Autore Topic: Infermiere laureato e pensiero d'emigrare in Gran Bretagna  (Letto 1865 volte)

Nethunshiel

  • Esordiente
  • *
  • Post: 3
    • Mostra profilo
    • E-mail
Infermiere laureato e pensiero d'emigrare in Gran Bretagna
« il: 30 Novembre 2014, 18:59:35 »
Salve a tutti gli utenti del forum;
Inizio col ringraziare tutta la comunità per aver condiviso con noi poveri disperati che sognano d'emigrare le vostre esperienze, sono di grande aiuto.
Come da topic, sono un infermiere laureatosi al policlinico di Messina, che dopo essersi sbattuto 3 anni a cercare lavoro senza alcun successo ma solo trovando lavoretti (commesso per qualche mese qui e li), mentre continuavo a studiare privatamente a casa per tenermi sempre aggiornato, all'anno nuovo vorrebbe tentare una vita nuova.
L'idea dell'espatrio mi terrorizza: questo lo preciso prima di ogni cosa, la mia grande paura è quella di ritrovarmi da solo a migliaia di chilometri da casa, ma ho 29 anni e devo per forza svoltare, una scelta quasi obbligata.
Spulciando il web alla ricerca di ricerche di lavoro, non ho potuto fare a meno, dato che vi si trovano tra gli annunci di ogni interinale esistente, delle richieste di infermieri italiani nel regno unito, gli annunci non sono proprio dettagliatissimi, quindi prima di candidarmi ho deciso di chiedere consulto a voi e capire se potevate aiutarmi nel chiarirmi le idee.
L'economia anglosassone sicuramente non è la nostra, quindi potrebbe essere verosimile che il sistema sanitario li non sia agli sgoccioli come il nostro, ma suona alquanto strano questa ricerca massiva di infermieri stranieri.

Qualcuno di voi può darmi qualche informazione riguardo questi annunci? Preciso inoltre che conosco l'inglese, livello leggermente superiore a quello scolastico ma sicuramente non ho un bel parlato scorrevole, quindi casomai decidessi di partire, una bella scuola di lingua per rinfrescare il lessico ci vorrebbe, vorrei inoltre sapere come funzionano le procedure d'ingresso nel paese, l'iscrizione all'albo anglosassone e via dicendo.
Spero riusciate a rispondere alla miriade di domande che vi ho posto, sono terrorizzato all'idea di lanciarmi così alla cieca ma devo veramente dare una svolta alla mia vita lavorativa, alla mia vita in generale.

Un saluto a tutti.
Daniele.