Alessandra Negroni: da archeologa a consulente di viaggio online

Alessandra Negroni, archeologa, dopo aver lavorato per diversi anni sia in scavi archeologici in tutta Italia che in parecchi musei, nel 2012 per caso ha conosciuto Evolution Travel. Dopo circa un anno ha fatto il grande passo e oggi, oltre a lavorare come guida turistica, è consulente di viaggi online per Evolution Travel. Un lavoro che le piace molto e che può svolgere ovunque si trovi, con un semplice telefonino e una connessione internet.

Alessandra, quando e come hai conosciuto Evolution Travel?

Ho conosciuto Evolution Travel nel 2012, grazie ad un’amica che aveva visto un avviso pubblicitario sul web e che me ne parlò. Ho aspettato un anno prima di chiamarli e nel frattempo mi sono informata sulla società e sul tipo di lavoro. Poi ho fatto il grande passo e sono andata a Montegrotto, dove c’era la sede principale, per firmare il contratto ed iniziare il primo livello di formazione. Mi sentivo una scolaretta, anche se avevo già quasi 40 anni… ma d’altro canto molti aspetti del lavoro erano del tutto nuovi per me.

Vuoi diventare consulente di viaggi online?

Avvia subito la tua attività grazie a Evolution Travel!

Oltre ad essere una consulente di viaggio di cosa ti occupi?

Io nasco archeologa (epigrafista, per la precisione) e ho lavorato per diversi anni sia in scavi archeologici in tutta Italia che in parecchi musei. Non si smette mai di essere archeologi, quindi sebbene non mi occupi più di scavi e di cantieri, continuo a studiare e a pubblicare di tanto in tanto i frutti delle mie fatiche su riviste specialistiche del settore. Nel 2008 poi ho preso il patentino di guida turistica, quasi per gioco, e ho scoperto che è un lavoro che adoro! Mi permette di stare a contatto con tanta gente diversa e di essere sempre in luoghi bellissimi, quindi sono fortunata davvero.

E’ facile gestire tutti i lavori?

Gestire tutti e tre i lavori non è per niente facile, ma se si vuole si può fare: basta solo organizzare le proprie giornate e programmare tutto in anticipo.

Il lavoro di guida turistica mi porta ad essere fuori casa per giorni interi, ma durante il giorno ho alcune pause, nelle quali posso dedicarmi al lavoro di consulente per Evolution Travel, visto che posso portarmi comodamente l’ufficio in tasca: basta un telefonino e una connessione internet.

Inoltre il lavoro di guida ha un andamento fortemente stagionale, quindi se è vero che da metà marzo a fine ottobre lavoro 7 giorni su 7, c’è anche da considerare che da novembre a marzo ho molte giornate libere da dedicare allo studio e all’aggiornamento, sia per il mio lavoro da archeologa che per quello da guida e da consulente per Evolution Travel (senza tralasciare le vacanze e i viaggi formativi).

Come si svolge la giornata lavorativa di un consulente di viaggio online?

Quando sono in giro come guida ovviamente devo conciliare le tempistiche ed essere molto flessibile, ma quando sono a casa la mia giornata tipo inizia intorno alle 9 con l’apertura della posta: verifico le mail arrivate con eventuali richieste di preventivo, comunicazioni della sede o dei tour operators con i quali collaboriamo, mail dei clienti, etc. Successivamente procedo in base alle priorità, cercando di dedicare prevalentemente la mattina ai contatti con gli uffici dei tour operators e il pomeriggio ai clienti, con i quali mi piace sempre avere un contatto diretto, via telefono o Skype o (se possibile) di persona.

Di quali zone ti occupi nello specifico?

La mia passione sono l’archeologia e l’Oceano Indiano, quindi sono felicissima quando posso occuparmi di tour a carattere culturale o di soggiorni mare in Africa (specialmente settentrionale e orientale), in Medio Oriente e nel sub continente indiano. Per questo, durante l’anno di pandemia, ho voluto approfondire le mie conoscenze in queste zone e ho frequentato con successo dei corsi per diventare Specialist India, Seychelles e Zanzibar.

Quali sono le gratificazioni di un lavoro come il tuo?

Sarei ipocrita a non considerare il lato economico… ma, contrariamente a quello che pensano molti, non si diventa ricchi con questo lavoro. Almeno non dal punto di vista materiale. Le gratificazioni principali vengono dai clienti, dai loro sorrisi, dai messaggi che ti mandano mentre si godono la vacanza, dalle telefonate entusiaste che ricevi al loro rientro. Il loro “grazie” è la cosa più bella, quella che ti ripaga di tanti sforzi e di tutto il tempo trascorso a cercare la soluzione più vicina ai loro sogni.

Dal momento in cui hai deciso di diventare consulente di viaggio ad oggi, quali sono stati gli step affrontati?

Il primo passo è stato un corso di formazione di due settimane, svolto in sede con giornate intere trascorse insieme ai consulenti più esperti, per imparare a gestire il sistema di Evolution Travel e conoscere la terminologia turistica tecnica, le caratteristiche dei diversi pacchetti e per imparare come approcciarsi ai clienti e ai collaboratori.

Poi è seguito un lungo periodo di training da remoto con altri consulenti esperti, nel quale ho iniziato a lavorare sul serio su tutte le destinazioni e i tipi di viaggio: un periodo difficilissimo ma molto formativo per me, che mi è servito a capire anche quali destinazioni mi piacevano di più.

Dopo questo periodo ho deciso di concentrare le mie energie sulle destinazioni che mi piacevano di più e quindi ho iniziato a studiare… cosa che faccio ancora oggi, perché c’è bisogno di un aggiornamento costante. Appena posso quindi alterno lo studio personale con fiere, corsi, webinar, conferenze e giornate formative organizzate non solo da Evolution Travel, ma anche da altri tour operators e dagli Enti del turismo dei vari Paesi.

Per concludere, tre peculiarità di un bravo consulente di viaggio:

Secondo me le caratteristiche più importanti di un consulente sono:

– la capacità di ascolto, sia verso i clienti che verso colleghi e collaboratori;

– la flessibilità, sia negli orari che nell’immedesimarsi nelle necessità del cliente;

– la capacità di relazione e di comunicazione con gli altri.