il proprio diritto a comandare userà la struttura per fare soldi. Un giro in barca lo paghi € 80,00 e poi lo rivendi al turista, avere l'acqua e tosta nel caso non hai un grosso magazzino, frutta e verdura una volta a settimana, le tue ospiti non possono mettersi il costume sull'isola, isola è molto sporca e facile che lo facciano a posta per spillarti soldi per la pulizia, ospedale a minimo 3 ore di barca e solo con carta di credito altrimenti niente farmaci e cure. Questo sig. fa il ricercatore sull'isola per conto di una struttura europea è mi ha raccontato l'uso costante di droga da parte degli isolani e quello che combinano poi, sempre un problema tu, loro sono i proprietari dell'isola tu ti appoggi a loro per sfruttarli.....poi tanto altro ancora. Comunque anche se non ci vuole un grande impegno economico non risulta essere una buona idea. Grazie a tutti ciao

rudynove

  • Apprendista
  • **
  • Post: 15
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:Aprire una guesthouse alle maldive
« Risposta #4 il: 21 Gennaio 2014, 13:25:18 »
Ma chi ti ha detto tutte ste ca**ate?

babe

  • Apprendista
  • **
  • Post: 50
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:Aprire una guesthouse alle maldive
« Risposta #5 il: 22 Febbraio 2014, 01:46:47 »
menomale che ci sei arrivato anche tu.. la situazione politica alle Maldive è da paura, il capo villaggio decide tutto, religione musulmana: le donne se non sono in un villaggio turistico devono bardarsi per non incorrere in sanzioni. Non è assolutamente auspicabile adesso un progetto nell'arcipelago Maldiviano.
Sono stata alla Maldive 4 anni fa e, nonostante la natura e i fondali siano di un incomparabile bellezza (atollo di Ari) si respira tuttavia un clima di atmosfera opprimente per le condizioni che hai elencato tu quì sopra, di chiusura e diffidenza, da parte del popolo maldiviano. Se il tuo progetto trova collocazione in un'altra area geografica, se ne potrebbe parlare, più che altro come collaborazione. Ti lascio mia e-mail: barbaranolli@yahoo.it  anch'io di Milano, vicino ai Navigli