Autore Topic: SISTEMA ITALIA: L'inizio della fine  (Letto 236492 volte)

erotangos

  • Maestro
  • *****
  • Post: 1.938
    • Mostra profilo
Re:SISTEMA ITALIA: L'inizio della fine
« Risposta #465 il: 13 Marzo 2013, 16:45:28 »
tutti i giorni ancora giu verso il baratro
multinazionali che abbandonano velocemente questo paese

licenziamenti e fallimenti di piccole imprese tutti i giorni

persone che pensano di togliersi la vita tutti i giorni messi in croce
dagli aguzzini di equitalia

e gli strunz al governo che fanno?

intanto si prendono sempre lo stipendio stellare

e poi se ne vanno in tutte le tv a bla bla bla

ma che azz aspetta NAPOLITANO a mandarli tutti a casa?

o l'esercito a fare un colpo di stato?

intanto il Grillo affonda tutti i giorni la la lama nel nostro moribondo paese
come un avvoltoio proclama all'estero e da tutte le parti che siamo falliti

a questo punto pareggeremo presto con la grecia
la povertà è già qua

NESSUNO SI MERITA DI GOVERNARE

SIAMO ALLO SFASCIO GENERALE.


erotangos

  • Maestro
  • *****
  • Post: 1.938
    • Mostra profilo
Re:SISTEMA ITALIA: L'inizio della fine
« Risposta #466 il: 18 Marzo 2013, 09:32:45 »
un fine settimana non molto lontano con banche chiuse
potremmo avere una notizia tipo Cipro

prelievo forzoso del 6x100 da tutti i conti correnti
comnpreso quelli postali

ormai c'è da aspettarsi di tutto
visto i pazzi che continuano a litigare

e a non fare niente.

gioviale1956

  • Esperto
  • ****
  • Post: 476
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:SISTEMA ITALIA: L'inizio della fine
« Risposta #467 il: 18 Marzo 2013, 09:42:27 »
un fine settimana non molto lontano con banche chiuse
potremmo avere una notizia tipo Cipro

prelievo forzoso del 6x100 da tutti i conti correnti
comnpreso quelli postali

ormai c'è da aspettarsi di tutto
visto i pazzi che continuano a litigare

e a non fare niente.



succederà anche di peggio visto l'enorme debito pubblico che abbiamo , poi una misura simile l'abbiamo già avuta e quindi non sarebbe una novità.

erotangos

  • Maestro
  • *****
  • Post: 1.938
    • Mostra profilo
Re:SISTEMA ITALIA: L'inizio della fine
« Risposta #468 il: 18 Marzo 2013, 10:02:32 »
il problema è che prima non era una crisi senza fine come ora :'(

ma ben vengano i prelievi forzati
almeno cosi sbaracchiamo tutti  e tutto

fanciul tutti i politici

qua ci vuole  una vera dittatura

una testa o la scelta x solo 2 ::)

se la democrazia vuol dire che ognuno al governo tira x gli
interessi della loro casta

allora meglio un dittatore o una monarchia.




erotangos

  • Maestro
  • *****
  • Post: 1.938
    • Mostra profilo
Re:SISTEMA ITALIA: L'inizio della fine
« Risposta #469 il: 19 Marzo 2013, 09:08:43 »
un fine settimana non lontano potremmo
avere la sorpresa anche noi di un annuncio di un prelievo
forzato dai nostri conti correnti?

ormai tutto è possibile

soprattutto in un paese di pazzi come questo :'(

ma meno male che ora c'è il Papa che questa  volta fa il povero ::)

e ci aiuterà lui venderà la sa banca i loro immobili
i loro quadri i loro ori
e darà tutto i poveri
anzi farà dormitori pubblici nelle grandi stanze del vaticano
letti a castello e mensa gratis x tutti ;D

ps. poveri italiani pilotati mentalmente e materialmente da media
notizie false  ipocrisia e tutte le altre bischerate che ci propinano

ormai il cervello è solo un optional  poichè la maggioranza non lo usa piu
tra un poco ci metteranno un telefonino o un televisore al suo posto ;D


erotangos

  • Maestro
  • *****
  • Post: 1.938
    • Mostra profilo
Re:SISTEMA ITALIA: L'inizio della fine
« Risposta #470 il: 20 Marzo 2013, 08:02:58 »
 La chiesa cipriota pronta a regalare le proprietà allo stato
Archbishop Chrysostomos: We are willing to give Church’s property to CY Government to save the economy...

Vediamo se papa Francesco farà altrettanto 2000 miliardi di euro :o

O almeno dire POSSIAMO FARE A MENO DELL'8PER MILLE

6 Miliardi di euro l'anno
quante imu? quanti ospedali? quante scuole?

vediamo se è la solita fuffa ::)

erotangos

  • Maestro
  • *****
  • Post: 1.938
    • Mostra profilo
Re:SISTEMA ITALIA: L'inizio della fine
« Risposta #471 il: 21 Marzo 2013, 13:21:17 »
povero Grasso e Boldrini si son tagliati lo stipendio

ora prendono solo 18.000eu al mese

ma come faranno a andare avanti?

dovranno rinunciare a qualche spesuccia?

VERGOGNA VERGOGNA QUA HA RAGIONE GRILL0
sono da mandare tutti a casa

un paese da rivoluzione

e intanto in molti farebbero salti mortali x avere 1000eu al mese




erotangos

  • Maestro
  • *****
  • Post: 1.938
    • Mostra profilo
Re:SISTEMA ITALIA: L'inizio della fine
« Risposta #472 il: 24 Marzo 2013, 20:58:53 »
Roma, 24 mar. (LaPresse) - "Non c'è più tempo, siamo vicinissimi alla fine". Lo ha detto il presidente di Confindustria, Giorgio Squinzi, riferendosi alla situazione delle imprese italiane, dopo aver incontrato il segretario nazionale del Pd, Pier Luigi Bersani, a Montecitorio, nell'ambito delle consultazioni per la formazione del nuovo governo.

ps.ma che belle notizie

ma d'altronde è la verità :'(

quindi prepariamoci ad eventi drammatici

un grazie a tutti i politici vecchi e nuovi

che Dio vi fulm :-X all'istante

mpavavi

  • Esperto
  • ****
  • Post: 288
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:SISTEMA ITALIA: L'inizio della fine
« Risposta #473 il: 25 Marzo 2013, 10:24:35 »
Vicini alla fine? La fine e' gia' arrivata!

A cipro (come nel resto del mondo) le banche fanno speculazioni (con i soldi dei risparmiatori), perdono capitali enormi e cosa fanno? Prelevano i soldi dai correntisti! Assurdo, no?! Di sto passo, l'unico modo per non perdere i propri risparmi , sara' quello di non depositarli in banca e soprattutto , per non rischiare di trovarsi pieni di carta straccia, saremo costretti a utilizzare l'oro.

Mentre per quel che ha detto squinzi (dov'era sino a ieri?) la fine per tantissime aziende e' gia' arrivata da un pezzo. Hanno chiuso bottega a migliaia... Ma ora, qual'e' la cosa piu' importante? Sbloccare i pagamenti dello stato verso le aziende. Quello che non dicono, e' che molti creditori fanno parte di quelle migliaia di aziende gia' chiuse (poco ma sicuro , prenderanno i soldi e di certo non riapriranno). Gli altri (la maggior parte grosse aziende, non piccoli imprenditori), ancora attivi, saranno ben contenti di ottenere un po di liquidita' ma cosa certa, anche loro non assumeranno nessuno.

Secondo me una ricetta ci sarebbe, ma io di economia non capisco una cippa.... ci sono emeriti esperti qualificati che hanno studiato "decinaia" di anni per trovare soluzioni su come portarci alla rovina.

erotangos

  • Maestro
  • *****
  • Post: 1.938
    • Mostra profilo
Re:SISTEMA ITALIA: L'inizio della fine
« Risposta #474 il: 25 Marzo 2013, 10:36:08 »
si la fine x le piccole imprese è già arrivata da un bel pò

e ovviamente se si riprendono un poco di soldi  non credo che riapriranno
ma in molti cercheranno di andarsene all'estero

xchè qua in questo marasma di pazz politici
chi azz ci investirà piu in questo paese?

non c'è piu una sicurezza nemmeno sui conti correnti

faranno come in Spagna dove hanno fatto una legge che lo stato può prelevare
dai conti correnti

insomma non solo noi siamo falliti
ma tutto il sogno euro

ma d'altronde questi pollli eurini sono caduti nella trappola degli
imperialiti Usa e G.b   che  nonostante le loro crisi stampano moneta

mentre gli eurini hanno stampato povertà e disoccupazione.

eccetto la Germania che ha approfittato della demenza degli altri.

erotangos

  • Maestro
  • *****
  • Post: 1.938
    • Mostra profilo
Re:SISTEMA ITALIA: L'inizio della fine
« Risposta #475 il: 25 Marzo 2013, 16:37:33 »
e ora aspettiamo chi ci dà la spinta finale x buttarci nel burrone
e potrebbe arrivare nel fine settimana

chi? le solite agenzie di rating anglosassoni cioè
quelle dei ladroni

con un bel downgrade con rating x i nostri titoli di stato a spazzatura
con l'augurio di buona Pasqua x noi e tutti i nostri strunz di politici

ma questi ultimi se ne fottono tanto con 10.000eu al mese
se la godono ugualmente

mentre ci sono padri di famiglia
E LO POSSO TESTIMONIARE

CHE NON HANNO SOLDI NEMMENO X UN UOVO DA 5eu X I LORO FIGLI.

questo paese non cambierà mai con una democrazia dove tutti rubano
i partiti devono scomparire dalla nostra terra

il parlamento deve essere azzerato solo cosi avremo giustizia.

ps.intanto gli assassini economici vogliono portare questo nostro paese
alla disfatta totale
se continua ancora un poco cosi
un fine settimana ci sarà un annuncio che il lunedi seguente le banche resteranno chiuse con un bel prelievo
su tutti i conti correnti
ma ovviamente quelli dei ladroni saranno già spariti.
« Ultima modifica: 25 Marzo 2013, 16:43:45 da erotangos »

mpavavi

  • Esperto
  • ****
  • Post: 288
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:SISTEMA ITALIA: L'inizio della fine
« Risposta #476 il: 25 Marzo 2013, 21:45:14 »
Bhe... gli elementi per una nuova guerra (o rivoluzione?) ci sono tutti. E' solo questione di tempo....e sara' necessario essere mooolto lontani, perche' succedera' come quando si getta la merda sul ventilatore.

erotangos

  • Maestro
  • *****
  • Post: 1.938
    • Mostra profilo
Re:SISTEMA ITALIA: L'inizio della fine
« Risposta #477 il: 26 Marzo 2013, 08:11:03 »
vedrete che bel ponte di Pasqua che ci stanno preparando

le casse statali sono all'asciutto questa è la verità

o chiedono aiuto all'europa con il cambio di un commissariamento

o  sarà rivolta sociale

anche xchè dove azz li trovano i soldi x pagare la cassa integrazione
in scadenza pensioni ecc...????

Bersani fa schif :-X  ma anche chi gli ha dato il tempo di cercare alleanze

con 3 partiti dove nessuno ha la maggioranza
era molto meglio un altro governo tecnico

ma ormai è troppo tardi

ci faranno un bel downgrade con giudizio spazzatura

e a quel punto non ci resterà altro che andare tutti a roma a prenderli tutti a calci nel cul
compreso i grilli ;D

erotangos

  • Maestro
  • *****
  • Post: 1.938
    • Mostra profilo
Re:SISTEMA ITALIA: L'inizio della fine
« Risposta #478 il: 26 Marzo 2013, 11:17:14 »
articolo veritiero? :o

Col Pretesto dell’Evasione Fiscale, Schiavizzeranno i popoli Un nuovo “Occhio Onniveggente” puntato a vita sugli Italiani

Stalin è tra noi! I Nuovi tranelli bancari per dominare il popolo italiano.

Il Pretesto dell’Evasione per Derubare quel che Resta

Roma – Il neo Premier italiano, nonché leader del Partito Democratico, Pierluigi Bersani, nelle ore precedenti la sua nomina rilasciava – tra “l’indifferenza” dei media – delle pesantissime ed inquietanti dichiarazioni riguardanti
contribuenti e banche. I media minimizzano (al solito), eppure la gravità della situazione sta destando grosse preoccupazioni, sia tra la cosiddetta “alta borghesia”, sia tra i piccoli risparmiatori. Dietro la scusa della ‘’lotta all’evasione fiscale’’, Bersani e compagni hanno escogitato un piano infallibile per il controllo ed eventualmente la confisca dei patrimoni dei contribuenti italiani. Uno degli otto punti presentati dalla coalizione del PD in campagna elettorale prevederebbe infatti le cosiddette ‘’misure per la tracciabilità e la fedeltà fiscale’’, promuovendo la sistematica ed inesorabile diminuzione del denaro contante e possibilmente (ma rimane ancora un’ipotesi)  la completa eliminazione del contante stesso. Ma dove sta l’inghippo? Semplice! Con questo possibile ed auspicato decreto legislativo ogni lavoratore italiano per avere accreditato il proprio stipendio dovrebbe necessariamente possedere un conto bancario. source
Stalin è tra noi! – Commissariati a vita!
Del resto la società già da anni implicitamente obbliga ogni dipendente e ogni pensionato ad avere un conto corrente aperto, pagando ovviamente le commissioni annuali all’istituto; per la prima volta il discorso viene però affrontato a livello politico, implicando importanti perdite di libertà e di privacy e una nuova liberticida prevaricazione dello Stato-lobby nei confronti dei singoli cittadini. Qualcuno parla già del ritorno di Stalin e di stalinizzazione del Paese. Come dargli torto?
La Lotta al Risparmio e alla Famiglia
Tra non molto le banche italiane dovranno infatti trasmettere all’anagrafe tributaria tutti i dati relativi ai conti correnti italiani, rendendo visibili in pochi click i risparmi delle famiglie e la loro collocazione. Fermo restando il fatto che i grandi colossi finanziari (veri responsabili della crisi indotta dell’eurozona) conoscono molteplici magagne, scappatoie e diabolici tecnicismi finalizzati al trasferimento dei propri mega-capitali nei paradisi fiscali irrintracciabili per qualsivoglia sistema di controllo. Queste iniziative, in sostanza, vanno ancora una volta a discapito del proletariato urbano e rurale, sempre più costretto in regime di schiavitù ed a lavorare di più (anche la Domenica) per avere in compenso sempre meno diritti e tutele: dal reddito, alla previdenza, alla salute. Questa è dunque la vera anima “europeista” del PD? L’Incarnazione del sogno stalinista? Giudicate voi! Per il resto la lotta alla famiglia e l’istituzionalizzazione del caos sessuale, sta completando l’ “idilliaco quadretto”.
Il Progresso dei profeti del “Nuovo Ordine Mondiale”
Proprio in questi giorni, a seguito dello scandalo cipriota, i cittadini italiani (anche i più distratti e superficiali) stanno cominciando a prendere coscienza di come i mercati finanziari possano dettare legge nei confronti dei lavoratori costringendoli a lunghe file agli sportelli bancomat del Paese, onde evitare di perdere gli importi maturati col sudore d’una vita. Così anche i nostri connazionali mostrano pian piano (non è mai troppo tardi) il proprio marcato dissenso verso l’euro-sistema e il sistema bancario che, forte di queste nuove norme finanziarie, accrescerebbe ancor di più il potere esercitabile su contribuenti e Stato, schiacciando definitivamente entrambi. E’ dunque questa l’ingannevole società di eguali profetizzata da Lenin e Stalin?  Eguali nella povertà e nella miseria? E’ questo il progresso prospettato da decenni dai profeti del “Nuovo Ordine Mondiale” masso-bancario?
I Burattini del Sistema tifano ancora per l’”Occhio Onniveggente”
Rendere il contante completamente virtuale contribuirebbe a ridurre la popolazione ad uno stato di schiavitù perenne: indebitati a vita con l’istituto bancario di riferimento e assoggettati al volere degli imperi economici. Lo scenario orwelliano arriva oggi al suo compimento, costringendo il contribuente a vivere costantemente con l’ennesimo occhio onniveggente sul proprio capo. Quel che stupisce di più, a questo punto, è vedere il persistere di una folta schiera di ciechi e dissennati seguaci di questi signori (profeti del nulla e della distruzione) dimenarsi ancora nelle segreterie dei “partiti del golpe” e nei loro circoli élitari di riferimento, procacciando con ogni mezzo voti, “fruste” e “bastoni” a chi sta letteralmente negando il fututo ai loro stessi nipoti, preparando nuovi diabolici strumenti di tortura. Ma ci chiediamo: perchè non provano vergogna? Può un briciolo di potere in più compensare la vendita dell’anima al Nemico?


spirito.libero

  • Apprendista
  • **
  • Post: 18
    • Mostra profilo
Re:SISTEMA ITALIA: L'inizio della fine
« Risposta #479 il: 26 Marzo 2013, 22:25:45 »
......qualche guerra fa si usavano le bombe......adesso ci fanno guerra con il dio denaro.......però dai è GREEN è meno invasivo