Autore Topic: Canada  (Letto 210038 volte)

Massimiliano76

  • Apprendista
  • **
  • Post: 89
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:Canada
« Risposta #765 il: 22 Giugno 2012, 05:54:40 »
Ciao Ragazzi.

Vi do qualche AGGIORNAMENTO da Vancouver per quanto riguarda la mia esperienza.

Allora,
Quelli di voi che mi "conoscono" da quando sono arrivato a Vancouver (fine marzo 2012), sanno più o meno tutto su chi sono e sulle traversie per quanto riguarda la ricerca di lavoro e amicizie che ho passato i primi tempi.

Da quasi due mesi lavoro presso un BLENZ COFFEE (una catena di caffetterie della British Columbia che ha qualche punto vendita anche in Alberta).
Il posto non è male e faccio turni variabili durante la settimana. Il salario è il Minimum Wage stabilito dalla British Columbia e cioè $10,25 al lordo delle tasse.

Per chi non mi conosce faccio un piccolo salto indietro.
In Italia (Jesolo), gestisco insieme a mio padre e mio cognato un'azienda specializzata nella distribuzione di prodotti alimentari per alcune multinazionali del food.
Questa in Canada per me è un'esperienza che ho deciso di fare per alcuni motivi personali e per poter accrescere comunque il mio "curriculum" in termini di esperienze di vita.

Ultimamente però mi sto scontrando con alcune realtà poco piacevoli del mondo del lavoro canadese.

Vado con ordine.
In bar sono l'ultimo arrivato e di conseguenza potete ben capire che agli occhi della manager non sono ancora una "colonna portante".
A causa di alcuni modi di fare miei, la mia meticolosità e precisione nel fare le cose (chi mi conosce anche qui a Vancouver può confermare che sono una persona a cui piacciono le cose fatte bene), è stata scambiata per incertezza e lentezza (!) dalla manager.
Oltre a questo, dovete sapere che in Canada la stragrande maggioranza di lavori come il mio (barista) viene fatto da immigrati (i canadesi faticano a voler fare certi lavori come da noi in Italia...tutto mondo è paese)...
Io lavoro con 2 coreane, 1 brasiliana, 1 francese, 2 cinesi e le due manager che sono canadesi-indiane.

Con una coreana alcuni giorni fa ho avuto diversi fraintendimenti...più che altro a causa del fatto che lei praticamente l'inglese non lo parla.
Il giorno dopo ho ricevuto un richiamo verbale dalla manager...richiamo in parte "bonario" (come può accadere dopo una situazione di tensione al lavoro), ma in parte minatorio.

Come alcuni infatti ben sapranno, in Canada non esiste un contratto nazionale del lavoro, ma ci si rifà ad alcuni regolamenti indicativi.
Nel caso specifico di chi lavora qui con la WHV, il fatto di essere lavoratori per 6 mesi, ci espone alla possibilità di ricevere licenziamenti molto facili.

Per cui nel mio caso, all'ammonimento, è seguita una minaccia velata (ma non troppo) di licenziamento.
E come funziona?

Se il capo vuole, mi può notificare il licenziamento a 24H...e cioè il giorno dopo non mi devo più presentare al lavoro...
Però le "leggi quadro" del mercato canadese, indicano per le situazioni come la mia una tempistica di circa 2settimane, se il rapporto umano è sano.

Se invece voi decidete di avvisare con 2settimane di anticipo il datore, ma questo decide di licenziarvi subito, allora è costretto a pagarvi le due settimane che non lavorerete. Ovviamente tutto ciò deve essere comprovabile (magari con raccomandata a/r al datore di lavoro).

Nel mio caso, atttualmente sto aspettando che la manager torni per sapere cosa deciderà su di me...le mie colleghe e la supervisor compresa hanno fatto "quadrato" intorno a me, nel senso che mi appoggiano e vorrebbero rimanessi, ma non saprò nulla fino alla prossima settimana.

Dico tutto questo perchè credo sia giusto tenere tutti informati anche sul lato negativo del mondo del lavoro.

Le mie informazioni in merito alle nozioni sui licenziamenti le ho ricevute dall'ufficio INCA CGIL di Vancouver (cè ne uno tra Renfrew e East Hastings e sono molto gentili).

Vi darò qualche aggiornamento tra qualche giorno quando saprò qualcosa!!
Ciao ragazzi!!

Massimiliano76

  • Apprendista
  • **
  • Post: 89
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:Canada
« Risposta #766 il: 22 Giugno 2012, 05:58:55 »
Ciao Lizzy!

Io ho fatto cosi con la mia banca:

1.Mi sono fatto fare una dichiarazione dove la banca attesta che alla data del XX/XX/XXXX sono in possesso di una somma di denaro superiore a 2500 CAD.
La banca ovviamente avverte che questa è dichiarazione aggiornata alla data di emissione del documento.

Per quanto riguarda il destinatario, non è necessario.

Il giorno prima ho stampato un estratto conto e me lo sono portato con me tra i vari documenti.

Ti dico però che una volta giunto a Vancouver hanno voluto vedere solo la lettera di conferma della WHV da parte dell'ambasciata ed il biglietto di rientro in italia (ma questo non è un must, puoi prenderlo anche dopo).
In  merito ai 2500 cad non hanno chiesto nulla.
Tu sorridi e collabora e vedrai che non rompono...

Massimiliano76

  • Apprendista
  • **
  • Post: 89
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:Canada
« Risposta #767 il: 22 Giugno 2012, 06:05:06 »
Aggiungo solo un particolare.

per i contratti che superano n.1 anno di durata, le regole sono comunque abbastanza simili a quelle europee anche se sono più "rapide".
Per cui
1.Richiamo Verbale
1.Richiamo scritto
1.Sospensione dal lavoro
...licenziamento che può avvenire a 24h o a un determinato limite di tempo a seconda del lavoro.

cplpilot

  • Visitatore
Re:Canada
« Risposta #768 il: 22 Giugno 2012, 08:02:22 »
Ciao Ragazzi.

Vi do qualche AGGIORNAMENTO da Vancouver per quanto riguarda la mia esperienza.

Allora,
Quelli di voi che mi "conoscono" da quando sono arrivato a Vancouver (fine marzo 2012), sanno più o meno tutto su chi sono e sulle traversie per quanto riguarda la ricerca di lavoro e amicizie che ho passato i primi tempi.

Da quasi due mesi lavoro presso un BLENZ COFFEE (una catena di caffetterie della British Columbia che ha qualche punto vendita anche in Alberta).
Il posto non è male e faccio turni variabili durante la settimana. Il salario è il Minimum Wage stabilito dalla British Columbia e cioè $10,25 al lordo delle tasse.

Per chi non mi conosce faccio un piccolo salto indietro.
In Italia (Jesolo), gestisco insieme a mio padre e mio cognato un'azienda specializzata nella distribuzione di prodotti alimentari per alcune multinazionali del food.
Questa in Canada per me è un'esperienza che ho deciso di fare per alcuni motivi personali e per poter accrescere comunque il mio "curriculum" in termini di esperienze di vita.

Ultimamente però mi sto scontrando con alcune realtà poco piacevoli del mondo del lavoro canadese.

Vado con ordine.
In bar sono l'ultimo arrivato e di conseguenza potete ben capire che agli occhi della manager non sono ancora una "colonna portante".
A causa di alcuni modi di fare miei, la mia meticolosità e precisione nel fare le cose (chi mi conosce anche qui a Vancouver può confermare che sono una persona a cui piacciono le cose fatte bene), è stata scambiata per incertezza e lentezza (!) dalla manager.
Oltre a questo, dovete sapere che in Canada la stragrande maggioranza di lavori come il mio (barista) viene fatto da immigrati (i canadesi faticano a voler fare certi lavori come da noi in Italia...tutto mondo è paese)...
Io lavoro con 2 coreane, 1 brasiliana, 1 francese, 2 cinesi e le due manager che sono canadesi-indiane.

Con una coreana alcuni giorni fa ho avuto diversi fraintendimenti...più che altro a causa del fatto che lei praticamente l'inglese non lo parla.
Il giorno dopo ho ricevuto un richiamo verbale dalla manager...richiamo in parte "bonario" (come può accadere dopo una situazione di tensione al lavoro), ma in parte minatorio.

Come alcuni infatti ben sapranno, in Canada non esiste un contratto nazionale del lavoro, ma ci si rifà ad alcuni regolamenti indicativi.
Nel caso specifico di chi lavora qui con la WHV, il fatto di essere lavoratori per 6 mesi, ci espone alla possibilità di ricevere licenziamenti molto facili.

Per cui nel mio caso, all'ammonimento, è seguita una minaccia velata (ma non troppo) di licenziamento.
E come funziona?

Se il capo vuole, mi può notificare il licenziamento a 24H...e cioè il giorno dopo non mi devo più presentare al lavoro...
Però le "leggi quadro" del mercato canadese, indicano per le situazioni come la mia una tempistica di circa 2settimane, se il rapporto umano è sano.

Se invece voi decidete di avvisare con 2settimane di anticipo il datore, ma questo decide di licenziarvi subito, allora è costretto a pagarvi le due settimane che non lavorerete. Ovviamente tutto ciò deve essere comprovabile (magari con raccomandata a/r al datore di lavoro).

Nel mio caso, atttualmente sto aspettando che la manager torni per sapere cosa deciderà su di me...le mie colleghe e la supervisor compresa hanno fatto "quadrato" intorno a me, nel senso che mi appoggiano e vorrebbero rimanessi, ma non saprò nulla fino alla prossima settimana.

Dico tutto questo perchè credo sia giusto tenere tutti informati anche sul lato negativo del mondo del lavoro.

Le mie informazioni in merito alle nozioni sui licenziamenti le ho ricevute dall'ufficio INCA CGIL di Vancouver (cè ne uno tra Renfrew e East Hastings e sono molto gentili).

Vi darò qualche aggiornamento tra qualche giorno quando saprò qualcosa!!
Ciao ragazzi!!

e pensare che qui la gente si lamenta se cambiano le virgole nell'articolo 18.
Mi spiace, l'ho visto succedere spesso quando ero li'... il fatto che tu sei uomo e lei e' donna non aiuta, in Canada gli uomini bianchi valgono 0. Good luck!

chiara guerrini

  • Apprendista
  • **
  • Post: 69
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:Canada
« Risposta #769 il: 22 Giugno 2012, 10:01:41 »
Caspita, ma il licenziamento per così poco???
Bé, tu comincia a guardarti intorno e a spulciare gli annunci, meglio precedere sempre le mosse del nemico, una regola che vale in tutto il mondo! ;)

Simo1970

  • Esordiente
  • *
  • Post: 9
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:Canada
« Risposta #770 il: 22 Giugno 2012, 10:44:40 »
Ciao a tutti!!! :)
Mi presento, mi chiamo Simone e sono praticamente nuovo di questo forum!!
Ho letto un po' questo forum e sono un po' demoralizzato per il Canada..
Vi spiego la mia situazione, ho 41 anni, sono un esperto pizzaiolo/cuoco/ristoratore in generale con 28 anni di esperienza e in questo momento mi trovo gia' fuori dall'Italia e precisamente a Bali. Insieme con la mia ragazza, 29 anni e fisioterapista, stiamo cercando lavoro un po' ovunque, qui dove siamo lei sta lavorando ma io non riesco a trovare praticamente nulla a causa del basso costo della manodopera locale. La mia ragazza ha dei parenti a Toronto, per cui la mia prima domanda e' quale deve essere il grado di parentela per cui puo' richiedere un aiuto dai suoi parenti?nel senso, essendo parenti non diretti, si puo' comunque fare la domanda prendendo in considerazione questo requisito?
Altra domanda, ho guardato nella lista dei NOC ma non ho visto direttamente il lavoro di pizzaiolo, ma quello di cuoco in mille salse..posso rifarmi a questo o vuol dire che la mia principale professione non e' considerata??Per voi posso davvero trovare lavoro in Canada?
questo e' quello che so fare nel campo della pizzeria:

http://www.youtube.com/watch?v=ueeFp5liA24&feature=relmfu

Grazie a tutti voi per la vostra cortese attenzione e per le vostre risposte!!!

Simone :)


Ares

  • Veterano
  • ***
  • Post: 159
  • Who dares wins
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:Canada
« Risposta #771 il: 22 Giugno 2012, 11:25:04 »
Max mi spiace... Ma cmq per te che vuoi rimanere non è una dramma...
Nel senso volendo potresti fare qualche altro tipo di lavoro sarebbe cmq un'esperienza diversa..

Per simo benvenuto, sicuramente come legale familiare non se po' fa niente... Io ho degli zii di primo grado e non possono aiutarmi...in quanto al noc sinceramente non saprei ma cmq anche li a meno che non hai 20 lauree e sai inglese e francese alla perfezione dubito che raggiungi il punteggio...
Se invece cmq il tuo noc vale se vai li è trovi lavoro sei quasi sicuramente a posto...

Gianluca ti ringrazio ma cmq quello lo so... Per qualsiasi cosa è meglio contattare sempre gli organi competenti in Canada pero se hai informazioni piu precise fai prima no?
Poi magari qualche altro pazzo ci aveva già pensato e aveva già chiesto...

Marco

Simo1970

  • Esordiente
  • *
  • Post: 9
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:Canada
« Risposta #772 il: 22 Giugno 2012, 11:39:23 »

Ciao Ares!!!
Grazie mille per la tua risposta!! :)
Addirittura neanche i parenti di primo grado non possono aiutarti?!?Cavolo, e' molto difficile allora..
ti chiedo un paio di cose, se le sai: la mia conoscenza di inglese e' ancora di base, ma sto studiando per migliorarla..ma per quanto riguarda il francese sono a 0..devo saperlo anche se vado in un'area dove non viene parlato??
A chi posso rivolgermi per sapere il mio NOC puo' darmi speranze???
Per quanto riguarda la mia ragazza, il mestiere di fisioterapista e' uno tra i NOC e lei ha 29 anni, secondo te ha qualche possibilita' di farcela? e di conseguenza posso "attaccarmi" a lei??

Grazie per il tuo tempo!!
e grazie a tutti coloro che leggeranno il mio messaggio e che possono aiutarmi!!!! :)

Simone

millty

  • Veterano
  • ***
  • Post: 199
    • Mostra profilo
Re:Canada
« Risposta #773 il: 22 Giugno 2012, 12:49:40 »

Ciao Ares!!!
Grazie mille per la tua risposta!! :)
Addirittura neanche i parenti di primo grado non possono aiutarti?!?Cavolo, e' molto difficile allora..
ti chiedo un paio di cose, se le sai: la mia conoscenza di inglese e' ancora di base, ma sto studiando per migliorarla..ma per quanto riguarda il francese sono a 0..devo saperlo anche se vado in un'area dove non viene parlato??
A chi posso rivolgermi per sapere il mio NOC puo' darmi speranze???
Per quanto riguarda la mia ragazza, il mestiere di fisioterapista e' uno tra i NOC e lei ha 29 anni, secondo te ha qualche possibilita' di farcela? e di conseguenza posso "attaccarmi" a lei??

Grazie per il tuo tempo!!
e grazie a tutti coloro che leggeranno il mio messaggio e che possono aiutarmi!!!! :)

Simone

Cia simo,
come ti ha detto Ares i parenti non posso aiutarvi, come lui ho parenti diretti ma non possono fare niente.
Per quanto riguarda le tue domande:
1-la conoscenza della 2 lingua non è obbligatorio ma essendo il sistema per richiedere il permanent visa a punti a volte per riuscire a raggiungere il punteggio minimo per passare e poter ottenere il visa molti devono studiare e dare anche l'esame Tef di francese. la conoscneza della lingua ovviamente è comprovata dalla superamento di test come Ielts per l'inglese e Tef per il francese.

2-per il tuo Noc ti consiglio di guardare su http://www.workingincanada.gc.ca/report-eng.do?lang=eng&noc=6242&area=9219&titleKeyword=cook+pizza&regionKeyword=Toronto,+Ontario&source=0&action=final
dovresti rientrare tra i Noc che possono fare il permanent visa il pizzaiolo è cmq un Cook quindi prova a leggere li magari trovi informazioni utili e se raggiungi il punteggio puoi fare domanda.

3-essendo la tua fidanzata una fisioterapista può fare richesta del permanent visa deve ovviamente arrivare ai punti minimi richiesti che sono 67 ed il punteggio è determinato sulla base di fattori come istruzione, esperienza lavorative, proposte di impiego adattabilità ecc.
unica nota dolente è che il fisioterapista è una professione regolata quindi non potra fare la sua professione finche non regolarizzera il tutto in Canada, deve farsi riconoscere il titolo, verificare la carriere universitaria e se idonea fare gli esami scritto e partico per esercitare.

tieni presente che il permanent visa puo richiedere fino ad un anno anche di pui in alcune circostanze, qnd prima cominciate meglio è....ti linko la sezione del sito del canada dove puoi fare il test e vedee se raggiungi i punti minimi richiesti:  http://www.cic.gc.ca/english/immigrate/skilled/assess/Education.asp

spero di averti aiutato
Sara

Ares

  • Veterano
  • ***
  • Post: 159
  • Who dares wins
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:Canada
« Risposta #774 il: 22 Giugno 2012, 14:32:38 »
In pratica simo come ti ha detto sara(millty) la tua compagna può chiedere il WHV intanto guadagna due soldini che sicuramente gli serviranno per riconoscere i titoli e dare gli esami...
Tu puoi andare e lavorare... Se impari bene l'inglese e magari due favolate di francese una volta che hai un lavoro e ti vole tenere il datore... Fai richiesta per lo skilled work VISA... Che poi puoi estendere alla tua compagna se fate vedere di avere una relazione.. Cosi poi tu lavori da cuoco lei può fare tutto visto che avrà un permesso open..  Intanto poi fa riconoscere le sue conoscenze e poi potrà esercitare...

Detto questo... Cercasi ragazza da sposare per permanent VISA open... Possibilmente intelligente, simpatica e carina... Per informazioni su un "bel" ragazzo calabrese scrivere ahahaha

Lizzy

  • Esordiente
  • *
  • Post: 5
    • Mostra profilo
Re:Canada
« Risposta #775 il: 22 Giugno 2012, 15:42:33 »
Grazie mille Massimiliano!
In bocca al lupo anche a Marco e a Sara per la vostra futura avventura canadese! :) :)
A presto,
Lizzy

Gian Luca

  • Apprendista
  • **
  • Post: 28
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:Canada
« Risposta #776 il: 22 Giugno 2012, 15:50:16 »
Ciao Ares,

hai perfettamente ragione per quanto riguarda le informazioni per l'università. Scusa la mia curiosità ma tu andrai a vivere a toronto?

Non essendo un esperto e leggendo i post degli altri mi sorgono sempre molte domande e da quanto so, solo le lauree appartenenti a giurisprudenza, medicina ed ingegneria fanno parte dei regulated work, cioè bisogna fare la conversione e studiare... dico bene?

Un po' di tempo fa' mi ero imbattutto su un sito legale(stato del quebec) che si occupa del visto lavorativo permanente. Avevo provato a contattarli per avere maggiori informazioni sul visto e loro mi hanno fatto compilare tramite internet alcuni moduli, per capire se ero un candidato idoneo oppure no... Dopo alcune settimane sono stato ricontattato e la risposta era positiva, quindi potevo ottenere sin da subito quel visto appoggiandomi al loro studio legale. Ma il loro servizio costava parecchio, cosi ho rifiutato ed ho fatto richiesta per il working holiday con la speranza di trovare il lavoro nel mio settore e poi successivamente richiedere il visto permanente...

su questo sito ci sono le informazioni riguardo allo studio legale cohen:

http://www.canadavisa.com/

millty

  • Veterano
  • ***
  • Post: 199
    • Mostra profilo
Re:Canada
« Risposta #777 il: 22 Giugno 2012, 16:09:48 »
Non essendo un esperto e leggendo i post degli altri mi sorgono sempre molte domande e da quanto so, solo le lauree appartenenti a giurisprudenza, medicina ed ingegneria fanno parte dei regulated work, cioè bisogna fare la conversione e studiare... dico bene?

Gianluca,
la tua professione, se ho capito bene sei un Chimico (siamo quasi colleghi io sono specilaizzata in Biochimica  ;) )Non è regolata, ho meglio lo è solo in due province...se guardi su workingincanada sotto il tuo noc trovi tutte le informazioni del caso.
Cmq che siano regolate solo medicina giurisprudenza e ingegneria non è assolutamente vero controllate sempre sul Noc che vi interessa e trovate tutto ciò che è inerente su ql mestiare dai titoli richiesti alle paghe medie per le singole province. 

Per le Università attenzione xè  le borse di studio per internazionali non ci sono, al massimo ti verrà concesso di lavorare part-time all'inteno del campus o in qlc locale, ma non è detto che ti concedono tale permesso, non è la regola. Inoltre gli studi superiori costano parecchio da internazionale come ben ricordava Marco circa 15-20.000 dollari all'anno dipende poi dalle varie università.

Sull'iimigrazione in Quebec, vigono regole molto diverse rispetto agli altri stati, per esempio in Quebec i chimici sono ancora ricercati, metre nel resto del canada il Noc è stato tolto qualche anno fa dalla lista delle professioni ricercate.
perciò informati bene e decidi in modo da andare in una provincia dove basterà che tu converti il titolo (qst dovrai farlo in ogni caso, essendo però la tua una professione non regolata basterà avere l'equiparazione dal WES io l'ho fatta lo scorso inverno mentre ero a Toronto non ci ho messo molto).


spero di averti aiutato
Sara

Gian Luca

  • Apprendista
  • **
  • Post: 28
    • Mostra profilo
    • E-mail
Re:Canada
« Risposta #778 il: 22 Giugno 2012, 16:59:42 »
Ciao Sara,

Ti ringrazio tantissimo per le informazioni che mi hai dato e volevo chiederti se potevo fare l'equiparazione prima di partire, in modo tale da poter rendermi immediatamente più appetibile sul mercato del lavoro canadese.... C'è un sito per contattare l'ente che si occupa di queste cose?

Sai sinceramente sono indeciso se andare a vancouver, montreal o toronto... il quebec mi affascina, ma non vorrei rischiare di rimanere senza lavoro perchè non so nulla di francese.... Parlo inglese senza problemi, quindi non è una scelta facile....

I tuoi consigli ed i consigli di tutti quelli presenti su questo forum sono importantissimi, per cui grazie davvero per il supporto.

Gian Luca

millty

  • Veterano
  • ***
  • Post: 199
    • Mostra profilo
Re:Canada
« Risposta #779 il: 22 Giugno 2012, 17:25:27 »
Ciao Sara,

Ti ringrazio tantissimo per le informazioni che mi hai dato e volevo chiederti se potevo fare l'equiparazione prima di partire, in modo tale da poter rendermi immediatamente più appetibile sul mercato del lavoro canadese.... C'è un sito per contattare l'ente che si occupa di queste cose?


Gianluca,
Essendo il chimico una professione non regolata non è necessario contattare associazioni  l'equipazione potrai farla benissimo dall'italia tramite il WES ( http://www.wes.org/ca/) o l'ICAS (http://www.icascanada.ca/home.aspx).
La procedura anche cosi non dovrebbe essere molto lunga, se devi usare l'equiparazione solo per lavoro basterà richiedere l'equipazione del titolo qnd ti basterà il diploma della laurea ed i transcript che riassumono la tua carriera accademica. Dovendoli usare per lavoro non serve fare l'equiparazione corso per corso ma bastera che tu ottenga  un certificato tipo qst http://www.wes.org/ca/preliminary/sample.gif. che certifichi che la tua istruzione equivale alla laurea di tipo x in Canada. Se invece fossi intenzionato a proseguire gli studi è meglio ottenere un report completo con l'analisi corso per corso che equipara non solo il titolo ma anche i voti ecc. Ovviamente qst dipende dalle tue esigenze. il prezzo va dai 175-230 dollari circa poi dipende da cosa chiedi.

Sai sinceramente sono indeciso se andare a vancouver, montreal o toronto... il quebec mi affascina, ma non vorrei rischiare di rimanere senza lavoro perchè non so nulla di francese.... Parlo inglese senza problemi, quindi non è una scelta facile....


Per la destinazione non saprei cosa consigliarti di preciso, sai la lingua credo che per lavori qualificati sia essenziale almeno ad un livello decente che ti permetta di comunicare con gli altri, pensa a fare un analisi senza sapere bene cosa ti hanno richiesto?!
Posso solo consigliarti di vedere in quali province, la ricerca di chimici è migliore, dove insomma per composizione industriale avresti piu possibilità, per quel che so io oggi l'Alberta è molto sviluppata in chimica il settore petrolchimico specialmente,però li la professione è regolata. Prova a controllare il tuo Noc su workingincanada e vedi le relative offerte nelle diverse province, (se vuoi posso guardare anche io) e vedi cosa trovi. E' davvero una scelta difficile

se posso aiutarti in qlc modo fammi sapere
Sara